Scarselli al Lama, in partenza Di Cato

Scarselli Sansepolcro 2019-2020

Scarselli

Dopo aver ufficializzato il nome del tecnico Luca Pierotti, che va a sostituire nel Lama, lo splendido lavoro di due anni di Luca Vicarelli, il ds Cristian Volpi ha ufficializzato alcuni arrivi: il fantasista Thomas Salvucci ex Casteldelpiano e Gualdo, quindi la punta, classe 2001, Lorenzo Scarselli dal Sansepolcro, un attaccante che saprà farsi valere. Rientrano dopo i prestiti al club lamarino anche i difensori Michele Bartolini e Luca Bastianoni, oltre al centrocampista Federico Mambrini. Lama e Cristian Volpi in grande spolvero dopo essersi aggiudicati i 6.000 euro, per il secondo posto nell’impiego di giovani in Eccellenza Umbra la passata stagione, cifra che farà certamente comodo per il futuro torneo. Tra i partenti l’attaccante Di Cato, bomber indiscusso nel Lama del passato torneo.

Di Cato Lama 2019-2020 bis

Di Cato

Positivi a domicilio, tutti guariti a Sansepolcro

Sono tutti guariti i positivi al Coronavirus che erano in isolamento al domicilio nel comune di Sansepolcro. Ne dà comunicazione il sindaco Cornioli, che sottolinea come stiano migliorando anche le condizioni del biturgense ricoverato all’ospedale San Donato. In videochiamata, il primo cittadino ha parlato con lui, lo ha salutato a nome di tutta la comunità, in attesa di poterlo rivedere a Sansepolcro.
“Sono notizie importanti per la nostra città – commenta Cornioli – Ci devono spingere a rispettare i protocolli. Continuiamo a mantenere il distanziamento fisico e a indossare la mascherina nei luoghi aperti in cui si incrociano altre persone. Nessuno di noi deve sentirsi escluso dalle regole”.

Sansepolcro: attività sportiva al via, si inizia con palestre, piscine e centri sportivi

Dopo mesi di stop, a causa del lockdown, anche lo sport riprende il suo ritmo. Oggi, lunedì 25 maggio, riaprono le palestre, le piscine e i centri sportivi, ovviamente con regole e protocolli per la sicurezza.
“In questo periodo c’è stato un costante aggiornamento e confronto tra l’amministrazione comunale e i soggetti che si occupano di attività fisica – spiega l’assessore allo sport Lorenzo Moretti – Grazie alle chat di wapp e alle videoconferenze, ho potuto tenere informati tutti sugli aspetti normativi che sono via via stati pubblicati, anche in collaborazione con il CONI e ANCI che hanno aggiornato puntualmente i Comuni. Così abbiamo garantito che circolassero informazioni, decreti e ora i protocolli per la ripartenza. Ci siamo anche avvalsi di un tecnico esterno per consulenze alle società”.
lorenzo_moretti_mod (002)Ogni disciplina sportiva ha infatti protocolli diversi e le società si stanno organizzando in modo diligente per adeguarsi, anche se questo comporta ovviamente dei costi, ma “vedo che stanno tutti lavorando con grande spirito di collaborazione e questo ci fa piacere” continua Moretti.
Se oggi ripartono palestre, centri sportivi e piscine, si è ancora in attesa di sviluppi per gli sport di squadra. Alcune società, come per esempio il basket, si stanno organizzando per predisporre allentamenti individuali all’aria aperta.
“Fare sport è fondamentale, lo abbiamo capito ancora di più in questi mesi di immobilità – conclude Moretti – Per questo è bene che tutti ne facciano, seguendo le regole. Nei prossimi giorni farò visita a tutti i centri sportivi per un saluto e per confrontarci personalmente sul futuro. In bocca al lupo a tutti, perché lo sport non fa bene solo alla salute: è anche motore per economia e turismo”.

 

