La Petrarca Arezzo chiude un anno

La stagione della Ginnastica Petrarca termina con uno speciale saggio on-line. La società aretina era tradizionalmente abituata ad anticipare lo stop estivo delle proprie attività con un saggio-spettacolo che riuniva in pedana tutte le componenti di ginnastica artistica, ginnastica ritmica e Gymnaestrada, andando a configurare un’occasione per mostrare i progressi vissuti in tutto un anno di allenamenti e per riunire atleti, tecnici, dirigenti e genitori. La recente situazione sanitaria ha impedito l’organizzazione di questo momento dal vivo, così la Ginnastica Petrarca ha pensato di creare un filmato celebrativo dove sono stati riuniti gli esercizi di tutti i suoi bambini e i suoi ragazzi che sono stati realizzati tra le mura di casa o direttamente in palestra.

Giotto Arezzo ad un passo dalla A2, ma campione Toscano

Torna sconfitto, ad un passo dalla serie A2, il Giotto Arezzo che perde 3-1 a Torino dopo aver ceduto anche all’andata, in terra Toscana, 4-2 ai Piemontesi.
Il Tennis Giotto festeggia, comunque, un doppio titolo regionale. Il circolo aretino ha monopolizzato i campionati toscani maschili dell’Under12 e ha conquistato il successo nel singolo con Raffaele Ciurnelli e nel doppio con lo stesso Ciurnelli e Lorenzo De Vizia. I due tennisti del 2008, già campioni d’Italia nel 2019 nel doppio Under11, si sono confermati tra le maggiori promesse del tennis tricolore e hanno avviato la nuova stagione con un’entusiasmante prova di forza con cui sono riusciti ad aggiudicarsi tutti i trofei in palio in regione.
Tennis Giotto - Serie B 2020 (3) (002)

Due colpi per la pallavolo tifernate

Bel colpo del Città di Castello Pallavolo Maschile in vista della B1 che in un batter d’occhio ha tesserato come coordinatore dell’area tecnica, Andrea Radici e come giocatore e preparatore atletico l’ex nazionale Davide Marra. La presentazione dei due nuovi arrivi avverrà venerdì 7 agosto alle ore 12,15 presso il Bar Roma a Città di Castello.
Marra nazionale (002)Marra lo scorso anno in A 2 a Siena, ma con un passato continuo in A1, mentre per Radici è un ritorno in riva al Tevere dopo la serie A 3 con Fano.
In casa Città di Castello Pallavolo si stanno ultimando le procedure per l’iscrizione al prossimo campionato di serie B maschile 2020-2021. La dirigenza biancorossa ha lavorato alacremente negli ultimi giorni per inviare i documenti necessari e per contattare gli sponsor per lo svolgimento dell’attività agonistica, sia della prima squadra che del settore giovanile che conterà, come ormai tradizione, su tecnici di altissimo livello professionale ed umano.
E’ in via di definizione anche l’assetto societario e la suddivisione dei compiti per riconsegnare alla città una società di alto profilo nonché una squadra che riporti l’entusiasmo tra i tifosi biancorossi. La conferma importante del main sponsor, Job Italia, è il primo tassello del mosaico economico che sarà completato nei prossimi giorni da altri marchi, storici o di nuovo accostamento alla realtà pallavolistica tifernate.

 

Perugia in A1 con il Tennis Maschile

Il tennis perugino centra una storica promozione in serie A.  Lo Junior Tennis Perugia con una sensazionale rimonta porta l’Umbria per la prima volta in A1 con la sua formazione maschile.
Una vittoria straordinaria, quella conquistata dai ragazzi di capitan Roberto Tarpani, che sono riusciti a rimontare il Match Ball Firenze, vittorioso 4-2 all’andata in terra Toscana, vincendo 5-1 a Perugia. I gialloblù sono riusciti a festeggiare centrando un incredibile successo che ha mandato in visibilio il circolo perugino.
Perugia tennis

 

Cinque partenze in casa bianconera

Il Sansepolcro comincerà la preparazione verso ferragosto per un Campionato di Eccellenza Umbra sotto la guida di Davide Mezzanotti. Attualmente la situazione è la seguente sul fronte partenze, mentre sono attesi i primi giovani che arriveranno dalla Virtus Francavilla e qualche colpo di mercato per festeggiare nel migliore dei modi i 100 anni della Società nel 2021:

