Un titolo europeo ad Arezzo

Giorgino Pricop del Team Jakini ha vinto il titolo europeo di kickboxing. Il successo è arrivato nel corso della ventiduesima edizione de “Le stelle del ring” che, ospitata dallo stadio comunale Città di Arezzo, ha configurato uno dei più importanti eventi dedicati agli sport di combattimento organizzati nel 2022 in Italia e ha riunito ventidue tra i migliori atleti del panorama tricolore arrivati in città da tutta la penisola. La serata è stata organizzata dal Team Jakini di Arezzo e ha trovato il proprio cuore nell’incontro conclusivo valido per l’assegnazione della cintura di campione d’Europa Etf nei 63,5 kg che ha visto trionfare Pricop. L’appuntamento con “Le stelle del ring” è ora fissato per il mese di novembre.

Arezzo e il Team Jakini

Dieci match tra professionisti e l’incontro per il titolo europeo illumineranno la notte de “Le stelle del ring”. L’appuntamento, giunto alla ventiduesima edizione, è in calendario alle 20.45 di sabato 25 giugno allo stadio comunale “Città di Arezzo” quando andrà in scena uno dei più importanti eventi italiani dedicati alla kickboxing e agli sport di combattimento. Questo galà vedrà infatti sfidarsi ventidue tra i migliori atleti del panorama tricolore che giungeranno in città da tutta la penisola e che daranno vita a una serata all’insegna dell’adrenalina e dello spettacolo promossa dal Team Jakini. A poche settimane dall’evento, il programma della serata è stato completato e ufficializzato con l’annuncio di tutti i protagonisti: a spiccare è il match per la cintura di campione europeo tra Giorgino Pricop del Team Jakini e Claudio Iancu del Team Centra di Colleferro.

Arti Marziali, nuovo metodo

Un nuovo metodo di insegnamento delle arti marziali è nato ad Arezzo ed è stato riconosciuto a livello nazionale e internazionale. Il merito è di Davide Vardi, maestro della scuola “Il volo del Drago”, che ha sintetizzato le esperienze e le conoscenze maturate in oltre trent’anni di attività prima come allievo e poi come insegnante in un innovativo approccio didattico denominato “Principi in Movimento”. Questo metodo nasce dall’unione tra le idee e i movimenti delle arti marziali, degli sport da combattimento e della difesa personale, abbinando il lavoro fisico alla crescita interiore e alla meditazione con una formula la cui validità è stata riconosciuta dal Comitato Territoriale delle ASI – Associazioni Sportive sociali Italiane. La filosofia di “Principi in Movimento”, dunque, diventerà ora un vero e proprio programma di studio promulgato a livello nazionale e internazionale tra le nuove modalità per insegnare e vivere le arti marziali.
L’esperienza proposta dall’aretino Vardi trova le proprie radici in un percorso di studio e di allenamento maturato in molti Paesi di diversi continenti al fianco di alcuni maestri di calibro mondiale quale Guro Dan Inosanto (maestro e allievo di Bruce Lee). Ad essere stato elaborato è un metodo in continuo mutamento e aggiornamento volto a un costante miglioramento fisico e mentale dell’allievo attraverso la sintesi di più discipline orientali e occidentali, tra cui le più note sono Kick Boxing, Muay Thai, Savate, Pugilato, Sanda, Tai Chi Chuan e Qi Gong. “Principi in movimento”, insegnato e sviluppato ad Arezzo dalla stessa scuola “Il volo del Drago”, prevede vari livelli di pratica e studio con i quali crescere e imparare ad esprimersi, permettendo di vivere lo sport come occasione di sviluppo del sé ma anche come arte con cui esprimersi. «Praticare “Principi in movimento” – spiega Vardi –, significa praticare tutte le diverse discipline di cui si compone questo metodo, ognuna certificata e strutturata attraverso un percorso di gradi e cinture. Questa completezza e questa ricchezza richiedono particolare impegno e costanza che sono le basi per prendere il meglio da ciascuna disciplina e, allo stesso tempo, per compensare i difetti delle stesse discipline. L’idea è di riunire questa varietà fino a riunire ogni stile in un puzzle perfetto che permette di dedicarsi con ottimi risultati a ogni arte marziale e di ottenere così concreti benefici per il fisico e per la mente».

Le stelle del ring ad Arezzo

Un galà dedicato agli sport di combattimento allo stadio Città di Arezzo. L’appuntamento è in calendario sabato 25 giugno quando i riflettori della kickboxing tricolore saranno orientati sulla ventiduesima edizione de “Le stelle del ring” che, promossa dal Team Jakini, porterà in città oltre trecento atleti da tutta la penisola. L’evento, riconosciuto tra le più importanti manifestazioni italiane di combattimento con un forte impatto sportivo e turistico, si svilupperà attraverso un’intera giornata di combattimenti che, al via dalla mattina, troveranno il loro cuore alle 20.45 con lo spettacolo e l’adrenalina degli incontri tra i professionisti.

