Lo Spino si corre a giugno.

Si terrà venerdì 5, sabato 6 e domenica 7 giugno l’11ª edizione della Cronoscalata Storica dello Spino, assieme alla 48ª della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, riservata alle auto moderne.
La gara si correrà ancora una volta sui 6 chilometri della provinciale 208 che dall’immediata periferia di Pieve Santo Stefano conducono fin quasi all’abitato di Montalone.
Un mese prima, a Pieve, vi sarà un altro evento motoristico inedito: la prima delle cinque tappe del Trofeo delle Vallate Aretine, campionato di regolarità con prove di abilità.
peroni spino 2019 (003)

L’anno 2019 si è chiuso con il botto per lo sport a Sansepolcro. Il 2020 si annuncia ancora più interessante.

Un 2019 che ci lascia per un 2020 che tutti si augurano fantastico. Sansepolcro e le sue prime squadre, sportivamente parlando, stanno per ripartire con i numerosi impegni che interesseranno i singoli atleti come tutti i team cittadini.

guido guerrini e emanuele calchetti

Guerrini e Calchetti

Cominciamo con l’automobilismo dove il pilota Guido Guerrini, che negli anni passati ha vinto un titolo mondiale, e il copilota Emanuele Calchetti hanno corso l’intera stagione con i colori della scuderia Audi Team Autotest Motorsport ottenendo, assieme ai compagni di squadra Kofler e Gaioni, la vittoria del titolo mondiale costruttori, la prima nella storia di Audi nelle competizioni ad energie alternative. Al duo di Sansepolcro anche la soddisfazione del terzo gradino finale del podio mondiale.
Altri interessanti piloti sono i fratelli Giacomo e Andrea Piccini con le Ferrari 488 del Kessel Racing.

Riguccini 21-09-19 bis

Riguccini

Un campione del mondo, nel pugilato, per la Wbc, nella categoria pesi Welter, Silver Interim, Sansepolcro ce lo ha con Alessandro Riguccini che ha difeso il titolo Silver a Cancun in Messico ed ora spera di salire la china nella sua categoria verso le alte sfere “gold” dei pesi Welter.

Sansepolcro 2019-2020 al Buitoni

Sansepolcro

Ed arriviamo al calcio dove in Eccellenza Umbra i bianconeri di Bonura hanno messo a segno un finale di anno da far venire i brividi: prime 9 partite: 11 punti, 2 gare vinte, 5 pareggiate e 2 perse, 8 gol fatti e 8 incassati, roba da mettersi le mani nei capelli; ma poi…ultime 7 delle 16 partite disputate: 19 punti sui 21 disponibili, 6 vittorie, 1 pareggio, zero sconfitte, con 15 gol fatti e 7 subiti. In totale secondo posto con 30 punti, alle spalle delle due battistrada Tiferno e Spoleto con 31 punti, ma davanti a Narnese, 27, Orvietana 26, Lama 24, con la lotta per tornare in serie D nuovamente aperta. Prossimo impegno domenica 12 gennaio, alle 14,30 a Spoleto contro la Ducato.
Da rilevare, inoltre, che anche il calcio femminile sta riproponendosi in città.

New Volley Borgo Sansepolcro 2019-2020

New Volley Borgo Sansepolcro

Ed eccoci alla pallavolo dove in serie C la New Volley Borgo Sansepolcro cerca di arrivare ai play off per continuare a mettere in mostra i tanti giovani di cui dispone, dopo essersi privata anche di un elemento, Patrick Valenti, che è approdato in serie B a Città di Castello. Prossimo impegno sabato 11 gennaio alle ore 18, nella tana dell’imbattuta capolista Iacact Perugia.

Dukes-Montevarchi 82-54

Dukes Basket

Passiamo al Basket dove la Dukes Sansepolcro sta, sino ad oggi, dominando il campionato di promozione maschile e si avvia….toccando ferro, verso la serie D. La squadra di Mameli ha vinto anche a Siena e, ad oggi, guida solitaria la vetta della classifica con 18 punti, una sola sconfitta su 10 partite giocate, due punti di vantaggio sull’Amen Basket Aretina e 4 su Cus Siena e Lastra a Signa. Prossimo impegno mercoledì 8 gennaio, alle 21, al Palasport di Sansepolcro, quando arriverà il fanalino di coda, Sales Firenze. Ma non ci dimentichiamo certamente dello Special Olympics della Dukes, con la squadra che ha recentemente partecipato ad un torneo in Germania, dopo i tanti successi in Italia, sponsorizzata da un’azienda, la G & Cosmetics di Sansepolcro.

kARATE 25-11-19

Karate Sansepolcro

Ed ora il Karate, con la Scuola di Sansepolcro, diretta dal Maestro Gabriele Parlani, cintura nera 5° dan che dal centro di allenamento, nella frazione Melello, ha portato alla conquista del primo dan, cintura nera, cinque suoi allievi, Amun Moraldi, Matteo Scarscelli,  Michael Ricci, Emanuele Barili, Steve Simone, che a Firenze hanno recentemente superato gli esami non certo semplici.

