Il Tennis Giotto Arezzo si fa onore

Un titolo italiano, cinque titoli toscani e due promozioni nel 2020 del Tennis Giotto Arezzo. Il circolo ha archiviato l’annata sportiva con numerosi successi individuali e a squadre che, oltre ad averne ulteriormente impreziosito l’albo d’oro, hanno ribadito la bontà del percorso di crescita sportiva tracciato dalla visione della dirigenza e curato dalla professionalità del gruppo maestri. In un’annata caratterizzata dalle incertezze e dal lungo stop delle attività, infatti, il Tennis Giotto è riuscito comunque a confermarsi competitivo a livello regionale e nazionale in diverse categorie dal settore giovanile alla seniores.
I grandi protagonisti dell’ultima stagione sono i ragazzi nati nel 2008 e militanti nell’Under12, con Gianmarco Cartocci, Raffaele Ciurnelli e Lorenzo De Vizia che hanno prima vinto il campionato regionale per il secondo anno consecutivo e che hanno poi trionfato nelle finali dei campionati nazionali al termine di un entusiasmante percorso in cui non hanno perso nemmeno un set. Oltre ai successi a squadre, questi atleti hanno centrato gli altri titoli in palio nei campionati toscani di categoria, con Ciurnelli che si è laureato campione nel singolo e la coppia Ciurnelli-De Vizia che ha meritato il titolo nel doppio.
Ad impreziosire ulteriormente l’annata sportiva ha inoltre contribuito il successo dello stesso Ciurnelli nella Winter Cup con la nazionale italiana, con il tennista del Tennis Giotto che ha trionfato nella più importante manifestazione europea giovanile. Gli altri due titoli toscani sono stati merito di Sofia Scatola del 2006 che aveva iniziato l’anno laureandosi campionessa regionale di Terza Categoria e della squadra femminile formata da Rachele Bacciarini, Sofia Farsetti, Sofia Macis e Matilde Mariani che si è imposta nel campionato regionale Under18.
Particolari soddisfazioni sono arrivate anche dai campionati a squadre seniores dove il Tennis Giotto ha festeggiato ben due promozioni, con la squadra maschile di C che ha colto l’obiettivo della salita in B2 (nella foto) e con la squadra di D2 che ha raggiunto la D1. La prima squadra maschile di B e la prima squadra femminile di C hanno infine sfiorato il passaggio nella categoria superiore, arrendendosi entrambe nella finalissima dei Play Off.

I dati covid ad Arezzo e Provincia

Aggiornamento quotidiano dati Covid

Azienda USL TSE

Provincia di  Arezzo

Periodo di riferimento: dalle ore 14 del 24 novembre alle ore 14 del 25 novembre 2020

Il numero di nuovi casi positivi nella Asl Tse è  di 133  unità, di cui 97  nella provincia di Arezzo e per i quali sono stati effettuati 2132 tamponi.

Le persone positive in carico sono 2787.  Si registrano  16 guarigioni  e due decessi

Casi per Provincia e totale ASL TSE

 Nuovi casi
Asl TSE133
  
Provincia di Arezzo97
Provincia di Siena8
Provincia di Grosseto27
Extra USL1

Nuovi casi positivi per classi d’età

Provincia0 – 1819 – 3435 – 4950 – 6465 – 79over 80
Arezzo24122417164
Grosseto594711
Siena1331
Totale ASL TSE29223127185

Trend ultima settimana casi positivi (così come comunicati nei precedenti report)

ProvinciaGiovedì 19/11/20Venerdì 20/11/20Sabato 21/11/2020Domenica 22/11/2020Lunedì 23/11/20Martedi 24/11/20Mercoledì 25/11/20
Arezzo159161114126625897
Siena6078585824 318
Grosseto62115655152 3327
Totale Asl Tse289359237235140  124 133

Nuovi casi per Comune della provincia di Arezzo (i comuni non indicati hanno zero nuovi casi)

