E se il Campionato fosse cominciato con il….ritorno?

Un girone di ritorno che sovverte, in pratica alla stessa giornata, quello dell’andata, con il San Sisto che sarebbe al comando. Senza guardare, infatti, la classifica attuale, facciamo conto che il campionato di Eccellenza Umbra sia partito proprio con la seconda fase e vediamo quindi quali sarebbero i punti dopo 7 giornate di campionato che hanno visto lo stop della Nestor per lasciare la vetta a favore del San Sisto.

Classifica alla 7^ Giornata:
San Sisto 14
Nestor 13
Trasimeno 12
Pontevalleceppi 12
Narnese 12
Tiferno 11
Lama 11
Orvietana 11
Ducato 10
Spoleto 10
Assisi/Subasio 10
Sansepolcro 8
Castel del Piano 5
Ellera 5
Gualdo 4
Angelana 4

Eccellenza Orvieto stadio-muzi-

Stadio Ciconia – Orvieto

Questa l’8^ giornata domenica 23 febbraio:
Angelana-Assisi/Subasio
Castel del Piano-Ducato
Ellera-Tiferno
Lama-Trasimeno
Nestor-Narnese
Orvietana-Sansepolcro
Pontevalleceppi-San Sisto
Spoleto-Gualdo

 

 

Che bel Campionato. L’Eccellenza Umbra mette in mostra ottime squadre

La vittoria del San Sisto a Narni ha rimesso le cose nella…normalità. Non scordiamoci, però, che i perugini in queste prime quattro partite hanno affrontato tre squadre candidate al successo finale: Tiferno, Sansepolcro e Narnese, per cui i ragazzi di Riberti hanno dimostrato quello che valgono, passando, tra l’altro, dall’esonero del tecnico Grilli, alla vigilia del Campionato, a Riberti che aveva guidato la squadra ai play off dello scorso anno. Un momento, quindi, di difficoltà…mentale, lo devono aver pur passato. Un successo quello del San Sisto che ha rimesso la situazione nuovamente fluida, con il Tiferno e la Narnese che guidano a 9 punti, Pontevalleceppi segue ad 8, quindi Sansepolcro e Spoleto a 7.

D'Urso Sansepolcro 2019-2020

D’Urso – Sansepolcro

Passando ai bianconeri di Bonura, un pimpante Sansepolcro, c’è sicuramente da dire che anche quest’anno la squadra sembra beccare un po’ troppo in difesa dove ci sono due risultati, Trasimeno e San Sisto dove il Sansepolcro non ha subito gol, ma ci sono anche gli incontri con Ducato e Lama dove sono arrivate sei reti. Bonura, da tecnico attento, questo chiaramente lo sa e cercherà, di preparare al meglio le prossime sfide. Per il resto l’attacco ha realizzato, 7 reti, segnando sempre tranne che a San Sisto. D’Urso 2 gol assieme a Valori, uno ciascuno  invece per Benedetti, Zanchi e Braccini. E domenica ci sarà la trasferta a Pontevalleceppi senza Mugelli squalificato, dove il Sansepolcro troverà da avversario, Bernardini, la scorsa stagione in bianconero.

Tiferno Alagia

Alagia – Tiferno

Altra valtiberina, il Tiferno di Santececca, la vittoria sul Castel del Piano ha dimostrato, dopo il successo in Coppa Italia sull’Orvietana, che la scoppola presa proprio a Pontevalleceppi, è stata assorbita nel migliore dei modi. Lo 0-4 di una settimana fa sta a testimoniare che il team biancorosso ha avuto una giornata da dimenticare ed ora si trova, però, in vetta assieme alla Narnese. La vittoria sul Castel del Piano porta la firma di capitan Eramo e arriva dopo il successo a San Sisto, 3-2, e quello sul Trasimeno per 1-0.

