Torna la Gibostorica. Simoni e la Valdichiana sono pronti

Sui pedali in Valdichiana insieme a Gilberto Simoni, vincitore di due Giri d’Italia nel 2001 e nel 2003. Questo campione delle due ruote è promotore di una ciclostorica itinerante, La Gibostorica, che per il secondo anno consecutivo farà tappa in terra d’Arezzo e che sarà nuovamente organizzata dall’associazione La Chianina di Marciano della Chiana. L’appuntamento, in programma sabato 7 e domenica 8 marzo, sarà ancora ospitato da Castiglion Fiorentino che per l’intero fine settimana diventerà il punto di riferimento per decine di appassionati delle due-ruote da tutta la penisola che prenderanno parte ad un evento dove lo sport si unirà a turismo e solidarietà.

dav

Apolloni, Simoni, il sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli

Il primo giorno de La Gibostorica si aprirà già alle 9.30 in piazza del Municipio con il mercatino e la mostra scambio dedicati al ciclismo vintage, proseguirà alle 16.00 con una visita guidata alla scoperta delle bellezze architettoniche e artistiche castiglionesi, e troverà il proprio apice alle 20.00 con la “Cena con Gilberto Simoni” che sarà ospitata dai locali del centro polivalente “Buracchi” di Manciano. L’iniziativa rappresenterà un’occasione per condividere una serata a tavola con lo stesso Simoni, per assaggiare alcuni piatti tipici della Valdichiana e, soprattutto, per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza alla Fondazione Fabrizio Meoni Onlus e all’associazione Solidarietà in Buone Mani per sostenerne i progetti in Africa.

La Chianina - Apolloni Gimondi e Valentini (1) (002)

Apolloni con Gimondi

La vera e propria ciclostorica si svolgerà invece la domenica, con una colorata carovana di ciclisti in abiti vintage e su biciclette antecedenti al 1987 che partirà alle 9.30 da piazza del Municipio e che percorrerà alcune delle strade più belle dei territori di Castiglion Fiorentino e di Cortona. I partecipanti potranno scegliere tra due percorsi (quello breve di 37 chilometri e quello lungo di 70) che sono stati strutturati da La Chianina con l’obiettivo di valorizzare la bellezza della vallata, sviluppandosi tra strade bianche, suggestive salite, borghi e leopoldine. La conclusione de La Gibostorica è prevista per le 12.00 presso il chiostro di San Francesco con la premiazione di tutti i ciclostorici e con il pranzo. Le iscrizioni all’evento sono già aperte sul sito www.lagibostorica.it, con l’unico requisito per partecipare che è rappresentato dal possesso di una bici vintage.

Ecco l’Intrepida

Dopo l’Eroica ecco l’Intrepida. Dal 1° febbraio all’interno del sito www.lintrepida.it sarà possibile, infatti, effettuare l’iscrizione. Per farlo basta accedere alla sezione in cui si trova il modulo, registrarsi, leggere il regolamento e compilare i “campi” richiesti. I primi 100 che si iscriveranno pagheranno come ogni anno solo 20 euro, poi subentreranno le tariffe classiche (così come indicato proprio nel regolamento).
Nel sito ufficiale e nei canali social tutte le info e gli aggiornamenti sulla 9^ edizione, per vivere ogni momento di questo emozionante #versolintrepida, un viaggio che arriverà a compimento nel terzo weekend di ottobre quando la magia della corsa si rinnoverà ancora una volta come uno spettacolo imperdibile.
Nelle ultime due edizioni l’Intrepida ha superato i 1000 partecipanti confermandosi la 2^ ciclo-storica in Italia e facendo registrare numeri da record. Una costante crescita che non ha mai fatto comunque perdere di vista lo spirito con cui tutto è iniziato. La 9^ edizione si svolgerà ad Anghiari domenica 18 ottobre e arriverà come ogni anno a coronamento di un weekend ricco di iniziative da non perdere. Il Gs Fratres Dynamis Bike sta lavorando per proporre a tutti gli intrepidi ciclisti tante gustose novità.
apertura iscrizioni Intrepida (002)