Valtiberina Tennis&Sport, tornano in campo i tennisti di Sansepolcro

Tornano in campo gli atleti del Valtiberina Tennis&Sport. Il circolo di Sansepolcro sta vivendo una graduale ripartenza dell’attività sportiva rivolta ad oltre duecento persone di diverse discipline e di tutte le età e, negli ultimi giorni, è tornato ad animarsi con la ripresa degli allenamenti individuali e con la riapertura dei corsi della scuola tennis fissata da lunedì 25 maggio. Il consiglio direttivo del circolo ha infatti attuato tutte le misure igienico-sanitarie previste dalle norme e dai protocolli federali, procedendo alla sanificazione degli ambienti del PalaPiccini e alla chiusura degli spogliatoi, oltre che alla riorganizzazione delle lezioni esclusivamente all’aperto e nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno due metri. «Il Valtiberina Tennis&Sport – spiega il presidente Carmelo Gambacorta, – ha predisposto tutte le accortezze necessarie per prevenire la diffusione del contagio da Coronavirus e per garantire la sicurezza di bambini, ragazzi, soci, tecnici e famiglie».
Valtiberina TennisSport - Stagione 2019-2020 (1) (002)La ripresa sta riguardando tutte le diverse componenti del Valtiberina Tennis&Sport, con la possibilità per i soci di prenotare i campi, con la preparazione avanzata degli agonisti coordinata dalla maestra Elora Dabija e con gli allenamenti dei bambini della scuola-tennis in gruppi ristretti con i maestri Pino Salvi e Claudio Ceccomori. L’immediata ripartenza delle attività ha rappresentato fin da subito una priorità del circolo biturgense che ha messo in campo ogni sforzo organizzativo e logistico per permettere a tutti i suoi tennisti di tornare a condividere la loro passione e di rimettersi in movimento dopo una lunga pausa di oltre due mesi. In quest’ottica, i campi del PalaPiccini erano stati adeguati già dai primi giorni di maggio alle indicazioni previste dai protocolli, con l’obiettivo di farsi trovare pronti al momento dell’effettiva ripartenza.
Valtiberina TennisSport - Carmelo Gambacorta (1) (002)«Il nostro circolo – continua il presidente Gambacorta, – era pronto per riaccogliere i tennisti già dal 4 maggio in base ad un’Ordinanza Regionale che prevedeva la ripresa delle attività sportive individuali nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e, dopo aver interpellato istituzioni e forze dell’ordine, avevamo già previsto il ritorno in campo. Avevamo ritenuto, infatti, che per la comunità locale il lento ritorno alla normalità in sicurezza e responsabilità avrebbe rappresentato un bel segnale di ottimismo dopo due mesi particolarmente difficili. Tutto questo non è stato però possibile a causa della difficoltà nell’interpretare in modo univoco le norme e della diversità di visioni da parte delle autorità locali. L’unico comportamento privo di controindicazioni è sembrato essere l’immobilismo e, pur non condividendo questo atteggiamento, ne abbiamo preso atto e abbiamo frenato la ripartenza in attesa di più rassicuranti disposizioni da parte degli enti preposti. Rimaniamo comunque orgogliosi degli sforzi messi in campo per far ripartire il tennis a Sansepolcro, incoraggiati anche dal forte consenso ed entusiasmo dei nostri soci e sostenitori».

 

 

Da Sansepolcro

Il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli al consueto appuntamento serale:”Buonasera, oggi non abbiamo nuovi positivi nel territorio comunale. Siamo in attesa degli esiti dei tamponi effettuati nei giorni scorsi in modalità Drive Thru. La situazione comunque e’ stabile e da oggi tutte le famiglie hanno le mascherine donate dalla Regione.
Grazie ancora ai nostri volontari per la consegna in tutto il Comune. Mi raccomando di continuare a seguire le regole igieniche, in particolare come prevede l’ordinanza, di indossare mascherine nei luoghi chiusi; mantenere la distanza sociale in quelli aperti (1,8 metri) e, se ciò non fosse possibile, indossare la mascherina anche all’esterno.
Sansepolcro sindaco mauro-cornioli

Consegna mascherine a tutte le famiglie, operazione terminata.

E’ terminata la consegna delle mascherine alle 6000 famiglie del territorio comunale di Sansepolcro. Grazie all’enorme sostegno di Croce Rossa, Misericordia, Protezione Civile, Gruppo Agesci Scout Valtiberina 1 e delle Pro Loco delle frazioni, in poco più di un giorno le operazioni, coordinate dal Comune, sono terminate.
Adesso tutti i residenti hanno le mascherine volute dalla Regione Toscana, dopo l’ordinanza del Presidente Enrico Rossi che obbliga all’uso.
“E’ stato un grande lavoro – conferma il sindaco Mauro Cornioli – I nostri volontari, oltre 50, hanno dato l’ennesima prova di essere necessari, operativi, ben organizzati. Adesso l’impegno passa ai cittadini, che devono indossare le mascherine. Chiaramente, si deve uscire solo ed esclusivamente per i casi previsti, cioè per andare al lavoro, a fare la spesa o per urgenze di salute. L’invito è quindi di utilizzare i dispositivi nel modo corretto perché rappresentano uno strumento di protezione essenziale”.
Sansepolcro sindaco mauro-cornioliNello specifico ecco cosa prevede l’ordinanza:
1. di disporre l’utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente;
2. di disporre l’utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, quando, in presenza di più persone, è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale (1,8 metri);
3. fermo restando il rispetto del mantenimento delle misure di distanziamento sociale, di stabilire che le disposizioni di cui ai punti 1 e 2 non si applicano ai bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerino l’utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata da medici di famiglia e pediatri di libera scelta”.
L’ordinanza della Regione entra in vigore domattina, mercoledì 8 aprile, alle ore 8.00. Se qualcuno, per un errore o disguido non dovesse aver ricevuto le mascherine, può contattare il Comune.

