Medaglia d’argento. Bene così

Un argento amaro, ma importante per il giovane martellista dell’Atletica Libertas Gregorio Giorgis che a Grosseto ha partecipato ai Campionati Italiani Juniores Promesse. Tredici centimetri lo hanno separato dalla medaglia d’oro, guadagnata dal genovese Davide Costa, in una gara di altissimo livello e che ha lasciato suspense fino all’ultimo lancio. I due martellisti hanno dato prova del proprio potenziale superando entrambi i 70 metri alla sesta ed ultima occasione. Un ottimo 71.28 cm per Giorgis, al quale ha risposto l’atleta genovese con un 71.40. C’è però grande soddisfazione in casa Libertas “perché Giorgis ha saputo gestire con maturità una gara molto impegnativa. – spiega l’allenatore Lorenzo Campanelli – Sia il nostro Gregorio che il suo avversario numero uno, Davide Costa, sono due promesse della specialità e hanno regalato a tutti noi una gara veramente emozionante. Sono queste le sfide che fanno bene agli atleti, dove ci si rincorre lancio dopo lancio, ed oltre alla potenza fisica in pedana si deve tenere i nervi fermi e far ragionare anche la testa. Sono molto orgoglioso di Gregorio, è un argento che vale più dell’oro!”
Alle parole dell’allenatore si aggiungono quelle del presidente Libertas Ugo Tanzi fiero, come tutta la squadra, del suo giovane atleta. “Gregorio è cresciuto molto in questo periodo, non solo fisicamente, ma anche mentalmente: a lui i miei più sinceri complimenti per questo risultato, continueremo a sentire parlare di lui…” Si, perché proprio in questi minuti è stata ufficializzata per Giorgis la doppia convocazione ai Campionati Europei e ai Mondiali.

Buon compleanno Tommie Smith

Nasce in Texas, a Clarksville, cittadina di poco più di 3.000 abitanti, il 6 giugno del 1944 (oggi festeggia 77 anni) il grande velocista Tommie Smith, che a Città del Messico nel 1968, sui 200 metri piani stabilì il nuovo record del mondo con 19,83 secondi, primo uomo a scendere sotto i 20” (nonostante avesse un tendine infortunato) e divenne anche famoso per il pugno chiuso e un gesto rivoluzionario che passò alla storia con il connazionale John Carlos, giunto terzo, nato il 5 giugno 1945 (ieri 76 anni). Il pugno guantato di nero !!! Dopo essere saliti sul podio per la premiazione Smith e Carlos ricevettero le medaglie, si girarono verso la bandiera statunitense e quando le note dell’inno americano risuonarono nello stadio, Smith e Carlos abbassarono la testa e alzarono un pugno chiuso, indossando dei guanti neri.  I due atleti andarono scalzi e con delle calze nere, per rappresentare la povertà degli afroamericani; Smith indossò una sciarpa nera, mentre Carlos si sbottonò la tuta per dimostrare solidarietà ai lavoratori americani, portava al collo una collana di perle, per simboleggiare le pietre usate nei linciaggi degli afroamericani. Carlos quel giorno dimenticò i suoi guanti, così Smith gliene prestò uno: è per questo che alzarono braccia diverse. 
Alla loro protesta si unì, discretamente, anche l’atleta che arrivò secondo, conquistando l’argento: l’australiano Peter Norman, che indossò una spilla dell’OPHR (Olympic Project for Human Rights) che sta a significare “Il progetto Olimpico per i diritti Umani”. Gli auguri sinceri vanno a Tommie Smith e John Carlos, ma vanno anche a Peter Norman che, pur qualificatosi per 100 e 200 metri per i Giochi olimpici di Monaco di Baviera nel 1972, ne venne escluso. L’Australia non inviò nemmeno un velocista a quella edizione dei Giochi. Peter Norman non venne nemmeno coinvolto nell’organizzazione dei Giochi di Sidney 2000 e neppure invitato a presenziare, nonostante fosse il più grande velocista australiano di tutti i tempi.
La sua figura, la sua partecipazione olimpica a Città del Messico nel 1968 e il suo coraggioso appoggio all’Olympic Project for Human Rights con Tommie Smith e John Carlos ne furono la causa e sono ricordati nel film-documentario il Saluto diretto dal nipote Matt Norman.
Norman fece l’insegnante, e morì a Melbourne all’età di 64 anni, a causa di un infarto. La Federazione statunitense di atletica leggera ha proclamato il 9 ottobre, data del suo funerale nel 2006, “Peter Norman Day”. Smith e Carlos hanno salutato per l’ultima volta il loro amico al suo funerale, sorreggendone la bara.
A proposito, il 5 giugno era il compleanno di John Carlos nato il 5 giugno del 1945 ad Harlem, New York, mentre Peter Norman era nato il 15 giugno 1942 a Coburg ed è morto sempre in Australia, a Melbourne nel 2006. Che dire: tutti atleti nati a giugno, il 5 Carlos, il 6 Smith e il 15 Norman. Anche io sono nato a giugno, il 22….

