Aperte le iscrizioni per lo storico rally

Conto alla rovescia per l’Historic Rally. Il 13° Historic Rally delle Vallate Aretine, appuntamento di apertura del Campionato Italiano Rally Auto Storiche organizzato da Scuderia Etruria Sport ed in programma venerdì 3 e sabato 4 marzo , vede da oggi 1 febbraio l’apertura delle iscrizioni  che si concluderanno mercoledì 23 febbraio.

Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo

C’è grande attesa per il 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo. A circa una settimana dalla chiusura delle iscrizioni, aperte sino al 6 febbraio, sono già state protocollate diverse iscrizioni straniere, arrivate da Belgio, Croazia, Francia, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Slovenia, San Marino, a conferma della dimensione internazionale che ha assunto l’evento già dal 2022 ed amplificata quest’anno. 
In programma per l’11 e 12 febbraio, dalla gara di Valtiberina Motorsport  ci si aspettava un percorso mondiale e quanto chiesto è diventato realtà: vengono rivelati oggi i caratteri delle quattro diverse prove speciali previste, che saranno,  “Alpe di Poti”, “Battaglia di Anghiari”, “Cerbaiolo” e “San Salvatore”, le quali andranno a punteggiare il percorso complessivo fatto di 9 sfide, una da disputare una volta, una per due volte, due per tre volte. Un piatto decisamente forte, per la “prima” sterrata italiana, pronta ad illuminare questa prima parte di stagione nel modo più esaltante, appunto con strade che hanno fatto la storia mondiale dei rallies. Strade che da tempo sono state consegnate alla storia del motorsport, al mito.
Intanto, ci si avvicina giorno dopo giorno all’evento: la presentazione alle Autorità ed alla stampa avrà luogo ad Anghiari sabato 4 febbraio, alle 11,00 a Villa Gennaioli. 

Foto di Giuseppe Paci

Eco Rally le date mondiali

Dal 3 al 5 marzo il decimo Eco rally della Comunità Valenciana in Spagna al quale prenderanno parte i due volte campioni del mondo Conde-Sergnese che hanno lasciato gli altri….scannarsi in Svezia tra ghiaccio e neve con la vittoria arrivata per la coppia formata dal biturgense Guerrini e dal polacco Prusak.
In Spagna sarà una gara completa dove la coppia campione del mondo in carica, formata dagli iberici Conde e Sergnese vorrà arrivare al successo. In Svezia al secondo posto i francesi Malga-Bonner e al terzo l’altra coppia transalpina Mucchielli-Maxime.
In tutto ci saranno nove prove nel 2023, la prima, in Svezia, dal 26 al 28 gennaio, se ne è andata.

Queste le altre date:

3-5 marzo Spagna

24-25 marzo Repubblica Ceca

28 aprile-1 maggio Portogallo

18-20 agosto Svizzera

8-9 settembre Slovenia

29 settembre 1 ottobre Spagna

18-22 ottobre Montecarlo

16-18 novembre Italia

I partecipanti sono guidatori rigorosamente amatoriali di auto elettriche non modificate. Il risultato finale della FIA ecoRally Cup è determinato combinando la regolarità degli equipaggi – rimanendo il più vicino possibile alla velocità media durante le tappe – con la loro efficienza, il che significa consumare meno energia possibile lungo il percorso. Questa coppa è interamente dedicata ai veicoli elettrici che corrono nelle gare di regolarità e a quelli di normale produzione stradale con trasmissione elettrica, muniti di libretto di circolazione valido per la pubblica circolazione, senza alcun tipo di modifica alla vettura consentendo così ai concorrenti di utilizzare i propri veicoli destinati al loro utilizzo. Sono ammessi anche i prototipi se di uso quotidiano e omologati per la circolazione su strada all’interno dell’Unione Europea.

Team Rossi 4×4 Rally

Una rivoluzione per il Team Rossi 4×4 che gareggerà sulle dune del deserto con un motore con un’alimentazione ibrida combinata con l’idrogeno. La scuderia aretina ha ufficializzato la partecipazione all’impegnativa Carta Rallye, una gara in Marocco con partenza il 12 marzo da Guelmin e arrivo il 18 marzo a Merzouga, dove sarà presente con un’assoluta novità in grado di abbinare risparmio di carburante, energie alternative e riduzione delle emissioni. Il Nissan Patrol di Stefano Rossi sarà infatti dotato di un dispositivo in grado di autoprodurre idrogeno che verrà immesso nel sistema di alimentazione con la finalità di migliorare la combustione, le prestazioni e i consumi, oltre che di abbassare notevolmente i gas inquinanti.