ComuneNuovi casi
  
Anghiari2
Arezzo32
Bibbiena1
Bucine1
Caprese Michelangelo1
Castel Focognano2
Castel San Niccolò1
Castelfranco Piandiscò1
Castiglion Fiorentino2
Cavriglia2
Civitella In Val Di Chiana3
Cortona9
Laterina Pergine Valdarno3
Loro Ciuffenna2
Lucignano2
Monte San Savino2
Montevarchi5
Ortignano Raggiolo1
Pratovecchio-Stia6
San Giovanni Valdarno5
Sansepolcro4
Sestino1
Subbiano3
Terranuova Bracciolini6

Ricoveri

Posti letto occupati
Degenza Covid San Donato Arezzo110
  
TI San Donato Arezzo23
  
TI Nottola6
  
Degenza Covid Misericordia Grosseto72
  
TI Misericordia Grosseto14
  

Ulteriori informazioni

  Numero di tamponi effettuatiProvincia di Arezzo2132
Provincia di Siena1074
Provincia di Grosseto910
  Persone Positive in caricoProvincia di Arezzo2787
Provincia di Siena1240
Provincia di Grosseto1750
  Di cui a domicilioProvincia di Arezzo2429
Provincia di Siena985
Provincia di Grosseto1526
  Numero di persone contatti stretti in quarantenaProvincia di Arezzo4446
Provincia di Siena2774
Provincia di Grosseto2694
  Persone Guarite                   Provincia di Arezzo16
Provincia di Siena5
Provincia di Grosseto28
      
Persone decedute Ospedale San Donato Arezzo             Ospedale Misericordia Grosseto            Donna 95 anni Donna 88 anni Entrambe decedute il 24 novembre     Uomo 82 anni deceduto il 25 novembre

Il nuoto on-line

Una serata dedicata alle evoluzioni dell’insegnamento del nuoto. L’iniziativa, promossa in videoconferenza su Zoom dalla Chimera Nuoto, è in programma alle 21.00 di venerdì 27 novembre e permetterà di vivere un’occasione di formazione rivolta a tutti gli appassionati di discipline acquatiche. Il relatore sarà Emanuele Narcisi, tecnico della Orizzonte Blu di Montefiascone e tra i massimi esperti italiani di pedagogia natatoria, che tornerà ad essere ospite del ciclo di incontri on-line della società aretina con l’obiettivo di analizzare il “nuoto del domani”.
Narcisi sarà intervistato dal direttore sportivo della Chimera Nuoto Marco Magara e, partendo dai suoi studi e dalle sue esperienze in vasca, proporrà una riflessione incentrata sulle problematiche riscontrate con le attuale metodologie di insegnamento per arrivare ad illustrare la necessità di prevedere una riorganizzazione della disciplina.
Nel corso della serata saranno analizzate le specificità delle diverse fasce d’età dal “Nuoto baby 0-4 anni” all’agonismo, in un clima di confronto che troverà il coinvolgimento diretto dei tecnici e degli istruttori presenti che potranno interagire con Narcisi, presentare i problemi incontrati nel loro lavoro a bordo vasca e ottenere utili consigli in vista della prossima riapertura delle piscine. L’obiettivo, infatti, è di sfruttare l’attuale momento di stop delle attività per attivare un percorso di formazione, di aggiornamento e di crescita utile per migliorare la didattica orientata alla costruzione del nuotatore nelle diverse fasi della vita: neonati, bambini, ragazzi e adulti. «Questo ciclo di incontri in video-conferenza – commenta Magara, – sta coinvolgendo circa duecento tecnici e istruttori da tutta la penisola che approfittano dell’opportunità di poter vivere un costruttivo momento dove confrontare le esperienze e interrogarsi sulle diverse modalità di insegnamento. Una formazione continua e condivisa, infatti, è basilare per migliorare i processi di crescita dei nuotatori e per adattarli all’attualità».