Nella foto sotto: Fabio Patti ( il sottoscritto) e Tommie Smith

Bene l’Alga Atletica Arezzo

Tre primi posti, un secondo e un terzo, un record provinciale e tanti record personali. L’Alga Atletica Arezzo ha archiviato con ottimi risultati il meeting agonistico su pista valido come Campionato Toscano Assoluto che, ospitato dallo stadio cittadino di atletica, ha registrato la presenza di atleti da ogni zona della regione. La miglior prestazione porta la firma di Nicholas Gavagni (nella foto sopra) classe 2006 che è stato protagonista nel salto in lungo dei Cadetti dove, con 6.36 metri, ha meritato il primo posto e ha siglato il nuovo record provinciale nella categoria, mentre nella più importante gara degli Assoluti è riuscita a confermarsi Noemi Biagini classe 2003 che ha concluso con un ottimo terzo posto nel giavellotto con 34.75 metri.

Torna la Lamarina

LA “LAMARINA” TORNA A OTTOBRE DOPO UN ANNO DI STOP FORZATO A CAUSA DELLA PANDEMIA: SARA’ UNA CORSA PODISTICA CON NUOVO FORMAT NEL SEGNO DELLA SOLIDARIETA’ E NEL RICORDO DI SILVANA BENIGNO

Dopo un anno di stop forzato a causa della pandemia mondiale, per l’Olympic runners Lama il 2021 sarà l’anno della ripartenza, nel segno della sicurezza e della solidarietà. Il 3 ottobre si svolgerà la tanto attesa “Lamarina”, gara podistica di 13,8 km che annualmente vanta la presenza di numerosi atleti provenienti da tutta Italia e non solo. Quest’anno, però, non sarà l’evento di sempre: l’Olympic ha pensato di realizzare un format nuovo, diverso dal solito, all’insegna della beneficenza e della solidarietà. A causa delle restrizioni e delle regole imposte a livello nazionale, non sarà possibile organizzare la gara non competitiva nè le gare del settore giovanile, ma quest’anno ci sarà una bellissima novità: l’intero ricavato proveniente dalle iscrizioni sarà totalmente devoluto in beneficenza, nel ricordo di Silvana Benigno, alla Fondazione IEO-CCM di MIlano, ente che sostiene la ricerca dell’Istituto europeo di oncologia e del centro cardiologico Monzino, due centri di eccellenza. Nel 2019 l’Olympic runners Lama aveva accolto con grande piacere l’iniziativa di Silvana di raccogliere, durante la manifestazione podistica, fondi da destinare alla ricerca attraverso la vendita di gadget. La scomparsa di Silvana ha toccato profondamente la società e per questo è stata accolta con grande entusiasmo dall’intero Consiglio direttivo la proposta di questa nuova “Lamarina” all’insegna della solidarietà. Lo stesso Consiglio direttivo capitanato dal presidente Michele Perugini nei giorni scorsi è stato ricevuto in Municipio a San Giustino dal sindaco e da altri componenti della giunta: durante l’appuntamento gli organizzatori della “Lamarina” hanno comunicato agli amministratori i dettagli della kermesse e l’obiettivo benefico nel ricordo di Silvana Benigno.