 

Cristofoletti: al Bastia
Lomarini. in trattativa
Sensi: approderà in serie D (Gavorrano ??)
Zanchi: ad Ellera
Gorini: in trattativa
Arcaleni: in trattativa
Beers: in trattativa
Burzigotti: in trattativa
Massai: approderà in serie D
Mencagli: alla Sangiovannese
Conti: si trasferirà
Braccini: in trattativa
D’Urso: in trattativa
Benedetti: al Bastia
Zuppardo: si trasferirà
Scarselli: a Lama
Manzi: si trasferirà
Selvaggi: in trattativa
Quest’anno in Eccellenza Umbra saranno obbligatori due giovani: un classe 2001 ed uno del 2002. Questa la situazione Sansepolcro: come 2002 nel pacchetto arretrato ci sono  Niccolò Giorni, Romoli, Nikolas Boriosi, mentre è rientrato il classe 2001 Alì Zober; tra i centrocampisti, come 2002, Petruzzi e Nicola Rossi e poi i tanti altri giovani rientrati dai prestiti della passata stagione.

Davide Brito, la speranza olimpica italiana, al compleanno di Zillone.

Brito 3E’ considerato da tutti come il nuovo astro nascente della boxe italiana: definito un fenomeno. L’aretino Davide Brito, 23 anni, peso massimo, quasi due metri di altezza, presente al compleanno, l’80°, di Pietro Besi, Zillone, il campione sportivo per i biturgensi.
Con Brito, personaggio semplice, umano, ma schietto, due chiacchiere d’obbligo in vista della sua partenza con la nazionale italiana di boxe da lunedì 3 agosto.
La nazionale italiana, pesi massimi e poi le Olimpiadi?
“Piano, piano, ci dice un ragazzo che sprigiona forza e potenza, ma al tempo stesso, grande coscienza di quello che si appresta a fare. Piano perché la concorrenza c’è e il posto per le Olimpiadi va conquistato con grande intelligenza”.
Però il guantone d’oro 2019 italiano non te lo toglie nessuno.

Brito

Un giorno, presto, potrò dire di essere stato accanto al Campione Olimpico

“Un riconoscimento che va ad unirsi a quello conquistato nel 2016. Ovvio che la partenza è buona, ma il posto per l’Olimpiade, dove ci sarà l’elite mondiale dilettantistica, va conquistato con grandi sacrifici”.
Il tuo attuale idolo?
“Penso ad Anthony Joshua o a Tyson Fury, ma il personaggio a cui mi ispiro è Cassius Clay, Mohamed Alì>.
Appunto a lui ti hanno paragonato gli esperti per il tuo modo di muoverti e combattere.
“Li ringrazio. E’ un onore che abbiamo fatto questo accostamento, ma diventare come lui è il mio sogno come quello di tanti altri pugili”.
La serata per Zillone ?
“Splendida, in compagnia anche della mia Scuola, quella della famiglia Nicchi. Mi avevano detto che era un personaggio amato, ma non pensavo così tanto. Ha 80 anni ma è sempre giovane dentro e di spirito. Un uomo, un pugile, da ammirare”.
In bocca al lupo Davide, l’Olimpiade ti attende !!!

 

 