Alla coppia Guerrini-Prusak la prima tappa dell’eco rally

Sul ghiaccio della Svezia Guerrini e Prusak vincono la prima gara dell’Eco rally mondiale. L’edizione dell’Östersund Winter Eco Rally, prima volta nel Paese scandinavo, si è disputata su 250 chilometri di prove speciali lungo le strade della Svezia centrale, ed è andato alla coppia formata dal valtiberino Guerrini e dal polacco Prusak. La prossima tappa ad inizio marzo in Spagna sulle strade della Comunità Valenciana con la partecipazione, assenti in Svezia, dei campioni del mondo in carica gli spagnoli Conde-Sergnese.

Mondiale Fia eco-rally 2023,

Dopo appena due mesi il campionato dedicato alle energie alternative torna, e questa volta parte dalla Svezia, con un’inedita gara su neve e ghiaccio. Confermato il team italo-polacco Guerrini/Prusak.
La coppia arriva da un bel piazzamento 2022 e prende parte a l’Östersund Winter Eco Rally che si concluderà il 28 gennaio. Al via non ci saranno i campioni del mondo in carica Conde-Sergnese, ma la concorrenza sarà comunque agguerrita grazie alla presenza di nomi importanti e di 13 team svedesi.
Anche quest’anno ci saranno auto Kia e Hyundai: le case automobilistiche coreane, protagoniste delle ultime due stagioni, si apprestano a vivere un altro particolare momento. Guerrini e Prusak si presenteranno nuovamente sotto i colori di Team Autotest Motorsport, con la Kia e-Niro.

A marzo l’Historic Rally

Eccoci all’Historic Rally delle Vallate Aretine. Scuderia Etruria Sport, organizzatrice dell’appuntamento inaugurale del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, è pronta a regalare al panorama nazionale una sfida che – venerdì 3 e sabato 4 marzo – renderà interpreti le vetture che hanno scritto la storia del motorsport. Cuore dell’evento sarà la città di Arezzo, pronta ad abbracciare le cerimonie di partenza e di arrivo della gara e ad affidare alle strade della sua provincia un confronto che interesserà anche le vetture di Regolarità Sport, attese alla chiamata del 10° Regolarità Sport Vallate Aretine.
Sono 108 i chilometri e duecento metri: questa la lunghezza totale espressa dalle prove speciali “Rosina”, “Portole” e “Rassinata”, tratti che garantiranno al Tricolore Auto Storiche le prime affermazioni, assoluta e di raggruppamento.
L’arrivo della prima vettura è in programma alle ore 18.49 ad Arezzo, in Via Crispi, sabato 4 marzo. La precedente edizione vide primeggiare Angelo Lombardo. Il pilota di Cefalù, al volante di una Porsche Carrera RS, A completare il podio furono Davide Negri – vincitore del 4° Raggruppamento su Subaru Legacy – ed Alberto Salvini, su Porsche Carrera RS. La fase di iscrizione al 13° Historic Rally delle Vallate Aretine sarà aperta da mercoledì 1 febbraio, con il termine ultimo fissato a mercoledì 23 febbraio.

Rally della Valtiberina

Con le iscrizioni aperte sino al 6 febbraio, il 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo, in programma sabato 11 e domenica 12 febbraio, è nel pieno della fase organizzativa. C’è tanto fermento, intorno all’evento di Valtiberina Motorsport, piloti, appassionati ed addetti ai lavori si aspettano un percorso mondiale con Alpe di Poti, Battaglia di Anghiari, Cerbaiolo e Sansepolcro, previsti come gli scenari della sfida, Sono 9 le prove speciali in totale ed una sarà ripetuta una volta, una per due volte, due per tre volte.
E’ questo rally il primo sullo sterrato in Italia con strade che hanno fatto la storia mondiale dei rallies.
La presentazione alle Autorità ed alla stampa avrà luogo ad Anghiari sabato 4 febbraio, alle 11,00 a Villa Gennaioli.
Ad avvalorare ancora di più questa terza edizione della gara vi sarà la riconfermata validità del Challenge Raceday Rally Terra, il celebre campionato che si diluisce a cavallo delle due stagioni e che arriverà sul territorio aretino per quello che sarà il secondo appuntamento, dopo quello in dicembre del Prealpi Master Show.
Sino ad ora si sono registrati 51 iscritti, alla serie Raceday, che nella classifica assoluta vede in testa con 16 punti lo sloveno Bostjan Avbelj (Skoda), con due soli punti sul sammarinese Jader Vagnini (Skoda) è terzo è un altro straniero, il francese Quilichini (Skoda), di un punto ancora dietro. Grande lotta ai vertici, quindi, alla prima in terra trevigiana, che lascia immaginare una sfida accesa per questa seconda prova, dove sono attesi nomi di rilievo, come Andrea Dalmazzini ed Edoardo Bresolin, entrambi stati lontani dalle corse da diverso tempo ma pronti a ribadire la loro forza.