Le preoccupazioni degli Impianti di Sci Italiani



Un Natale con le piste chiuse darà il colpo di grazia 
all’intera economia della montagna
 24 novembre 2020_“Siamo fortemente preoccupati per la linea rigorista adottata in queste ore dal Governo” dichiarano la Presidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli e la Presidente di Anef Associazione Nazionale Esercenti Impianti a Fune, Valeria Ghezzi che – proprio alla vigilia dell’inaugurazione della stagione invernale e nonostante i rigidi protocolli di sicurezza adottati da tutti gli operatori – vedono imposta la chiusura degli impianti sciistici. Il fatturato del turismo invernale – dichiara Lalli – sfiora i dieci miliardi di euro, di cui un terzo delle entrate si realizza proprio nel periodo compreso tra l’Immacolata e l’Epifania. La filiera che vive dell’industria della neve è lunghissima e comprende hotel, ristoranti, trasporti, scuole di sci che con la chiusura delle piste proprio nel momento di loro massima attività rischiano di vedere bruciati fino a tre miliardi di euro. Comprendiamo la necessità di voler evitare di ripetere gli errori commessi l’estate scorsa, ma con il fermo degli impianti di risalita, purtroppo anche prevedendo un’apertura delle piste a metà gennaio, ormai l’intera stagione sarà inevitabilmente compromessa”. 
 
“Gli operatori del settore riconoscono, naturalmente, la gravità dell’emergenza in atto e l’attenzione primaria che deve essere rivolta alla salute degli italiani – aggiunge Valeria Ghezzi – ma quello che chiediamo è di essere ascoltati come categoria e di essere trattati come gli altri settori e cioè in base all’andamento del contagio. Non chiusi a priori. Un operaio degli impianti ha come obiettivo primario la sicurezza del trasporto, non il divertimento. Non identifichiamo lo sci quale attività sportiva con la movida perché è un gravissimo errore. Lo sci, come ogni altra attività che il governo intende riaprire si atterrà con scrupolo ai protocolli e alle regole di sicurezza. Come avvenuto Oltralpe, chiediamo al governo di confrontarsi con noi per capire la vera natura della nostra attività. Le recenti dichiarazioni del Governo arrivate a noi solo via stampa (sic!) rischiano di far crollare l’intero comparto”.
 
Le aziende funiviarie presenti in Italia sono oltre 400, con 1500 impianti di risalita (di diversa tipologia). Gli impianti sono serviti da circa 3.200 km di piste (lunghezza lineare), che per il 72% sono dotate di innevamento programmato che richiede oltre 100 milioni di euro: all’inizio della stagione invernale le società impianti hanno sostenuto ormai il 70% dei propri costi per aprire in sicurezza (di trasporto e gestione e non solo sicurezza Covid). Il comparto montagna, nel solo arco alpino, offre lavoro a oltre 120mila persone (la maggior parte delle quali con contratti stagionali). La chiusura sarebbe drammatica per gli impianti e, a catena, tutte le attività/strutture collegate: hotel, rifugi, ristoranti, attività commerciali, maestri di sci, noleggi.
 
“Abbiamo pronte – prosegue Ghezzi – tutte le procedure per evitare le code alle casse per l’acquisto degli skipass, agevoleremo il più possibile l’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti online. Faremo poi girare gli impianti alla massima velocità prevista, per far salire le persone più rapidamente e limitare ancora di più le code all’ingresso”.
 
Fondamentale poi ricordare che svolgere attività sportiva all’aperto ha degli indubbi effetti positivi sulla salute del corpo e della mente. Se vissuto con responsabilità, lo sci è uno degli sport più sicuri da questo punto di vista: individuale, distanziato, all’aria aperta, con naso e bocca spesso coperti.
 