Bartolucci Lama 2019-2020

Bartolucci – Lama

L’altra valtiberina è il Lama che, proprio a Sansepolcro, nel derby di domenica, ha conosciuto il primo stop del campionato, ma ha dimostrato, al tempo stesso, di essere viva, di aver i fuori quota giusti e di aver sostituito giocatori importanti con altrettanto bravi elementi. La squadra di Vicarelli ha, tra l’altro, un trittico di partite molto difficili in questa fase iniziale del torneo: dopo il derby di Sansepolcro ci sarà domenica quello interno contro il Tiferno, quindi la Narnese. E, contro il Tiferno, mancherà l’uomo faro della squadra che è Raccichini, espulso per doppio giallo domenica a Sansepolcro, assieme a Mugelli.
Queste le Valtiberine e il campionato è sempre più interessante con la Narnese ancora in vetta, nonostante lo stop con il San Sisto, assieme al Tiferno, poi il sorprendente Pontevalleceppi è ad un passo dalla cima, mentre l’Orvietana ottiene la prima vittoria, ma passi importanti li fanno anche lo Spoleto, successo ad Ellera ed il Trasimeno che, vincendo fuori casa, ha ridimensionato la Ducato. Insomma, non c’è che dire, il Campionato è tornato interessante e molte squadre se lo possono giocare.

San Sisto-Tiferno inaugura, sabato 7 settembre, l’Eccellenza Umbra

Tiferno Santececca Ok

Santececca

Il Tiferno 1919, di Massimiliano Santececca, inaugura il campionato di Eccellenza Umbra, nell’anticipo di sabato 7 settembre, con fischio d’inizio alle 15,15, al comunale di San Sisto per una partita tutta da vedere, tra due squadre che non fanno mistero, assieme a Narnese, Orvietana, Lama, Sansepolcro, di puntare ai vertici del torneo.
Partitaccia, chiediamo a mister Santececca.
“E’ sì, inizio difficile, contro una squadra che non scopro certo io e che nei passati tornei ha fatto sempre bene raggiungendo i play off”.
Inizio non semplice per una matricola.
“E’ vero, l’avversario è tosto, ma anche il Tiferno è un’ottima squadra e andremo ad inaugurare questo campionato cercando di offrire una bella prestazione, non dimenticandoci, però, al tempo stesso, che abbiamo di fronte una signora squadra”.

Tiferno Bartoccini

Bartoccini

Inizio in trasferta, squadra avversaria importante, terreno di gioco in sintetico…
“Stop, fermiamoci qui, perché domani il Tiferno avrà un inizio non facile, ma sarà alla ricerca dei tre punti per cominciare nel migliore dei modi”.
Problemi di formazione?

Tiferno Lentini

Lentini

“No, ci conferma Santececca, solo scelte dell’ultimo tuffo, non abbiamo infortunati, per cui dobbiamo cominciare nel miglior modo possibile”.
Senza dimenticarci che il Tiferno è approdato al turno successivo di Coppa Italia ed ha superato avversarie come Lama e Sansepolcro, oltre il Gualdo, siglando 3 reti, senza subirne alcuna, per cui difesa ad oggi granitica, centrocampo ad hoc e attacco che va in gol e, poi, ci potrebbe essere anche l’arrivo di Bartoccini, con esperienza da vendere ed un passato anche a Sansepolcro e Gubbio, con il giocatore che ha iniziato la preparazione con il Tiferno di Santececca.

