Eroica Buoncovento 17 luglio


NOVA Eroica Buonconvento, l’evento ciclistico All Road in puro stile Eroica. Non perdere l’occasione di pedalare sulle strade bianche della Toscana in sella alla tua bici da corsa moderna, gravel o cx.
A Buonconvento il 17 Luglio!
Il programma di Nova Eroica Buonconvento Cronometro e pedali, musica e parole, pici e panzanella: ecco gli ingredienti del festival di NOVA Eroica.
Dal 15 al 18 Luglio Buonconvento, la Val d’Arbia e la Val d’Orcia si apprestano ad offrire lo scenario dell’edizione 2021 di NOVA Eroica, contenitore ideale per la bicicletta gravel che scalda i cuori di tanti appassionati, di ogni tipo ed età.
Partecipare a NOVA Eroica vuol dire immergersi nella campagna toscana più bella ed amata al mondo, in un borgo tra i più caratteristici, un tempo sosta ideale dei pellegrini in viaggio verso Roma, lungo la via Francigena.
Vivi la magica atmosfera degli eventi Eroica tra musica, incontri con le aziende del mondo bike, il cibo tradizionale toscano e le strade bianche della provincia di Siena. scopri il programma    

Eroica le prime iscrizioni chiudono mercoledì 16 giugno.

Le iscrizioni FAST per NOVA Eroica chiudono domani a mezzanotte!
Manca poco più di un mese a NOVA Eroica Buonconvento, l’evento firmato Eroica pensato per le bici da corsa moderne, gravel e ciclocross. 
NOVA Eroica sarà una vera e propria festa che celebra il ciclismo eroico! Ristori indimenticabili, tanti amici e anche esperienze per i più piccoli grazie a NOVA Eroica Family .
Le iscrizioni FAST chiudono domani a mezzanotte, iscriviti ora e risparmia sulla quota di iscrizione!

Anche in Valtiberina Holy Gravel

Non tutti sanno cosa significa, ma Il Gravel è una disciplina che ha preso molto campo negli ultimi anni e prevede l’utilizzo di particolari biciclette da corsa con il tubolare adatto anche allo sterrato. E’ questo è quanto arrivato anche a Sansepolcro. Sono stati 75 i partenti, infatti, all’edizione 2021 di Holy Gravel, la manifestazione non agonistica dedicata a questo tipo di ciclismo sulle strade della Valtiberina. Tanti appassionati che dal centro e nord Italia hanno raggiunto Sansepolcro, sede di partenza e arrivo della corsa, per scoprire le bellezze paesaggistiche e culturali che caratterizzano il territorio. In tutto 74 chilometri, quasi interamente su strade sterrate. Serena Falasconi Ölker, figlia del calciatore ex bianconero e amaranto,, organizzatrice dell’evento: “Tutto è andato per il meglio senza particolari imprevisti. Abbiamo inoltre la fortuna di vivere in un territorio assolutamente adatto a questo particolare tipo di ciclismo, e lo hanno notato molte persone provenienti da vari luoghi suggestivi tra Toscana e Umbria ai quali la Valtiberina non ha niente da invidiare. Concludo ringraziando tutti i partecipanti e i nostri preziosi partner per questa prima edizione.”

La Chianina Ciclostorica della Valdichiana

Quattro percorsi per la settima edizione de La Chianina Ciclostorica. L’evento conoscerà il proprio cuore domenica 20 giugno quando, partendo alle 9.00 da Marciano della Chiana, una colorata carovana di ciclisti con biciclette vintage e maglie di lana percorrerà alcune delle strade e delle salite più belle della Valdichiana aretina, prevedendo itinerari di lunghezza e difficoltà differenti per favorire la partecipazione di appassionati di ogni età e con ogni preparazione.
Il “Percorso lungo” si svilupperà tra sessantotto chilometri che passeranno dai territori comunali di Marciano della Chiana, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino e Lucignano, presentando un tracciato innovativo rispetto alle precedenti edizioni de La Chianina. I ciclisti attraverseranno alcuni dei borghi più belli della vallata e saranno messi alla prova da due impegnative salite fino al castello di Civitella e, soprattutto, fino a Gargonza dopo cinque chilometri di strada bianca tra verdi boschi e suggestivi panorami. Quarantasette, invece, saranno i chilometri del “Percorso medio” tra Monte San Savino, la salita di Gargonza e Lucignano, mentre la terza proposta sarà il “Percorso breve” di trentasei chilometri da cui sono esclusi i tratti più ripidi verso Civitella e Gargonza. Il ciclismo, dunque, diventerà uno strumento per conoscere la Valdichiana attraverso la sua ricchezza paesaggistica, storica, architettonica ed enogastronomica, con l’organizzazione di ben tre ristori dove i partecipanti potranno rinfrescarsi e ritrovare le energie con i prodotti locali: queste soste di gusto sono previste a Ciggiano con una colazione dolce e a Monte San Savino con i piatti salati preparati dagli staff della sagra della nana di Montagnano e della sagra della porchetta di Monte San Savino.
Nella foto sotto: lo scomparso Felice GImondi a La Chianina
Felice GImondi a La Chianina del 2019