L’Accademia Karate Casentino inaugura la rinnovata palestra

Grande festa per l’Accademia Karate Casentino. La società di Rassina ha condotto una serie di interventi volti a rinnovare, modernizzare e ampliare la propria palestra, con la conclusione dei lavori che è stata celebrata con la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle autorità locali, di tutti gli atleti e delle famiglie. L’investimento sostenuto dall’Accademia Karate Casentino è stato previsto per far fronte alla crescita del movimento sportivo che ha motivato a richiedere al Comune di Castel Focognano l’autorizzazione ad attuare una serie di interventi sull’impianto volti ad aumentare la superfice dei tatami, a raddoppiare gli spogliatoi e a mettere in piena sicurezza tutti gli ambienti. La cerimonia ha trovato il proprio cuore nel taglio del nastro congiunto tra il presidente Luca Boldrini e il sindaco Lorenzo Remo Ricci.

Bel successo del karate casentinese

La storica Accademia Karate Casentino conquista tre ori e altrettante qualificazioni per i Campionati Italiani Juniores. La società di Rassina è tornata sul tatami con una squadra tutta al femminile formata da Iris Bernacchi, Michela Farsetti e Laura Abenante che, a Monsummano Terme, in provincia di Pistoia, hanno combattuto nella gara regionale valida per assegnare i pass per la massima competizione nazionale e sono riuscite nell’impresa di centrare un en-plein di vittorie che sono valse l’accesso alle finali nazionali. Questo exploit segue di pochi giorni la vittoria di un bronzo, di spessore internazionale, della karateka Elisa Liguri all’Open d’Italia.

L’aretino Lorenzo Corsetti sul ring per il titolo italiano di kickboxing

Un atleta aretino combatte per il titolo italiano di kickboxing. Lorenzo Corsetti del Team Jakini di Arezzo tornerà sul ring sabato 9 aprile, a Fermo, per sfidare Alessandro Ortolani del Fil’s Fight di Monte Urano (Fm) in un incontro sviluppato su cinque riprese che terminerà con l’assegnazione del tricolore nei -70kg della categoria Superwelter. Il combattimento è inserito all’interno della quinta edizione dell’evento “Day in the cage” in programma nella città marchigiana che troverà il proprio cuore in orario serale in una serie di incontri tra professionisti tra cui rientra anche il campionato italiano. Il ventitreenne Corsetti ha all’attivo circa trenta match tra i professionisti con una percentuale di vittorie dell’80% e sarà opposto a un avversario che, pur avendo la stessa età, vanta una maggior esperienza in virtù di una carriera sportiva con cinquanta match. I due atleti hanno già avuto modo di incrociarsi lo scorso novembre, ad Arezzo, in occasione de “Le stelle del ring” al palasport Estra “Mario d’Agata” che terminò con la vittoria di Ortolani. L’aretino, accompagnato dal suo allenatore Nicola Sokol Jakini, avrà dunque l’opportunità di riscattare quel risultato e di provare a portare in città la cintura tricolore. Il combattimento a Fermo anticiperà di poche settimane la ventunesima edizione de “Le stelle del ring” in programma domenica 24 aprile alla palestra comunale di Capolona che permetterà, per una giornata, di riaccendere i riflettori nazionali della kickboxing sulla terra di Arezzo. «Siamo fiduciosi in vista del combattimento per il titolo italiano – commenta Jakini. – Corsetti ha vissuto un’ottima preparazione e si avvicina all’incontro con forti motivazioni, con un buono stato di forma e con la ferma intenzione di riscattare l’ultimo passo falso contro Ortolani. L’obiettivo è di conquistare la cintura tricolore per festeggiare poi con tutto il nostro movimento a “Le stelle del ring” del 24 aprile».

Due atlete dell’Accademia Karate Casentino al raduno della nazionale giovanile

Due ragazze dell’Accademia Karate Casentino convocate al raduno della nazionale giovanile. Iris Bernacchi e Elisa Liguri sono le atlete partite alla volta di Lignano Sabbiadoro dove, fino a domenica 6 marzo, avranno l’occasione di confrontarsi con le migliori coetanee di tutta la penisola per definire le squadre azzurre che scenderanno sul tatami nei prossimi appuntamenti internazionali. Le due giovani promesse della società casentinese con sede a Rassina sono state selezionate dal Comitato Regionale Toscano e potranno vivere un prezioso momento di crescita, mostrando ai tecnici federali le rispettive qualità tecniche e caratteriali.