 
ANEF
ANEF, a livello nazionale, è l’unica associazione di categoria del settore riconosciuta da Confindustria, aderisce a Federturismo ed è anche l’unico interlocutore accreditato presso le organizzazioni sindacali ai fini del rinnovo del CCNL di settore. In ambito internazionale, ANEF aderisce a FIANET (Fédération Internationale des Associations Nationales d’exploitation de telepheriques) e OITAF (Organizzazione Internazionale Trasporti A Fune). Attualmente fanno capo ad ANEF circa il 90% delle aziende funiviarie italiane, distribuite sia nei territori alpini, sia in quelli appenninici, sia nelle isole. La rappresentatività è assicurata dall’adesione diretta, o tramite sezioni territoriali, di oltre 1.500 impianti, con una forza lavoro stimata di circa 13.000 unità, tra fissi e stagionali, nel periodo di piena attività.

I dati Covid in Arezzo e provincia.

Aggiornamento quotidiano dati Covid

Azienda USL TSE

Provincia di  Arezzo

Periodo di riferimento: dalle ore 14 del 22 novembre alle ore 14 del 23 novembre 2020

Il numero di nuovi casi positivi nella Asl Tse è  di 124  unità, di cui 58  nella provincia di Arezzo e per i quali sono stati effettuati 1282 tamponi.

Le persone positive in carico sono 2862.  Si registrano  100 guarigioni  e nessun decesso  

Casi per Provincia e totale ASL TSE

 Nuovi casi
Asl TSE124
  
Provincia di Arezzo58
Provincia di Siena31
Provincia di Grosseto33
Extra USL2

Nuovi casi positivi per classi d’età

Provincia0 – 1819 – 3435 – 4950 – 6465 – 79over 80
Arezzo111381547
Grosseto23210115
Siena6254113
Totale ASL TSE191815291625

Trend ultima settimana casi positivi (così come comunicati nei precedenti report)

ProvinciaMercoledì 18/11/20Giovedì 19/11/20Venerdì 20/11/20Sabato 21/11/2020Domenica 22/11/2020Lunedì 23/11/20Martedi 24/11/20
Arezzo981591611141266258
Siena706078585824 31
Grosseto6662115655152 33
Totale Asl Tse 241289359237235140  124

Nuovi casi per Comune della provincia di Arezzo (i comuni non indicati hanno zero nuovi casi)

ComuneNuovi casi
  
Anghiari2
Arezzo20
Bucine1
Capolona1
Cavriglia4
Cortona1
Laterina Pergine Valdarno1
Lucignano1
Marciano Della Chiana3
Monte San Savino4
Montevarchi3
Ortignano Raggiolo1
Poppi1
Pratovecchio-Stia1
San Giovanni Valdarno7
Sansepolcro1
Sestino2
Subbiano3
Terranuova Bracciolini1

Ricoveri

Posti letto occupati
Degenza Covid San Donato Arezzo109
  
TI San Donato Arezzo23
  
TI Nottola6
  
Degenza Covid Misericordia Grosseto73
  
TI Misericordia Grosseto14
  

Ulteriori informazioni

  Numero di tamponi effettuatiProvincia di Arezzo1282
Provincia di Siena1191
Provincia di Grosseto928
  Persone Positive in caricoProvincia di Arezzo2862
Provincia di Siena1297
Provincia di Grosseto1770
  Di cui a domicilioProvincia di Arezzo2500
Provincia di Siena1044
Provincia di Grosseto1546
  Numero di persone contatti stretti in quarantenaProvincia di Arezzo4630
Provincia di Siena2850
Provincia di Grosseto2918
  Persone Guarite                   Provincia di Arezzo100
Provincia di Siena42
Provincia di Grosseto41
      
Persone decedute Ospedale San Donato Arezzo     _______________________________  Ospedale Misericordia Grosseto                    Uomo di 90 anni e Uomo di 65 anni  deceduti il 24 novembre

E’ dura per San Giustino aspettare il via alla serie B di pallavolo. Proseguono gli allenamenti