Un’ulteriore pausa sarà prevista a Civitella in Val di Chiana con un fresco ristoro idrico. Per permettere, infine, la partecipazione anche a bambini e famiglie è stato confermato il “Percorso garbato” di 20 chilometri tra Marciano della Chiana e Monte San Savino senza particolari difficoltà e salite, con partenza alle 9.00 e con iscrizioni da effettuare in loco. «I quattro percorsi – commenta Silvio Valentini de La Chianina, – sono pensati con la doppia finalità di accompagnare alla scoperta di alcuni dei luoghi più belli della Valdichiana aretina e di favorire la partecipazione al maggior numero possibile di ciclostorici, nel rispetto delle misure per la prevenzione dal Covid19. Il passaggio dai borghi di Monte San Savino e Lucignano, unito alle salite fino a Civitella in Val di Chiana e Gargonza, rappresenta un elemento di novità per una ciclostorica che, nel corso degli anni, ha riunito migliaia di appassionati dall’Italia e dall’estero».

Chianina, bici e comics

Satira e risate in vista de La Chianina Ciclostorica. Tra le iniziative collaterali all’evento di ciclismo in programma dal 18 al 20 giugno a Marciano della Chiana rientra anche il concorso di grafica umoristica Chianina Comics che si appresta ora ad entrare nel vivo. Giunto alla quinta edizione, il contest ha invitato illustratori e caricaturisti di tutta Italia a realizzare vignette sul tema “100 anni del Partito Comunista Italiano – 70 anni in fuga” e a creare così un simpatico legame tra il mondo delle biciclette e il mondo della politica. Le iscrizioni al concorso resteranno aperte fino a mercoledì 2 giugno, poi da lunedì 14 giugno le vignette saranno caricate su facebook dove verrà proposta una mostra virtuale e una gara a suon di “mi piace” per individuare la migliore che meriterà il primo premio.

                           

Holy Gravel: la Valtiberina ospita l’evento dedicato agli appassionati di gravel bike

Ancora aperte le preiscrizioni gratuite per la manifestazione in programma il 5 e 6 giugno a Sansepolcro. Un’esperienza imperdibile tra bellezze naturali e cultura
Dopo l’anno di pausa dovuto all’emergenza sanitaria la Valtiberina torna ad ospitare la Holy Gravel, manifestazione sportiva non competitiva dedicata agli amanti del gravel, ma aperta anche alle mountain bike e ciclocross, in programma a Sansepolcro il 5 e 6 giugno 2021. 74 chilometri, di cui 67% su strade bianche e 33% su asfalto, che porteranno i partecipanti a vivere un’esperienza imperdibile alla scoperta dei luoghi più suggestivi del territorio.
L’evento, come detto, si articolerà nelle due giornate di sabato 5 e domenica 6 giugno. Il primo giorno sarà caratterizzato da un appuntamento conviviale nel comune di Anghiari, dopo una breve scampagnata con aperitivo con partenza da Sansepolcro. La manifestazione vera e propria prenderà il via la domenica mattina alle 8:30, con partenza e arrivo sempre nella città di Piero.
La Holy Gravel, organizzata per la prima volta nel 2019 quando fu inserita all’interno del programma del Festival dei Cammini di Francesco, è promossa da alcuni cittadini del Borgo appassionati di questa particolare disciplina, il gravel biking, che trova nel territorio valtiberino il suo habitat naturale.
Ad illustrarne le caratteristiche sono gli stessi organizzatori: “La parola inglese Gravel, in italiano ‘ghiaia’ o ‘terriccio’, sta ad indicare dei particolari modelli di biciclette destinate a percorrere fondi ghiaiosi, strade bianche con il fondo compatto e tracciati non asfaltati in generale. Abbiamo voluto pensare ad Holy Gravel per poter condividere la nostra passione con chiunque ne abbia voglia, per pedalare in compagnia, per conoscere nuove persone e godere delle bellezze che la storia e la natura ci hanno lasciato in eredità e che è nostro dovere preservare, soprattutto facendole apprezzare a chi ancora non lo conosce.”
Maggiori informazioni sono disponibili sui canali Facebook e Instagram dell’evento e sul sito web ufficiale della Holy Gravel (www.holygravel.it). In quest’ultimo spazio web è ancora possibile effettuare la preiscrizione gratuita compilando l’apposito form.