Eccellenza Umbra 2019-2020 ecco il quadro delle 16 partecipanti

Con la sconfitta del Lama, 2-1, a Castel Maggiore, contro il Progresso, si delinea, chiaramente, il nuovo campionato di Eccellenza Umbra, stagione 2019-2020, con le 16 partecipanti.
In pole position il Lama che, giunto secondo quest’anno, proverà sicuramente l’impresa anche nella prossima stagione.
Sansepolcro 2018-2019 bisQuindi il Sansepolcro  che vuol puntare senza mezzi termini a tentare la scalata. Quindi nell’ordine di merito della stagione appena conclusa: San Sisto, Narnese, Castel del Piano, Orvietana, Ducato Spoleto, Spoleto, Pontevalleceppi, Assisi/Subasio, Angelana ed Ellera. Più le neo promosse che vanno ad aggiungersi a queste 12 e che vanno a sostituire Massa Martana, Pontevecchio e Pievese, retrocessi in Promozione, oltre al Foligno promosso in serie D. Si aggiungono, quindi queste quattro squadre  alle attuali 12: le 2 vincenti dei campionati di Promozione più i 2 team che si sono aggiudicati gli spareggi play off, ovvero Tiferno Lerchi 1919, vincitrice del Girone A, Nestor Marsciano, vincitrice del girone B, Trasimeno (Castiglion del Lago), vincitrice dello spareggio Play off 3-1 contro Branca 1969 e Gualdo Casacastalda vincitrice 3-0 sul Capitello nello spareggio play off.

 

 

Eccellenza Umbra 2019-2020, già 15 squadre al lavoro.

Sono quindici le squadre pronte al prossimo campionato di Eccellenza Umbra 2019-2020, in attesa di conoscere il futuro del Lama che affronterà, il 19 e 26 maggio, i bolognesi del Progresso di Castel Maggiore.

Sansepolcro 2018-2019 bis

Sansepolcro

Assieme al Sansepolcro ci sono, secondo la classifica finale del Campionato di Eccellenza queste squadre:
San Sisto, quarto classificato, con la miglior difesa, che ha già chiamato a dirigere la squadra per il prossimo anno, Alunni ex Villabiagio, dopo l’addio di mister Riberti.
Narnese, non ha partecipato ai play off in quanto distaccata di più di 10 punti dal Lama, ma campionato importante.

Narnese

Narnese

Castel del Piano, gran risultato, con bomber Menichini capocannoniere grazie alle 19 reti segnate.
Orvietana, dalle paure iniziali, all’arrivo di Silvano Fiorucci, riconfermato in panca, con un campionato più che dignitoso.
Ducato, per la neopromossa un bel torneo.
Spoleto, tanta delusione per l’altra squadra cittadina, assieme alla Ducato. Partita per ben figurare, ha inanellato una serie impressionante di sconfitte consecutive che l’hanno subito relegata a centro classifica.

buitoni-pieno - Copia

Stadio Buitoni – Sansepolcro

Pontevalleceppi, un campionato importante e significativo.
Assisi/Subasio, dopo aver sfiorato il baratro, è arrivato il tecnico Alessandria che ha fatto un torneo da incorniciare.
Angelana, salvatasi all’ultimo tuffo, non era forse nelle previsioni.
Ellera, sembrava potesse recitare un ruolo importante, ma si è salvata grazie all’inossidabile Tranchitella ai play out.
Ad oggi, la nuova Eccellenza Umbra, secondo la classifica finale del campionato appena concluso, può contare su 11 squadre.
Sono infatti retrocesse in Promozione: Massa Martana e Pontevecchio dopo gli spareggi
Play out persi rispettivamente con Ellera e Angelana, oltre alla Pievese.

Ducato

Ducato

Si aggiungono alle 11 squadre le 2 vincenti dei campionati di Promozione più i 2 team che si sono aggiudicati gli spareggi play off, in totale altre 4: Tiferno Lerchi 1919, vincitrice del Girone A, Nestor Marsciano, vincitrice del girone B, Trasimeno (Castiglion del Lago), vincitrice dello spareggio Play off 3-1 contro Branca 1969 e Gualdo Casacastalda vincitrice 3-0 sul Capitello nello spareggio play off.
In totale abbiamo 15 squadre in attesa del futuro del Lama.
Nessuna compagine è retrocessa dalla serie D in Eccellenza Umbra e quindi il prossimo anno saranno quattro: Trestina, Cannara, Bastia e la neopromossa Foligno, i team umbri ai nastri di partenza.