Le Iscrizioni per L’Eroica aprono  il 27 Gennaio alle ore 9.00

Le iscrizioni per L’Eroica Gaiole in Chianti del 4 Ottobre 2020, la ciclostorica più famosa al mondo giunta alla 24^ edizione, si apriranno il 27 Gennaio 2020 alle ore 9.00 del mattino (orario di Roma) con le seguenti modalità:
– Iscrizione RISERVATA per i soci del CICLO CLUB EROICA
a € 50,00 attiva ad esaurimento delle STANDARD fino al 30 giugno
-Iscrizione STANDARD aperta a tutti
a € 75,00 fino ad esaurimento dei 5.000 numeri
-Iscrizione PREMIUM aperta a tutti
a € 100,00 fino ad esaurimento di ulteriori 1.000 numeri
(apertura 2 marzo)
-Iscrizione LATE aperta a tutti
a € 150,000 con i primi 100 posti devoluti in beneficenza
Eroica 2020
Attenzione! Come indicato nel REGOLAMENTO, che siete tutti invitati a leggere, per chi è sprovvisto di una tessera sportiva per il ciclismo valida sarà comunque possibile iscriversi attivando la tessera con relativa copertura assicurativa giornaliera al costo di €10 in fase di iscrizione.
Per potersi iscrivere a L’Eroica di Gaiole senza pagare €10 di tessera sportiva è necessario essere in possesso di una tessera sportiva per il ciclismo 2020 di uno tra i seguenti enti: FCI, ACSI, UISP, CSI, CSAIN o Bike Card.
La tessera sportiva deve essere caricata nell’area I MIEI DOCUMENTI su MyEroica ed essere validata dagli organizzatori prima dell’iscrizione!
Vi invitiamo a caricare la vostra tessera sportiva 2020 su MyEroica quanto prima in modo da dare agli organizzatori qualche giorno per validare tutte le tessere prima dell’apertura delle iscrizioni.

 

Le foto della Marzocchina: la ciclostorica!

Marzocchina mostra_fotogfrafica (002)Sabato 25 gennaio il Fotoclub il Palazzaccio presenterà a San Giovanni Valdarno le foto più belle della ciclostorica del Valdarno superiore, di cui è partner fin dalla prima edizione. Il percorso espositivo sarà aperto nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 17.30 alle 19.30 e durerà fino al 2 febbraio nei locali dello Spazio Marconi di via Piave, presso l’omonimo Istituto.
Volti segnati dalla fatica, mani strette ai manubri, ruote che scivolano su strade bianche circondate da paesaggi di rara bellezza. Saranno tante le emozioni raccontate nella mostra fotografica dal titolo “Marzocchina, 7 anni di gioia e fatiche”, un vero e proprio percorso in pellicola che vedrà la luce sabato 25 gennaio a San Giovanni, come omaggio alla famosa ciclostorica del Valdarno Superiore lanciata dalla Confcommercio.
Nello Spazio Marconi di via Piave, presso l’omonimo Istituito, saranno presentati al pubblico i migliori scatti degli ultimi anni che rimarranno esposti fino al 2 febbraio nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 17.30 alle 19.30, con ingresso libero e gratuito. Protagonisti assoluti della mostra, ovviamente, saranno i ciclisti sopra i loro mezzi d’epoca nello scenario unico dei tracciati che abbracciano la piana dell’Arno.

 

 

 

La Chianina Ciclostorica dedica il percorso lungo a Felice Gimondi

Un percorso de “La Chianina Ciclostorica” sarà intitolato a Felice Gimondi. La sesta edizione dell’evento di ciclismo vintage è in programma da venerdì 19 a domenica 21 giugno a Marciano della Chiana e proporrà uno speciale omaggio alla memoria del campione delle due ruote scomparso lo scorso agosto. Gimondi fu il grande ospite della ciclostorica del 2019 e visse un intero fine settimana in Valdichiana insieme alla figlia Norma dunque, a distanza di pochi mesi, gli organizzatori della manifestazione hanno deciso di rendere indelebile questo legame dedicandogli il percorso più lungo e più impegnativo di 105 chilometri. Il cuore del percorso “Gimondi” sarà caratterizzato da una novità assoluta per La Chianina: la salita in strada bianca de La Tinaia che, sviluppata per quasi cinque chilometri, porterà fino al castello di Gargonza.
La Chianina - Apolloni Gimondi e Valentini (1) (002)

Valdarno Bike road. Il cicloturismo è pronto.