Miniera Eco Days: successo per la prima giornata

In archivio con oltre settecento partecipanti la prima giornata dei “Miniera Ecodays”, l’evento ciclistico e podistico non competitivo per famiglie e sportivi che si è svolto domenica 23 maggio all’interno dell’ex Area Mineraria Enel di Santa Barbara a Cavriglia
L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Valdarno Bike Road insieme ad Enel, Comune di Cavriglia, Confcommercio e Banca del Valdarno, ha permesso così di scoprire una zona ancora poco conosciuta del territorio valdarnese, ma di grande fascino sotto il profilo paesaggistico, oltre che strettamente legata al recente passato economico della vallata e alla sua miniera di lignite.
Per tutta la domenica, senza soluzione di continuità dalle 9  alle 17, moltissime persone hanno preso d’assalto il doppio anello di Bellosguardo, sede della partenza dei due circuiti creati appositamente all’interno dell’area mineraria, entrambi chiusi al traffico: un anello di 30 chilometri su strade bianche – aperto a mountain bike, E-Bike e gravel – ed un anello di otto chilometri dedicato al podismo.
In cabina di regia l’associazione Valdarno Bike Road, che opera su molti campi del ‘bike friendly’, con il patrocinio del Comune di Cavriglia e di Enel, proprietaria dell’area nella quale si svolgono le attività, e con il contributo diretto di Confcommercio e della Banca del Valdarno.
Cresce dunque l’attesa per la replica dell’evento, la prossima domenica 13 giugno, quando il secondo appuntamento dei “Miniera Eco days” si terrà in contemporanea negli stessi luoghi con l’ultimo giorno e la cerimonia di chiusura del Simposio di Scultura “Pietra Sublime”.
Le iscrizioni al secondo dei “Miniera Eco days” sono ancora aperte. La registrazione è totalmente gratuita e può essere eseguita attraverso il download dell’app per smartphone della Valdarno Bike Road. L’iscrizione è però obbligatoria per la partecipazione in ottemperanza alle attuali norme a contrasto dell’epidemia del Covid-19.

La Chianina è tra gli eventi consigliati dal Ciclo Club L’Eroica

La Chianina è confermata tra le ciclostoriche d’eccellenza collegate al circuito de L’Eroica. La manifestazione di Marciano della Chiana, in calendario da venerdì 18 a domenica 20 giugno, è stata nuovamente inserita nel programma di appuntamenti consigliati dal Ciclo Club L’Eroica per vivere lo spirito e i valori caratterizzanti del ciclismo storico italiano.
Questo club è nato dalla volontà di Giancarlo Brocci, fondatore de L’Eroica, di tenere unita una comunità di appassionati di ciclismo di tutto il mondo per permettere loro di condividere comuni esperienze di amicizia, sport e scoperta del territorio, proponendo anche la partecipazione agli eventi più affini a questo spirito. Il cuore della promozione e dell’impegno del Ciclo Club sono le vere e proprie manifestazioni targate L’Eroica, ma nel calendario del 2021 sono suggerite anche altre ciclostoriche tra cui La Chianina che potrà così godere di risalto e visibilità internazionale.
Questo riconoscimento certifica lo stretto legame che, da sempre, unisce La Chianina e L’Eroica: la manifestazione di Marciano della Chiana è nata proprio da uno stimolo di Brocci che invitò ad esportare in Valdichiana i valori e la passione caratteristici della celebre ciclostorica di Gaiole in Chianti. Lo stesso Brocci, inoltre, ha più volte evidenziato come questo invito sia stato ben interpretato e come La Chianina sia oggi “tra i figli più belli de L’Eroica”.