 

 

Play off e Play out gli esiti degli incontri

In serie D vince la Pianese che approda in serie C con un punto di vantaggio sul Ponsacco. Spareggio salvezza, invece, tra Viareggio e Sinalunghese con la perdente che retrocede in Eccellenza Toscana, la vincente gioca con lo Scandicci la finale play off per la salvezza.
Questi i risultati dell’ultima giornata: 
Montevarchi – Massese 2-0
Ponsacco-Sangiovannese 2-1
Sinalunghese- Bastia 2-0
Trestina- San Donato 0-3
Cannara- Querceta 0-2
Serravezza- Pianese 0-2
Ghivizzano-Gavorrano 2-2
San Gimignano-Prato 1-1
Tuttocuoio-Aglianese 2-2
Viareggio-Scandicci 0-0

Essoussi

Essoussi

Classifica: Pianese 74, Ponsacco 73, Serravezza 65, Montevarchi e Gavorrano 64, S. Donato 63, Ghivizzano 60, Tuttocuoio 55, Prato 54, Cannara 51, Trestina 50, Aglianese e Querceta 46, Bastia e Sangiovannese 45, Scandicci 43, Viareggio 37 Sinalunghese 37, Sangimignano 36 (retrocesso in Eccellenza) Massese 16 (retrocessa in Eccellenza)
In Eccellenza Umbra il Sansepolcro pareggia 0-0 in casa con il San Sisto ed accede alla finale regionale con il Lama, questa volta giocherà fuori dal terreno amico del Buitoni, domenica 12 maggio. Chi vincerà affronterà la compagine dell’Emilia, girone B, che si aggiudicherà i play off.
Per i play out, invece, l’Angelana batte 3-2 la Pontevecchio e si salva. Rimane in Eccellenza Umbra anche l’Ellera che va a vincere a Massa Martana con un rigore dell’intramontabile Tranchitella.
In Eccellenza Toscana la Colligiana perde in casa 0-1 con la Fortis Juventus di Borgo San Lorenzo. La finale play off sarà quindi, domenica 12 maggio, Poggibonsi-Fortis.
Per i Play out il Foiano batte 2-1 il Pratovecchio/Stia, mentre Signa sconfigge 3-2 la Castiglionese. Retrocedono in Promozione Toscana due squadre della provincia di Arezzo: Pratovecchio/Stia e Castiglionese, si salva il Foiano.

 

 

Sansepolcro-San Sisto 0-0 Bianconeri in finale play off.

SANSEPOCLRO: Vaccarecci, Iavarone (91’ Ali Zober), Farinelli, Bernardini (85’ Massai), Beers, Gorini, Braccini, Arcaleni, Scarselli (93’ Boriosi), Valori (93’ Cano), D’Urso. All. Bricca.
SAN SISTO: De Marco, Nardi, Siena, Bernardini (98’ Polverini), Stella, Benda, Ceccomori, Cerbini (76’ Belardi), Russo, Ardone, Piccioli (114’ Bottega). All. Riberti.
Arbitro: Batini di Foligno.
Note: circa 800 spettatori. Ammoniti Vaccarecci, Farinelli, Beers, Gorini, Scarselli, Boriosi, Stella, Russo, Ardone. Espulso Russo. Angoli 6-5 per il Sansepolcro.

Sansepolcro 2018-2019 bisDopo 120 minuti, che con i recuperi son diventati 128, il Sansepolcro, al quale bastava il pari per andare avanti, riesce a sfruttare al meglio, nonostante il rigore sbagliato da Valori al 9’ del secondo tempo, l’occasione e a centrare l’obbiettivo qualificandosi per la finale play off regionale che si giocherà a Lama domenica 12 maggio. E in questa partita sarà la squadra di casa, il Lama, ad avere il vantaggio di due risultati utili su tre. Il Sansepolcro dovrà assolutamente vincere se vorrà andare avanti ed affrontare la vincente dei play off del girone B della Romagna.