Team jakini e la Kickboxing

Il Team Jakini traccia il bilancio de “Le stelle del ring” e fissa il nuovo appuntamento al giugno 2022. La ventesima edizione dell’evento di kickboxing, ospitata dal palasport Estra “Mario d’Agata” di Arezzo, è stata caratterizzata da numeri da record in termini di partecipazione con oltre quattrocento atleti da tutta Italia, di combattimenti con circa duecento incontri nelle diverse discipline e di presenza di pubblico sugli spalti con quasi millecinquecento spettatori che hanno assistito ad una giornata all’insegna dello spettacolo e dell’adrenalina.
Il cuore della manifestazione è stato rappresentato dal match valido per l’assegnazione del titolo mondiale Etf nei 60kg che ha visto trionfare Dimitri Monini della Fight and Fitness Academy di Figline Valdarno che ha avuto la meglio dopo due riprese su Vaduva Pricop del Team Jakini, società di riferimento della kickboxing locale con palestre ad Arezzo e a Subbiano. Il programma de “Le stelle del ring” è stato scandito da altri otto incontri tra alcuni dei migliori atleti del panorama italiano della kickboxing che hanno visto per protagonisti altri due portacolori del team aretino che, combattendo spinti dall’entusiasmo del loro pubblico e guidati dal loro tecnico Nicola Sokol Jakini, hanno registrato una vittoria e una sconfitta. Il successo è stato merito di Daniel Velea che si è imposto negli 81kg su Emanuele Badiali del Team Del Vecchio di Massa Carrara, mentre Lorenzo Corsetti si è arreso nei 71kg ad Alessandro Ortolani della Fil’s Fight di Monte Urano.
Appena archiviato l’evento, il Team Jakini ha già avviato la macchina organizzativa in vista della ventunesima edizione de “Le stelle del ring” che è stata fissata per il prossimo giugno quando la terra d’Arezzo tornerà, per una notte, ad essere al centro della kickboxing tricolore. «La ventesima edizione de “Le stelle del ring” è stata caratterizzata da entusiasmo, spettacolo e partecipazione – ribadisce Jakini, promotore dello sviluppo della kickboxing sul territorio dopo aver vinto per tre volte il titolo europeo. – Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, dalle istituzioni agli sponsor, e che hanno permesso a questo appuntamento di crescere, di acquisire risalto nazionale e di diventare un punto di riferimento per atleti di kickboxing di tutta la penisola. Una simile manifestazione richiede lunghi mesi di lavoro e di organizzazione, dunque abbiamo già avviato il countdown che accompagnerà verso “Le stelle del ring” di giugno 2022».



Arezzo Karate e il nuovo titolo italiano

L’Arezzo Karate 1979 festeggia un titolo italiano. Il merito è di Roberto Paglicci che ha combattuto al Campionato Nazionale Master rivolto agli atleti con più di trentasei anni di età e che, sul tatami del PalaFijlkam di Ostia, è riuscito a vivere la grande soddisfazione di tornare a laurearsi campione nazionale. L’aretino aveva infatti già conquistato il tricolore nel 2017 e nel 2018, oltre al bronzo nel 2016 e alla Coppa Italia nel 2018, e dunque si tratta di un’importante conferma dopo un infortunio e il lungo stop all’attività imposto dall’emergenza sanitaria.
Dopo il periodo di preparazione con gli agonisti dell’Arezzo Karate 1979, Paglicci è partito alla volta del Campionato Nazionale dove è stato impegnato nei -75kg della categoria MasterD 50-55 anni di Kumite (Combattimento). Il turno più complicato è stato in semifinale dove l’atleta si è imposto al termine di un combattuto match contro Roberto Ghiroldi della bergamasca Karate Camuno Chintè e ha così meritato il pass per l’atto conclusivo in cui ha avuto la meglio anche su Salvatore Cardillo dell’Igea Club di Cercola (Na), arrivando così a festeggiare l’oro.
Questo successo arricchisce ulteriormente la bacheca dell’Arezzo Karate 1979 che vanta ben trentatre titoli italiani conquistati in quarantadue anni di storia e che è dunque tra le realtà sportive cittadine più blasonate della città, con un’attività che parte con i bambini e che arriva fino agli adulti condotta dallo staff tecnico formato da Alessandro Balestrini, Enrico Pelo e Michele Luttini. «La vittoria di un titolo italiano – commenta Paglicci, – è un motivo di orgoglio e di soddisfazione ad ogni età, e questo successo ha un sapore particolare perché giunge dopo oltre tre anni di attesa caratterizzati prima da un infortunio e poi dalla pandemia. Mi sono presentato al Campionato Nazionale in un ottimo stato di forma anche in virtù della preparazione e dello scambio di esperienze con il gruppo dell’Arezzo Karate 1979 e, sul tatami, sono riuscito ad esprimermi al meglio per riuscire a portare in città un nuovo tricolore».