Cicloturismo in Valdarno

Domenica 23 maggio e domenica 13 giugno l’area mineraria Enel di Santa Barbara (Cavriglia) sarà il cuore dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Valdarno Bike Road insieme ad Enel, Comune di Cavriglia, Confcommercio e Banca del Valdarno. Due percorsi su strade bianche chiuse al traffico per biciclette (30 km) e podismo (8 km) con partenza dal circuito di Bellosguardo a Cavriglia.  Stand e servizi per famiglie, amatori e atleti, iscrizione gratuita con l’App Valdarno Bike Road
.

Giro d’Italia: da Pontassieve a Bagno di Romagna

Nove team per sei maglie: questo il riassunto della “sfida elettrizzante” che anima il Giro-E 2021, terza edizione dell’evento creato da RCS Sport, già organizzatore del Giro d’Italia. Ed è appunto sulle strade e nei giorni della Corsa Rosa che il Giro-E percorre l’Italia: da Torino a Milano, dall’8 maggio al 30 maggio, 21 tappe per raccontare la bellezza della Penisola passando dalle grandi città alla provincia, dall’Appennino alle Alpi, in un percorso di 1540 affascinanti chilometri.
La “sfida” in realtà non è una gara, ma una e-bike experience, una delle esperienze più belle che un amatore può vivere in sella a una bicicletta. Grazie alle bici da corsa a pedalata assistita, cui l’evento è riservato, i partecipanti vivono le sensazioni dei professionisti: il foglio firma alla partenza, la conquista di una maglia, la premiazione sul podio dei campioni, una hospitality riservata all’arrivo. Nonostante i motori di cui sono equipaggiate le biciclette, i ciclisti devono comunque sudare: il dislivello positivo del Giro-E 2021 è di 25.500 metri, tra cui spiccano la tappa numero 14 Maniago-Monte Zoncolan, 2.700 metri di dislivello, e la 16 Canazei-Cortina D’Ampezzo, 2.200 metri di dislivello positivo che comprendono il Passo Giau e il Pordoi, Cima Coppi del Giro 2021. Sono sei le tappe oltre i 2.000 metri di dislivello positivo.
“Il Giro-E è una manifestazione unica nel panorama internazionale del ciclismo”, ha detto Paolo Bellino, AD e direttore generale di RCS Sport, durante la presentazione alla vigilia dell’inizio della manifestazione a Torino “Siamo stati i primi a credere nelle bici a pedalata assistita: abbiamo avuto coraggio e oggi il Giro-E raccoglie i frutti del nostro impegno negli ultimi 4 anni, ottenendo l’apprezzamento del mondo della bici, dell’industria e degli sponsor”.
Conferma del successo è il fatto che l’edizione 2021 raddoppia il title sponsor con l’ingresso di ENIT-Agenzia Nazionale Turismo che affianca Enel X, la business line del Gruppo Enel dedicata a mobilità elettrica, prodotti innovativi e soluzioni digitali, che supporta il Giro-E fin dalla prima edizione. “Il Giro E per Enel X è l’occasione perfetta per sensibilizzare il pubblico degli appassionati di ciclismo, e non solo, sui temi dell’ecosostenibilità e della mobilità elettrica”, ha commentato Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia. “L’elettrificazione dei trasporti deve essere un obiettivo del Paese e come Azienda vogliamo essere promotori di una mobilità a impatto zero, completamente elettrica ed ecocompatibile”. Domani (giovedì 20 maggio), alla partenza di Pontassieve Enel X sarà presente al via con alcuni rappresentanti delle proprie strutture E-Mobility ed E-City.
Evento green per definizione, il Giro-E può contare su molti partner e iniziative che parleranno di sostenibilità, mobilità e tematiche ambientali. Banca Mediolanum sarà sponsor di Ride Green, il progetto di sostenibilità basato sull’attività di raccolta differenziata attraverso un sistema di tracciabilità e monitoraggio dei rifiuti, che promuove la salvaguardia delle aree attraversate dalla Corsa Rosa. Quest’anno Ride Green si arricchisce dell’iniziativa Regala un albero, che ha come obiettivo quello di compensare le emissioni di CO2 prodotte dalla Corsa Rosa. Ciò avverrà tramite la piantumazione di 1200 nuovi alberi in un’area di oltre 300 ettari situata nel cuore della Sila, uno dei grandi polmoni d’Europa. Banca Mediolanum regalerà un albero per ogni corridore partecipante al Giro d’Italia, per un totale di 176 alberi. Anche Trenitalia vuole diffondere il messaggio per un mondo più pulito e sostenibile, infatti ha scelto di essere sponsor della Maglia Verde-Ride Green, fin dagli esordi del Giro-E simbolo dell’importanza delle tematiche ambientali.