Sansepolcro 2018-19 D'Urso Nicolò

D’Urso 

E’ la squadra in generale, ogni volta, a ricevere il merito di un successo e tutti i bianconeri sono da elogiare, ma una nota, particolare, va sicuramente a Nicolò D’Urso che ha giocato una gara intensa, da ricordare, per sacrificio, abnegazione e generosità. Onori al San Sisto che ha giocato come doveva, per centrare l’unico obiettivo che era quello della vittoria per andare avanti, ci ha creduto sino alla fine, anche se ha dovuto disputare gli ultimi 9 minuti in inferiorità numerica per l’espulsione di Russo per proteste. Ed ora tutti gli occhi di una vallata bagnata dal Tevere, sono puntati verso la finale del 12 maggio a Lama tra i bianconeri di casa, guidati da Vicarelli e i bianconeri del Sansepolcro con il loro nocchiero Bricca.

Play off e Play out.

Domenica 5 maggio è tempo di play off e play out nei campionati di Eccellenza Umbra e Toscana.
Vediamoli in sintesi.
In Eccellenza Toscana, girone B, il Grassina è promosso direttamente in serie D, questi gli accoppiamenti play off:
Poggibonsi, accede alla finale che giocherà in casa.
5 maggio: Colligiana- Fortis.
Potrebbe quindi esserci, sulla carta, un derby per la finale, tra Poggibonsi e Colligiana.
Play out:
5 maggio: Signa-Castiglionese e Foiano-Pratovecchio con le squadre di casa che avranno pareggio e vittoria a disposizione per salvarsi. Retrocessa la Bucinese.

buitoni-pieno - Copia

Stadio Buitoni – Sansepolcro

Ed eccoci all’Eccellenza Umbra dove il Foligno è stato promosso direttamente in serie D, questi gli accoppiamenti  play off:
Lama, accede alla finale che giocherà in casa.
5 maggio: Sansepolcro-San Sisto. La vincente a Lama il 12 maggio.
Play out:
5 maggio: Angelana-Pontevecchio e Massa Martana-Ellera con le squadre di casa che avranno pareggio e vittoria a disposizione per salvarsi. Retrocessa la Pievese.
Dalla Promozione Umbra sono invece salite direttamente in Eccellenza la Tiferno Lerchi e la Nestor Marsciano.

 

Sansepolcro-San Sisto: Stadio Buitoni, ore 15, domenica 5 maggio

Semifinale play off alle porte con l’obiettivo, per il Sansepolcro, di arrivare alla finalissima regionale del 12 maggio.  
Ma, prima di tutto l’ostacolo San Sisto in gara secca al Buitoni domenica 5 maggio, alle 15,00 per giocare, poi, a Lama. Sansepolcro privo degli infortunati Giorni e Selvaggi, con Beers in dubbio, mentre nel San Sisto assenti per squalifica Dorillo e Brescia.
San Sisto, compagine giovane, imbattuta in casa e che fuori dal terreno amico è caduta solo tre volte. Ha perso infatti, ad Assisi, 1-2, a Spoleto con la Ducato 0-1 e ad Ellera 0-3, dove però ha giocato il secondo tempo con un uomo in meno.
Solamente, però, 19 gol subiti, in totale, su 30 partite, la metà, per intenderci di quelli incassati dal Sansepolcro. Dato questo che pone i perugini come miglior difesa del torneo e che la dice tutta sul reparto arretrato umbro, su di una squadra che però non disdegna di proporsi in avanti, vedi i 13 gol messi a segno dall’attaccante Russo.
Sansepolcro 2018-2019 bisMa il Sansepolcro sa che questa …spiaggia è troppo importante e da parte bianconera c’è la consapevolezza di avere conquistato il terzo posto in classifica, un punto avanti proprio al San Sisto, di avere il secondo attacco del girone con 54 gol realizzati, e di voler vendicare, sportivamente parlando, l’unica sconfitta casalinga subita, proprio contro il San Sisto, che, fuori casa ha ottenuto 6 vittorie, 6 pareggi e tre sconfitte segnando, lontano dal terreno amico, 15 gol e subendone 12, squadra artefice di ben 16 pareggi, record del girone, il Sansepolcro è a quota 14, ma con i bianconeri che se vogliono andare avanti  devono superare questi avversari, anche se non sarà facile.
“Non sarà facile, evidenzia Bricca, tecnico bianconero, perchè sono una bella squadra, che già aveva raggiunto i play off nella passata stagione. Sono un gruppo unito e non sarà semplice scardinare la loro difesa. Questo lo sappiamo e per tanti motivi puntiamo alla vittoria. Non ci basta, infatti, il pareggio che, al termine di eventuali 120 minuti in parità, ci qualificherebbe per la finale. Vogliamo vincere per dare una soddisfazione ai nostri sostenitori”.