 

Da Sansepolcro

Il sindaco di Sansepolcro, Mauro Cornioli: “Buonasera, oggi abbiamo registrato un nuovo contagiato nel territorio di Sansepolcro. Si tratta di una donna di 62 anni, familiare convivente di un caso positivo già noto. E’ ricoverata all’Ospedale San Donato di Arezzo. Con lei, salgono quindi a 2 i nostri concittadini ricoverati. L’augurio sincero da parte di tutti e’ che si rimettano in salute al più presto.
Un saluto, a domani”.
Sansepolcro sindaco mauro-cornioli

I ristoranti di Sansepolcro a casa nostra

Serviti e riveriti a casa vostra per Pasqua e Pasquetta da parte dei ristoranti di Sansepolcro che, oltre domenica 12 e lunedì 13 aprile, vi porteranno i piatti scelti, appositamente per voi, anche durante la settimana.

Tutti i giorni sono buoni.

Pasqua e Pasquetta 2020Affrettatevi a prenotare per passare una Pasqua…diversa, a casa vostra grazie ai ristoranti di Sansepolcro e al Centro Commerciale Naturale. Niente gita furi porta per Pasquetta, ma un bel pranzo, nella vostra casa, per gustare quanto vi è stato preparato.
L’appuntamento per rifrequentare, fisicamente, i ristoranti che, attualmente ci stanno vicino, sarà quando il virus se ne sarà andato. Allora ci ritroveremo nel centro storico di Sansepolcro, ma anche nel resto della città, per ringraziare chi si sta, ora, facendo in quattro per soddisfare quanto preferiamo assaggiare e mangiare, oltre a chi invece ha dovuto chiudere, momentaneamente, la propria attività in attesa di rivedervi quanto prima.
Per tutti gli altri giorni ecco i numeri di telefono da contattare:Centro Storico

Ci ha lasciato Aldo Osti, colui che aveva salvato….per la seconda volta, la Resurrezione di Piero

Il saluto ad Aldo Osti dell’Assessore Gabriele Marconcini

“Oggi se ne è andato Aldo Osti, il mecenate che aveva donato un cospicuo contributo per il restauro della Resurrezione di Piero della Francesca.
In questa foto che facemmo due anni fa in occasione dell’inaugurazione dell’opera restaurata, Osti – tra me e l’ex assessore Andrea Borghesi – appare subito come il prezioso anello di congiunzione tra le due diverse amministrazioni che hanno avuto l’onore, il merito e la responsabilità di ridare lucentezza al “dipinto più bello del mondo”.
Una semplice riprova del fatto che l’arte riesce a superare vertiginosamente le vicissitudini del presente (compresi gli schemi della dialettica politica) rendendo eterno ciò che l’uomo ha di più caro e puro.
GRAZIE dott. Aldo Osti, da cittadino di Sansepolcro, nonché da amante dell’arte, non potrò che esserLe per sempre riconoscente”.
Osti

Il cordoglio del comune :” E’ un giorno triste per Sansepolcro. E’ scomparso oggi Aldo Osti, cittadino onorario della nostra città dal 22 aprile 2016 per meriti culturali. Grande appassionato e conoscitore dell’arte, nello specifico di Piero della Francesca, nel 2014 Osti fece una cospicua donazione per il restauro della “Resurrezione”.
Era molto legato a Sansepolcro e la città gli ha sempre riconosciuto grande apprezzamento. Nato a Milano nel 1931, aveva frequentato le scuole a Roma dove la sua famiglia, di origine emiliana, si trasferì. Si era laureato in Scienze agrarie a Portici, Università degli studi di Napoli Federico II e in seguito ottenne il dottorato di ricerca in Economia Agraria presso la Cornell University nello Stato di New York.Aldo Osti ha sempre lavorato nell’industria alimentare italiana ed è stato dirigente allo stabilimento Buitoni. Un incarico che gli ha permesso di conoscere la realtà della Valtiberina e di affezionarsi ai nostri bellissimi paesaggi e alla nostra arte.
Sansepolcro deve molto ad Aldo Osti: lo ricordiamo con grande affetto e riconoscenza.Tutta la nostra comunità si stringe alla sua famiglia in questo momento di dolore”.