Presentato oggi in conferenza stampa a Firenze, nella sede del Consiglio Regionale, il progetto dell’area ciclabile che valorizza il Valdarno Superiore, entrato ora in fase operativa con l’installazione della segnaletica stradale. Una iniziativa di Confcommercio con il patrocinio di Regione Toscana e dall’Ambito Turistico Omogeneo del Valdarno, il contributo di Camera di Commercio di Arezzo-Siena ed Enel. Il progetto fa leva sulla presenza di molte strade secondarie, bianche e non, che attraversano piccoli borghi e paesaggi di grande bellezza, compreso quell’unicum rappresentato dall’ex area mineraria di santa Barbara. Il cicloturismo in Toscana aggiunge un altro prezioso tassello al mosaico della sua offerta: con l’installazione dei cartelli informativi e della segnaletica stradale entra infatti in fase operativa la Valdarno Bike Road, la grande rete di percorsi cicloturistici con un totale di 200 km attraverso borghi e paesaggi suggestivi con l’obiettivo di promuovere il turismo ecosostenibile creando positive ricadute economiche su tutte le attività turistiche e  ricettive bike-friendly e non solo.
Valdarno Bike Road - 18 dicembre 2019 (002)Il cicloturismo rappresenta un segmento in forte crescita: secondo l’ultimo rapporto di Isnart – Legambiente, le presenze cicloturistiche rilevate in Italia nel 2018 ammontano a 77,6 milioni, pari all’8,4% dell’intero movimento turistico. Ovvero, oltre 6 milioni di persone hanno trascorso una o più notti di vacanza utilizzando la bicicletta. E le presenze dei cicloturisti sono aumentate del 41% nel quinquennio 2013-2018.
Dopo l’installazione della segnaletica, che si avvale anche di QR Code, tra i prossimi step operativi del progetto ci sono la realizzazione di mappe cartacee e digitali, di una App correlata, oltre ad una maggiore definizione del collegamento con la ciclopista dell’Arno già esistente. Sei i percorsi attualmente aperti: la Via della Lignite (23 km tra San Giovanni Valdarno e Cavriglia); la Via dei Fossili (26 km tra Cavriglia e Montevarchi nelle aree dove sono state rivenute ossa di animali antichi), la Via dell’Olio (42 km tra le colline di Bucine, Laterina e Pergine Valdarno), la Valle dell’Inferno (29 Km fra Laterina, Pergine Valdarno, Terranuova e Loro Ciuffenna, all’interno dell’area naturale della Valle dell’Inferno e di Bandella); la Setteponti e il Pratomagno (due percorsi combinati di 29 e 93 km lungo l’antica strada), infine la Via del Fagiolo Zolfino, (22 km nei luoghi di coltivazione di questo prodotto-mito dell’agricoltura valdarnese). Nel 2020 a questi si aggiungerà il percorso delle Due Dighe, in fase di realizzazione in partnership con Enel.

 

 

La Chianina, ciclostorica

La Chianina Ciclostorica apre le iscrizioni per la sesta edizione. L’evento, dedicato al ciclismo vintage, proporrà un fine settimana sui pedali da venerdì 19 a domenica 21 giugno che sarà orientato alla scoperta e alla valorizzazione della Valdichiana e che riunirà centinaia di appassionati dall’Italia e dall’estero. La prima fase delle iscrizioni è già stata attivata sul sito de La Chianina e resterà aperta fino a lunedì 6 gennaio, permettendo ad ogni appassionato di partecipare a tutti gli eventi in programma nel fine settimana a partire dalle due tappe della ciclostorica che passeranno tra gli otto Comuni della Valdichiana aretina.

La Chianina - Apolloni Gimondi e Valentini (1) (002)

Il mitico Gimondi a la Chianina