Sansepolcro-San Sisto. Il futuro in un match.

Sansepolcro 2018 Bricca Giorni

Bricca e Giorni 

La domenica della semifinale play off si avvicina e per il Sansepolcro l’obiettivo è quello di arrivare alla finalissima regionale, per poi accedere agli spareggi con la seconda o di Toscana, Romagna, oppure Marche, per avvicinarsi alla serie D. Ma, prima di tutto, ci sarà da superare l’ostacolo San Sisto, in gara secca, al Buitoni di Sansepolcro, domenica 5 maggio, alle 15, per giungere alla finale regionale di Lama contro i bianconeri di Vicarelli domenica 12 maggio con fischio d’inizio alle 15,30.
Ma una cosa alla volta ed ora lo sguardo di questo Sansepolcro è rivolto ad affrontare la squadra perugina. Compagine giovane, che in casa non ha mai perso e che fuori dal terreno amico, il sintetico di San Sisto, è caduta in totale, come Foligno e Lama, solo tre volte. Ha perso infatti, ad Assisi, 1-2, a Spoleto con la Ducato 0-1 e ad Ellera 0-3, dove però, sullo 0-0, ha giocato, il secondo tempo, con un uomo in meno, beccandone alla fine tre.
Sansepolcro 2018-2019 bisIn queste partite ha incassato sei dei 19 gol totali subiti. Dato questo che fa del San Sisto la squadra meno perforata del girone, in pratica, infatti, il team alle porte di Perugia, ha subito metà dei gol del Sansepolcro, che sono 39 in tutto. Fatto questo che la dice lunga sul reparto arretrato umbro, squadra che però non disdegna, anche, di proporsi in avanti, vedi i 13 gol messi a segno dall’attaccante Russo. Ma da parte bianconera, a favore dei ragazzi di Bricca, c’è la consapevolezza di avere conquistato il terzo posto in classifica, un punto avanti proprio al San Sisto, di avere il secondo attacco del girone con 54 gol realizzati, una media impressionante che è inferiore solamente al Foligno promosso in serie D.

14 Sansepolcro Braccini

Braccini

San Sisto che è stata, è bene ricordarlo, l’unica squadra, quest’anno, a vincere al Buitoni, per 3-2, dopo essere stata sotto, a chiusura del primo tempo, di due gol a zero, ulteriore fatto, questo, che i bianconeri di Bricca vorranno riscattare anche se i perugini sono, realmente, da prendere con le molle: squadra che gioca al calcio, che fuori casa ha ottenuto 6 vittorie, 6 pareggi e, come detto sopra, tre sconfitte. Ha segnato, lontano dal terreno amico 15 gol e ne ha subiti 12. Ma il Sansepolcro, per 24 anni consecutivi in serie D, poi la passata stagione la retrocessione che nessuno si aspettava, vuole l’impresa. Ora si trova a giocarsela, questa semifinale, per vincerla, guardare poi al derby di Lama e continuare a sognare; battere prima il San Sisto, però, artefice di ben 16 pareggi, record del girone, osso duro da digerire, ma il calcio è fatto, naturalmente, anche di sofferenza.