Ginnastica Petrarca - Farina Adreani e Mortimer

Anita Adreani al centro

Passiamo alla ginnastica artistica perché Sansepolcro può vantare un’atleta, Anita Adreani, che con la Petrarca Arezzo, in Serie A2, dopo essere stata in A1, sta scalando le vette di questo bellissimo sport. Una famiglia di sportivi, quella degli Adreani, con il padre Alessandro amante delle moto, i fratelli Corrado e Riccardo, impegnati nei campionati di Eccellenza Umbra e Toscana di calcio. Hanno tanto seguito, proprio a Sansepolcro, anche due sport, come il golf e il tennis.

Caldese golf 08-04

Golf

Il Golf vede i giocatori biturgensi, cimentarsi nelle varie categorie, proponendo anche golfisti che sono alle soglie del professionismo vero e proprio, o, quanto meno, stanno ottenendo risultati importanti, mentre per il tennis ci sono due società, il Circolo Valtiberina Tennis e Sport, e il Circolo Tennis di Sansepolcro, con quest’ultimo che ha portato anche un suo atleta, Luciano Dhualde, Campione Toscano, al Foro Italico di Roma, in terza categoria.

Sansepolcro

Sansepolcro

Un plauso ai tanti appassionati atleti dell’Avis Sansepolcro che nell’arco di ogni anno trovano importanti successi, tra i giovani e i meno giovani, in atletica leggera. Non ci dimentichiamo certo dei numerosi appassionati di ciclismo e moto che prendono parte ad importanti manifestazioni in tutta Italia, il tutto sempre sotto il nome di Sansepolcro.

Il pilota Andrea Piccini e il 2019

Andrea Piccini e i compagni di equipaggio, Sergio Pianezzola e Claudio Schiavoni,  sulla Ferrari 488 Gte sono riusciti a conquistare un importante podio nella European Le Mans Series 2019 proprio nell’ultima tappa in Portogallo a Portimao. Un epilogo in crescendo per il pilota di Sansepolcro.
“E’ stata un’annata sicuramente positiva – commenta Andrea Piccini – siamo stati quasi sempre i più veloci fra le Ferrari e a Barcellona, nella seconda gara, abbiamo conquistato la pole. Solo qualche errore di troppo ci ha precluso la possibilità di vincere a Spa e, nell’ultima sfida in Portogallo, la safety car ci ha negato un trionfo oramai sicuro. Ciononostante, la stagione è stata soddisfacente. In modo particolare sono contento delle mie prestazioni, visto che sono risultato spesso il più veloce fra i piloti Ferrari. La classifica non rispecchia le effettive potenzialità e ciò che abbiamo dimostrato, ma alla fine contano i punti”.
ferrari presentazione PicciniUn 2019 di crescita anche per i tuoi compagni di squadra, Pianezzola e Schiavoni.
“Basterà citare la 24 Ore di Le Mans: abbiamo ottenuto un risultato incredibile, con Pianezzola e Schiavoni entrambi al debutto nella “maratona” automobilistica più famosa al mondo. Siamo riusciti a portare a termine la gara, dimostrando anche in questa circostanza di essere quasi sempre i più veloci fra le Ferrari, per cui contenti sia della performance che per aver visto la bandiera a scacchi in una gara così difficile”.

 