L’Alga Atletica Arezzo festeggia due qualificazioni per i Campionati Italiani

Danyella Brunelli e Costanza Vecchi conquistano i pass per partecipare ai Campionati Italiani Junior/Promesse di atletica leggera. Le due giovani atlete, allenate dai tecnici dell’Alga Atletica Arezzo, hanno gareggiato a Campi Bisenzio nel Meeting Agonistico su Pista valido come Campionato Toscano Assoluto dove sono riuscite ad emergere con bei risultati che sono valsi una qualificazione rispettivamente nei 400 ostacoli e nel salto in lungo per l’importante manifestazione tricolore in programma da venerdì 11 a domenica 13 giugno a Grosseto. Nel frattempo, l’Alga Atletica Arezzo ospiterà sabato 29 maggio una nuova tappa del Meeting Agonistico su Pista valido come Campionato Toscano Assoluto che porterà in città alcuni dei migliori atleti da tutta la regione nelle diverse discipline di corsa, lanci e salti.

Salvagnoni agli assoluti

L’aretina Chiara Salvagnoni centra la qualificazione per i Campionati Italiani Assoluti di lancio del peso. L’atleta, tesserata per l’Atletica Firenze Marathon, ma cresciuta nell’Alga Atletica Arezzo, ha gareggiato nel Meeting Nazionale Getto del Peso a Campacci di Marmore (Tr) dove ha ottenuto il primo posto della categoria Promesse e la prestazione minima per partecipare alla più importante gara nazionale della specialità.
Nata nel 2000 e allenata da Fabio Forzoni, Salvagnoni era tornata a gareggiare ad inizio anno dopo un’operazione e un lungo periodo di stop a causa di un infortunio che aveva fatto anche temere un’interruzione della carriera sportiva, ma con questa prova è tornata tra le migliori atlete tricolori nel peso.

Bene l’Alga Sport Arezzo

Medaglie, record personali e qualificazioni ai Campionati Italiani Allievi: l’Alga Atletica Arezzo trova soddisfazioni alla manifestazione agonistica su pista organizzata in città allo stadio “Tenti”. La gara ha proposto un confronto di alto livello tra centinaia di atleti della categoria Assoluti nelle diverse discipline di salti e corsa, con la società aretina che ha schierato i suoi ragazzi del settore giovanile che hanno ben figurato contro avversari più grandi e più esperti. Il risultato più entusiasmante è arrivato nella staffetta 4×100 maschile dove Flavio Mandolini, Federico Rubechini, Lapo Madiai e Riccardo Cincinelli hanno chiuso al quinto posto e, soprattutto, con la qualificazione per i prossimi Campionati Italiani della categoria Allievi

Al Centro Belvedere di Città di Castello ripresa a pieno regime dello sport

L’assessore Massetti: “Al lavoro per la stagione estiva della piscina comunale e per i centri sportivi di Polisport sotto l’egida del Coni”. Plauso al giovanissimo Mattia Pasquetti dell’Atletica Libertas, che ha stabilito il nuovo record umbro di getto del peso nella categoria cadetti.