Dopo la settimana appena conclusa che ha visto i giocatori di San Giustino scalpitare per dar vita al Campionato di serie B di pallavolo i ragazzi di Moretti si sono oltremodo impegnati nei consueti quattro allenamenti tecnici e due fisici, posticipata la preparazione congiunta con la Sir Safety Perugia a data da destinarsi, i biancoazzurri sono però pronti ad impegnarsi, a partire da mercoledì, con coach Moretti, per tre sedute tecniche, e con il preparatore atletico  Collacchioni per i due allenamenti fisici, al palazzetto comunale.
Il desiderio di riprendere i campionati e la voglia di far bene sono sempre più intensi e, giorno dopo giorno, i biancoazzurri lavorano per raggiungere l’obbiettivo. Purtroppo si potrà tornare a giocare solo a gennaio e per San Giustino prosegue l’intensa preparazione cominciata ai primi di settembre.

Il Covid ad Arezzo e provincia

Aggiornamento quotidiano dati Covid

Azienda USL TSE

Provincia di  Arezzo

Periodo di riferimento: dalle ore 14 del 22 novembre alle ore 14 del 23novembre 2020

Il numero di nuovi casi positivi nella Asl Tse è  di 140  unità, di cui 62  nella provincia di Arezzo e per i quali sono stati effettuati 852  tamponi.

Le persone positive in carico sono 3.156.  Si registrano  139 guarigioni e nessun decesso

Casi per Provincia e totale ASL TSE

 Nuovi casi
Asl TSE140
  
Provincia di Arezzo62
Provincia di Siena24
Provincia di Grosseto52
Extra USL2

Nuovi casi positivi per classi d’età

Provincia0 – 1819 – 3435 – 4950 – 6465 – 79over 80
Arezzo1312111664
Grosseto5211101113
Siena4511112
Totale ASL TSE221923371819

Trend ultima settimana casi positivi (così come comunicati nei precedenti report)

ProvinciaMartedi 17/11/20Mercoledì 18/11/20Giovedì 19/11/20Venerdì 20/11/20Sabato 21/11/2020Domenica 22/11/2020Lunedì 23/11/20
Arezzo1009815916111412662
Siena83706078585824
Grosseto866662115655152
Totale Asl Tse277 241289359237235140

Nuovi casi per Comune della provincia di Arezzo (i comuni non indicati hanno zero nuovi casi)

ComuneNuovi casi
  
Anghiari2
Arezzo15
Bucine3
Castel Focognano3
Castel San Niccolò2
Castelfranco Piandiscò6
Cavriglia2
Chiusi Della Verna1
Cortona9
Laterina Pergine Valdarno2
Loro Ciuffenna1
Monte San Savino1
Montevarchi1
Pieve Santo Stefano1
Poppi1
San Giovanni Valdarno7
Sansepolcro4
Terranuova Bracciolini1

Ricoveri

Posti letto occupati
Degenza Covid San Donato Arezzo110
  
TI San Donato Arezzo23
  
TI Nottola6
  
Degenza Covid Misericordia Grosseto75
  
TI Misericordia Grosseto15
  

Ulteriori informazioni

  Numero di tamponi effettuatiProvincia di Arezzo852
Provincia di Siena482
Provincia di Grosseto545
  Persone Positive in caricoProvincia di Arezzo3156
Provincia di Siena1381
Provincia di Grosseto1783
  Di cui a domicilioProvincia di Arezzo2789
Provincia di Siena1136
Provincia di Grosseto1570
  Numero di persone contatti stretti in quarantenaProvincia di Arezzo4595
Provincia di Siena2829
Provincia di Grosseto2955
  Persone Guarite                   Provincia di Arezzo139
Provincia di Siena64
Provincia di Grosseto41
  Persone Decedute          Ospedale San Donato Arezzo 
Ospedale Misericordia Grosseto