Un’annata di grandi soddisfazioni per i ragazzi della Torino-Pechino

Dopo la stagione quasi sabbatica nel 2018, quando tutte le energie furono concentrate nella spedizione dall’Atlantico al Pacifico (e ritorno) con il diesel-metano, il rientro nei campionati agonistici, italiano e mondiale, è stato per l’associazione valtiberina Torino-Pechino al di sopra di ogni ottimistica previsione.
Guerrini e Calchetti 17-11-19Il pilota Guido Guerrini e il copilota Emanuele Calchetti hanno corso l’intera stagione con i colori della scuderia Audi Team Autotest Motorsport ottenendo, assieme ai compagni di squadra Kofler e Gaioni, la vittoria del titolo mondiale costruttori, la prima nella storia di Audi nelle competizioni ad energie alternative. Il duo di Sansepolcro ha ottenuto una vittoria in Svizzera, tre secondi e tre terzi posti, ma anche altri due piazzamenti a punti su un totale di dodici gare disputate tra Europa e America. Una striscia positiva che oltre ad aver contribuito al mondiale di Audi ha aiutato Kofler e Gaioni nella conquista del titolo piloti e copiloti, permettendo al team di centrare una storica tripletta iridata. Per Guerrini e Calchetti anche la soddisfazione del terzo gradino del podio mondiale.
bilancio torino-pechino .jpgIl campionato italiano è stato meno impegnativo, come numero di gare, visto che i titoli sono stati assegnati dopo tre soli ecorally nei quali i ragazzi valtiberini, a bordo della Seat Leon a biometano messa a disposizione da Piccini Paolo Spa e Scuderia Etruria Racing, sono sempre saliti sul podio con due secondi e un terzo posto. La copilota pievana Francesca Olivoni ha partecipato a tutte le gare italiane, mentre alla guida si sono alternati Guido Guerrini e Cesare Martino, con quest’ultimo terzo assoluto nel campionato tricolore. Francesca Olivoni, oltre ad aver centrato il titolo di vicecampionessa italiana, ha avuto modo di partecipare anche a due gare del Campionato mondiale (Grecia e Monte Carlo), ottenendo punti anche nella classifica iridata.
guido guerrini e emanuele calchettiUn’altra interessante esperienza realizzata dall’associazione Torino-Pechino è stata, a fine estate, la partecipazione all’International Gas Forum di San Pietroburgo, dopo un viaggio di circa 10.000 chilometri, effettuato a bordo della Seat Leon di Piccini, interamente usando metano e biometano.
Bocche cucite relativamente agli impegni dei piloti e copiloti toscani per la stagione 2020: l’unica indiscrezione che traspare è la volontà di proseguire le esperienze con ogni tipo di motorizzazione ecologica, evitando di concentrarsi su una sola tipologia. Il metano e il biometano potrebbero essere ancora al centro di un grande e lungo viaggio, cosa per ora impossibile con le basse autonomie e le problematiche di ricarica dell’elettrico.

 

Guerrini e Calchetti secondi in Spagna, i compagni di squadra  Kofler e Gaioni vincono il mondiale

Ci volevano…..pochi, ma significativi punti per vincere il mondiale. E’ bastato, allora, il quinto posto, nella tredicesima e ultima gara della stagione a Kofler e Gaioni, su Audi E-Tron, per scavalcare, sul filo di lana, i rivali Prusak e Benchetrit e conquistare così i titoli mondiali piloti e copiloti del Campionato FIA di rally per auto elettriche. La coppia altoatesina di Audi Team Autotest Motorsport arrivava all’Eco Rallye spagnolo de la Comunitat Valenciana, con base a Castellón de la Plana, indietro di 2,75 punti rispetto agli avversari, che su BMW i3 hanno chiuso la gara al 14esimo posto per una pesante penalizzazione. Con i franco-polacchi fuori dai punti, a Kofler e Gaioni sarebbe stato necessario arrivare almeno settimi e conquistare così i 3 punti per raggiungere la vittoria finale. E la missione è stata compiuta, seppure non senza patemi, visto che dopo due prove i sudtirolesi erano scesi in nona posizione, da dove sono inesorabilmente risaliti con ritmi, da lì in poi, da vittoria.
Guerrini e Calchetti 17-11-19La stagione 2019 è un trionfale “triplete” per Audi Team Autotest Motorsport, che si era già aggiudicata due gare fa il titolo costruttori. Podio iridato anche per l’altro equipaggio della scuderia, quello composto da Guido Guerrini ed Emanuele Calchetti: i toscani, di Sansepolcro, sono arrivati secondi in Spagna dietro i vincitori Marcos e Oiarbide su Kia E-Soul e un largo vantaggio sui terzi classificati, i campioni del mondo in carica Malga e Bonnel su Tesla 3, che così sono rimasti alle spalle di Guerrini e Calchetti in classifica generale e in questa stagione si sono dovuti accontentare del quarto posto mondiale. Quarto posto a Castellón de la Plana invece per gli ottimi sloveni Spacapan e Kobal su Nissan Leaf.
Con i risultati odierni, Kofler vince il proprio quarto titolo mondiale, mentre Gaioni conquista il secondo titolo personale, portando Audi Team Autotest Motorsport ad essere una delle scuderie più titolate nella storia delle competizioni FIA energie alternative.