Team Fortebraccio e l’Alta Valle del Tevere al Campionato Sogepu

Milan ciclismoRiparte da Città di Castello il Ciclismo Tricolore, organizzato dal Team Fortebraccio, con la collaborazione della UC Città di Castello, con l’assegnazione dei tre titoli a Cronometro per le categorie Under 23, Allievi Uomini e Donne.
E la ripartenza ha il nome e il volto di Jonathan Milan alfiere della friulana CTF che conquista la maglia di Campione Italiano Under 23 con lo stratosferico tempo di 29’16″37 abbattendo il muro della media di 51kmh sulla distanza dei 24 kilometri.
Al secondo posto, staccato di 50 secondi il candidato della vigilia alla vittoria, Andrea Piccolo del Team Colpak Ballan che precede, con la medaglia di bronzo, il suo compagno di squadra Antonio Tiberi, giovanissima promessa del ciclismo tricolore, arrivato sul traguardo di via Vittorini di Cerbara, con un ritardo di 58 secondi. Caldo afoso che sfiora i 40 grasi, servizio d’ordine impeccabile e massima sicurezza su strada e nella zona gara.
Un’azione di potenza, di incredibile resistenza, bissando la maglia tricolore ottenuta una settimana fa in velodrono nella specialità inseguimento. Figlio d’arte Jonathan Milan ha pedalato con un ritmo incredibile, un’azione esemplare che non ha lasciato discussioni: è lui il campione e a lui spetta il gradino più alto del podio per la prima gara titolata su strade di questo 2020.
Milan Ciclismo 2Sogepu, sponsor ufficiale dei campionati Crono con il IV Trofeo messo in palio per i vincitori.  A fare gli onori di casa e a dare il via ufficiale l’Assessore allo Sport di Città di Castello, insieme alla Vice Presidente della FCI Daniela Isetti, il responsabile del Settore Tecnico dell’Umbria Monia Baccaille e il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza.
Le migliori squadre dilettanti al via per quello che rappresenta il primo traguardo tricolore, dopo la lunga chiusura dell’attività a causa del COVID19.
Un’organizzazione preziosa quella del Team Fortebraccio con Enzo Amantini che ha predisposto le zone riservate, studiato i percorsi, predisponendo il personale di controllo che ha evitato in tutti i modi il rischio contagio. Il coraggio del team Fortebraccio è stato grande. Un prezioso appoggio da parte dell’amministrazione comunale con il Sindaco Luciano bacchetta che è anche Presidente della Provincia di Perugia, lo sforzo della SOGEPU. Una festa, una giornata di grande sport resa possibile grazie alla disponibilità della Federazione Ciclistica Italiana, del Coni, del Team Fortebraccio, dell’Amministrazione, di Sogepu e di tutti i collaboratori.

Città di Castello e il nuoto

L’Umbria al centro dell’attenzione per il nuoto con i migliori baby-nuotatori  in vasca a Città di Castello. Gli impianti natatori Polisport hanno ospitato nel fine settimana la manifestazione estiva esordienti A di nuoto che ha registrato la presenza dei migliori nuotatori Umbri di età compresa tra 11 e 13 anni. La manifestazione denominata “Ri-partenza” ha sostituito i campionati regionali di nuoto esordienti annullati per l’emergenza Covid.19.
Unanime è stato il plauso di tutte e 8 le società umbre partecipanti alla F.I.N. Umbria ed al suo presidente Mario Provvidenza per aver voluto ed organizzato l’iniziativa così come unanime è stato il ringraziamento rivolto alla amministrazione comunale ed al presidente di Polisport Stefano Nardoni e assessore comunale Massimo Massetti per aver subito accolto  l’invito della Federazione ad ospitare nella piscina di Città di Castello le gare.
cdc nuoto

Come da protocollo nazionale non è stato possibile far entrare il pubblico all’interno del complesso natatorio ma la società Blusky ha trasmesso nel proprio canale You tube in streaming tutta la manifestazione permettendo così agli appassionati ed ai genitori di seguire le gesta dei propri figli. In ogni giornata sono stati più di 2.000 i contatti sulla piattaforma di Blusky.
Come sottolineato dal presidente della società ospitate Cnat 99 Federico Cavargini i risultati cronometrici  erano  in secondo piano rispetto all’importanza di aver dato  a questi ragazzi dopo 3 mesi di totale inattività la possibilità di ritrovarsi, di dare un senso agli ultimi mesi di allenamento dopo il lock down e di gettare le basi su quella che tutti ci auspichiamo possa essere una prossima stagione agonistica di nuovo sotto il segno della “normalità”. Con un pizzico di orgoglio ha tuttavia evidenziato come oltre agli innumerevoli podi individuali i ragazzi e le ragazze del Cnat abbiamo vinto entrambe le mix ( 2 uomini e 2 donne) staffette disputate segno di una squadra su cui la società ed il suo allenatore Paolo Tosti puntano molto negli anni a venire.”