Il 3° Rally Terra del Tevere e Arezzo

La seconda gara di quest’anno in Italia e la prima su strada bianca entra oggi nella sua fase importante, quella che sino a lunedì 6 febbraio definirà poi il plateau di partenza.
La gara della Valtiberina è stata confermata al rango “tricolore” per le vetture storiche, che apriranno le partenze, avrà di nuovo la validità “internazionale” conferita dal TER-Tour European Rally Series, e sarà pure il secondo atto della serie Raceday, della quale ha sposato in pieno la filosofia.
Protagonista il territorio aretino ed i suoi percorsi mondiali: dalla Valtiberina l’evento si porta ad Arezzo, che ospiterà la partenza.

Eccoci al Rally. Aperte le iscrizioni

Si sono aperte oggi e ci sarà la possibilità sino a lunedì 6 febbraio, per le iscrizioni al 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo, in programma per sabato 11 e domenica 12 febbraio. Valtiberina terra di rally, basta pensare a quando il famoso Rally di San Remo passava dalla città biturgense. Negli anni, non scordiamoci, infatti,  che il rally in riva al Tevere era di casa e adesso abbiamo, grazie alla Valtiberina Motorsport questa terza edizione, che ha avuto apprezzamenti  da parte di piloti e non, per un percorso difficile e competitivo.
Il rally che ha avuto la partecipazione delle amministrazioni di Sansepolcro, Pieve S.Stefano, Anghiari, alla quale quest’anno si è aggiunta Monterchi, coinvolgerà anche Arezzo, dove avrà luogo la partenza sabato 11 febbraio, alle ore 15 e dove si avrà una prova speciale decisamente ricca di storia. Avremo inoltre un villaggio Rally che oltre a pubblicizzare le auto e i piloti partecipanti, sarà anche un bel volano per il territorio e la Valtiberina. Verranno proposte in totale 9 prove speciali, con il percorso complessivo della manifestazione che si svolgerà su  circa 300 km complessivi.
Il rally sarà la seconda gara in Italia, la prima su fondo sterrato e come nel 2022 la manifestazione sarà il primo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico, consentendo alle vetture storiche di partire in testa. Confermata poi l’internazionalità, grazie alla rinnovata validità per il Tour European Rally Series, di cui sarà la tappa iniziale, oltre alla certezza del Challenge Raceday Rally Terra, di cui sarà il secondo appuntamento sui quattro della stagione 2022-23. Già venerdì 10 febbraio sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica, che si svolgeranno a Sansepolcro (previste anche al sabato mattina), le ricognizioni saranno il 10 e 11 febbraio, lo Shakedown sarà ad Anghiari (sabato 11 febbraio ore 08,00-11,00) e la partenza, come detto, sarà da Arezzo – Via Spallanzani, dalle 15,00 Si svolgerà un Riordino di metà pomeriggio a Monterchi e dopo lo svolgimento di tre prove speciali complessivamente nel sabato pomeriggio, avverrà il riordinamento notturno tra le due giornate di gara sotto le mura medioevali di Anghiari. L’arrivo avrà luogo a Porta Fiorentina di Sansepolcro dalle ore 16,30 di domenica 12 febbraio, dopo lo svolgimento di altre 6 Prove Speciali. La seconda edizione della gara, lo scorso anno, vide il successo del giovane vicentino Alberto Battistolli, in coppia con Simone Scattolin, su Skoda Fabia R5. La gara delle auto storiche fu invece appannaggio dei reggiani Tonelli-Debbi, su una Ford Escort RS.