 

 

 

Mondiale elettrico FIA, ultimo atto carico di suspense

Kofler e Gaioni devono recuperare meno di tre punti per vincere i titoli piloti e co-piloti, Guerrini e Calchetti difendono il terzo posto in classifica generale

Eccoci all’ultimo atto. Si corre in Spagna. L’Eco Rallye de la Comunitat Valenciana, con base a Castellón de la Plana, prenderà il via la mattina di venerdì 15 novembre per concludersi domenica 17 ed assegnerà il titolo mondiale piloti nei tre giorni di gara con gli equipaggi che percorreranno 470 chilometri, 210 dei quali distribuiti in 10 prove speciali a velocità costante.

Kofler-Gaioni (002)

Kofler e Gaioni

È un finale di stagione al cardiopalma quello che attende la carovana della FIA E-Rally Regularity Cup, il campionato del mondo di rally per veicoli elettrici. Alla tredicesima e conclusiva tappa di questa lunga annata, l’Eco Rallye de la Comunitat Valenciana, arriva infatti sul filo di lana: la coppia altoatesina composta da  Kofler e  Gaioni, su E-Tron della scuderia Audi Team Autotest Motorsport, deve infatti recuperare 2,75 punti al duo formato da  Prusak e  Benchetrit. Questo significa che una vittoria (15 punti) garantirebbe il titolo agli italiani, visto che il secondo posto assegna 12 punti. Kofler e Gaioni sarebbero campioni anche se arrivassero secondi e Prusak-Benchetrit terzi (12 e 9 punti rispettivamente), mentre se le due coppie dovessero arrivare più indietro sarebbe necessario essere davanti ai franco-polacchi di più di una posizione. Insomma, uno scenario apertissimo!

guerrini-calchetti.jpg

Calchetti e Guerrini

Emozionante anche la lotta per il terzo posto, dove l’altra E-Tron di Audi Team Autotest Motorsport, quella dei toscani, biturgensi, Guido Guerrini ed Emanuele Calchetti, dovrà difendere il podio iridato dai francesi Malga-Bonnel, indietro di 7 punti.
L’auspicio è che possano ripetersi i risultati dell’altra gara spagnola di questa stagione, quella dei Paesi Baschi, quando Audi ottenne la vittoria matematica del titolo costruttori e Kofler e Gaioni, secondi, riuscirono a staccare nettamente i diretti avversari, giunti settimi alla bandiera a scacchi.

Amaro Monte Carlo: gara storta per Audi Team Autotest Motorsport a Monaco

Anche i migliori…piangono e il rally elettrico di Monte Carlo porta ben poche soddisfazioni, infatti, al team della casa automobilistica di Ingolstadt, che non riesce ad andare a punti dopo una gara in cui è successo di tutto. Alla fine, delle tre Audi E-Tron della squadra, reduce dalla conquista anticipata del titolo mondiale costruttori, il miglior piazzamento è solo un 13esimo posto, quello dei biturgensi Guido Guerrini ed Emanuele Calchetti: il duo toscano, sul podio dopo i primi due giorni di gara e vincitore di una prova speciale, è sceso dapprima al quinto posto, ostacolato da un veicolo lento, e poi ha perso ulteriori posizioni nelle ultime tappe.
Poco dietro a Guerrini e Calchetti si è piazzata la coppia sudtirolese composta da Kofler e Gaioni, che ha chiuso al 16° posto dopo aver fronteggiato una serie di circostanze sfavorevoli, tra cui un gregge di pecore che occupava la strada durante una prova speciale.

Guerrini e Calchetti al Rally di Monte Carlo (002)

Guerrini e Calchetti

Solo trentacinquesima la terza E-Tron di Unterholzner e Olivoni: anche loro partiti molto bene vincendo una speciale, sono precipitati indietro per non essere riusciti a terminare una tappa a causa di problemi ad alcune delle colonnine elettriche presenti lungo il percorso.
Ma se Atene piange, Sparta non ride fino in fondo: i diretti rivali di Kofler e Gaioni per la conquista dei titoli iridati piloti e copiloti, Prusak e Benchetrit, che sono stati in testa per tutta la gara su DS3 E-Tense, si sono visti infatti soffiare la vittoria nella tappa finale per un solo secondo dalla Tesla S dei francesi Ozon e Glatigny.
I risultati della dodicesima e penultima gara del mondiale elettrico 2019 determinano una situazione straordinariamente aperta: calcolati gli scarti obbligatori dei peggiori punteggi previsti dal regolamento, Prusak e Benchetrit sopravanzano infatti Kofler e Gaioni in vetta alla classifica di soli 2,75 punti, e l’ultima corsa, che assegnerà 15 punti al vincitore e 12 al secondo classificato, diventerà uno scontro diretto al cardiopalma. Appuntamento quindi per questo emozionante finale di stagione dal 15 al 17 novembre con l’Eco Rallye de la Comunitat Valenciana a Castellón, in Spagna.