 

Gli 80 anni di “Zillone”

01-08-20 da sinistra Besi, Brito, Nicchi Santino

Besi, Brito e Nicchi

Una serata da ricordare quella che ha visto il mitico Pietro Besi, per tutti Zillone, festeggiare i suoi 80 anni alle Piscine Pincardini. Con lui tante persone, un centinaio, i sindaci di Sansepolcro, Mauro Cornioli e di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, che con l’assessore del comune biturgense Paola Vanni e la scuola pugilistica Nicchi di Arezzo, hanno salutato, tra tanti amici e aneddoti, gli 80 anni di Pietro Besi. Con lui, con Pietro, anche l’astro nascente della boxe italiana, l’aretino Davide Brito, peso massimo, vincitore del guantone d’oro 2019, che lunedì 3 agosto si unirà alla nazionale italiana di boxe per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Tanti amici, tante storie da ascoltare e raccontare, la bella Laura Perla, il preparatissimo anfitrione Claudio Roselli, sono stati la degna cornice in autentici momenti di sport e di amicizia, del compleanno di Pietro Besi, indiscusso personaggio della città di Sansepolcro, per la sua umanità e simpatia, oltre che bravura.

Team Fortebraccio e Sogepu sugli scudi. Sabato 1 agosto gran gara a Città di Castello

Il Team Fortebraccio e tutto l’Altotevere per il ritorno allo sport e al ciclismo. Sport e turismo binomio vincente. Il ciclismo tricolore, con in palio il primo titolo nazionale post-lockdown riparte dall’Umbria e da Citta’ di Castello. Sulle strade dell’Altotevere che furono di Coppi e Bartali e poi dei tanti campioni delle due ruote degli ultimi decenni, domani sabato 1 Agosto la stagione del ciclismo nazionale si apre con le giovani promesse che si daranno battaglia all’ultimo secondo con la disputa dei Campionati Italiani Crono Multicategorie nell’ambito della quarta edizione del Gran Premio Sogepu. Oltre 650 corridori al via con un indotto di persone provenienti da tutta Italia che supera abbondantemente le 4.000 presenze. “Una boccata d’ossigeno e di speranza per le nostre strutture ricettive ed esercizi pubblici della città e del comprensorio, hanno precisato gli assessori allo sport e turismo, Massimo Massetti e Riccardo Carletti. Infine il grande sforzo logistico messo in campo dal comitato organizzativo della manifestazione sotto la regia collaudata di Enzo Amantini ed il sostegno fondamentale di Sogepu.
La manifestazione, organizzata dal Team Fortebraccio insieme all’Unione Ciclistica Città di Castello sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e del Coni, gode dei patrocini del Comune di Città di Castello e la collaborazione della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e dei Comuni di San Giustino e Citerna. In gara ci saranno oltre 650 corridori, che si sfideranno per la vittoria del Campionato italiano Under 23 maschile e dei Campionati italiani Allievi (maschili e femminili), dei Campionati umbri Juniores ed Esordienti (maschili e femminili). Lungo percorsi che, oltre a Città di Castello, interesseranno anche le strade di San Giustino e Citerna, sono attese oltre 4 mila persone.

Fortebraccio juniores (002)

Foto di repertorio – Team Fortebraccio

La manifestazione. Il Gran Premio Sogepu a cronometro si correrà su diversi tracciati a seconda delle categorie di gara, con partenze e arrivi dalla sede di Sogepu, in via Elio Vittorini a Cerbara di Città di Castello. Il Campionato Italiano Under 23 maschile a cronometro si disputerà a partire dalle ore 9.30. con partenze ogni 2 minuti, lungo un percorso di 26,5 chilometri che attraverserà i territori comunali di Città di Castello, San Giustino e Citerna. I Campionati italiani Allievi, con partenza alle ore 14.30, si articoleranno lungo un itinerario di 7,5 chilometri tutto nel territorio comunale tifernate come i Campionati Esordienti, che partiranno alle ore 19.30 e si correranno sulla distanza di 4,5 chilometri, mentre i Campionati Juniores, con inizio alle ore 11.30, avranno un percorso di 15 chilometri nell’ambito dei tre comuni interessati. Tutte le gare si svolgeranno nel rispetto delle Linee guida operative per la ripresa delle manifestazioni ciclistiche definite dalla Federazione Ciclistica Italiana per la gestione dell’emergenza da Covid-19. Oltre alla individuazione di aree differenziate per atleti e addetti ai lavori, le normative prevedono che il pubblico possa seguire le gare unicamente lungo il tracciato, ma non nella zona della partenza e dell’arrivo.