“Stiamo lavorando per ripartire con la stagione estiva della piscina comunale e con i centri sportivi di Polisport, contando, nel rispetto di tutte le prescrizioni a tutela della salute pubblica, di dare continuità al lavoro finalizzato alla promozione dello sport tra i giovani portato avanti in questi anni insieme al Coni dell’Umbria e al presidente Domenico Ignozza con la certificazione di qualità Educamp”.
E’ quanto annuncia l’assessore allo Sport Massimo Massetti nel battezzare la ripresa dell’attività al Centro Belvedere dopo le ultime disposizioni del Governo per la gestione dell’emergenza da Covid-19.
“Grazie alla preziosa collaborazione con Polisport, l’impiantistica del centro Belvedere è tornata completamente a disposizione della pratica di discipline come l’atletica, il tennis, il calcio a cinque, oltre che del padel, e nei prossimi giorni lo sarà anche per il beach volley”, afferma Massetti, che insieme all’amministratore unico di Polisport Stefano Nardoni e al direttore Marcello Stinchi sottolinea con particolare piacere “il ritorno degli studenti delle scuole, a seguito della ripresa della didattica in presenza, insieme ai bambini e ai ragazzi delle società sportive”.
“L’entusiasmo di questi giovani ci motiva e ci responsabilizza nel dare il meglio per garantire condizioni ottimali di utilizzo degli impianti della cittadella dello sport di via Engels, con la consapevolezza che potremo farlo insieme a una persona come il presidente Ignozza, che ama lo sport ed è sempre vicino a Città di Castello e al suo movimento sportivo”, prosegue Massetti. Alla ripresa dell’attività i tanti ragazzi tornati al Centro Belvedere hanno trovato in mezzo a loro i campioni che nel periodo della pandemia hanno preparato grandi imprese sportive, in particolare nell’impianto della pista di atletica Angiolo Monti: il discobolo pluridecorato Giovanni Faloci, il giovane martellista Gregorio Giorgis, campione italiano juniores, e l’astro nascente del getto del peso Mattia Pasquetti, 15enne tifernate dell’Atletica Libertas che domenica scorsa a Fabriano ha stabilito il nuovo record umbro nella categoria cadetti con 16 metri e 88 centimetri, battendo dopo vent’anni il primato regionale detenuto da Marco Carlini, sempre per i colori del sodalizio sportivo di Città di Castello.
“L’impresa di Mattia ci inorgoglisce – dichiara Massetti – perché dà continuità, all’insegna dell’eccellenza, agli straordinari risultati di un movimento sportivo che grazie all’impegno serio e appassionato di persone come il presidente dell’Atletica Libertas Ugo Tanzi e il tecnico Lorenzo Campanelli, porta in alto il nome di Città di Castello nel solco di atleti-simbolo come Faloci e Giorgis, che sono maestri per chiunque si alleni in questo impianto”

Due velocisti dell’Alga Atletica Arezzo centrano i pass per i Campionati Italiani

Una doppia qualificazione per i Campionati Italiani per i velocisti dell’Alga Atletica Arezzo. Il traguardo è stato raggiunto da Giada Cicerone e da Riccardo Cincinelli del 2005 che, al primo anno tra gli Allievi, hanno subito registrato i tempi minimi per partecipare alla più importante manifestazione tricolore rispettivamente nelle specialità dei 100 piani e dei 110 ostacoli. Questo risultato configura la maggiore soddisfazione arrivata nel fine settimana dalla Manifestazione Agonistica Regionale di Firenze dove i ragazzi della società aretina sono riusciti ad emergere con tre ori, due argenti e tanti positivi piazzamenti.

Eco days in Valdarno

Domenica 23 maggio e domenica 13 giugno l’area mineraria Enel di Santa Barbara (Cavriglia) sarà il cuore dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Valdarno Bike Road insieme ad Enel, Comune di Cavriglia, Confcommercio e Banca del Valdarno. Due percorsi su strade bianche chiuse al traffico per biciclette (30 km) e podismo (8 km) con partenza dal circuito di Bellosguardo a Cavriglia.  Stand e servizi per famiglie, amatori e atleti, iscrizione gratuita con l’App Valdarno Bike Road.