Tra borghi e castelli: La Chianina presenta i percorsi della ciclostorica

La Chianina Ciclostorica porta tra borghi e castelli della Valdichiana. L’evento di ciclismo storico è in programma da venerdì 10 a domenica 12 giugno a Marciano della Chiana e, nel frattempo, gli organizzatori hanno reso noti i quattro percorsi sviluppati su alcune delle strade e delle salite più suggestive della vallata, andando così a rinnovare il binomio tra sport e turismo. La vera e propria ciclostorica prenderà il via alle 9.00 del 12 giugno e troverà il proprio cuore nel “Percorso Lungo” che, sviluppato su circa ottanta chilometri, vivrà uno dei momenti più suggestivi nella salita verso il borgo fortificato di Gargonza e nella novità del passaggio dal castello del Calcione.

Sesta edizione di Chianina Comics

Vignette, ciclismo ed ecosostenibilità unite nella sesta edizione di Chianina Comics. Il concorso nazionale di grafica umoristica è promosso tra le iniziative collaterali de La Chianina Ciclostorica e, anno dopo anno, configura un partecipato appuntamento che coinvolge disegnatori e caricaturisti di tutta la penisola. Il tema della nuova edizione è “Vieni avanti Gretino” e propone un gioco di parole che, ispirato al titolo del noto film di Lino Banfi uscito nel 1982, trova il proprio cuore nella volontà di stimolare una riflessione sulle tematiche ecologiche sostenute da Greta Thunberg. Vignettisti, illustratori e caricaturisti potranno iscriversi fino a giovedì 2 giugno, con tutti gli elaborati che verranno esposti in occasione de La Chianina Ciclostorica in programma dal 10 al 12 giugno a Marciano della Chiana quando verrà proclamato il vincitore.

L’Eroica è pronta

Eroica Montalcino sarà una grande Festa di colori, fatica, polvere e bellezza, il centro di Montalcino si trasformerà nel palcoscenico della Festa, illuminato da lanterne fatte dalle vecchie maglie dei ciclisti di un tempo, investito dalla musica, dai balli, dai costumi e dalle bici di quando il ciclismo era eroico e popolare.
Ultime posti disponibili con iscrizione STANDARD. La bellezza delle strade bianche, tra paesaggio, tradizioni, natura e storia.

La Chianina è pronta al via

La Chianina confermata tra gli eventi maggiormente capaci di esprimere lo spirito e i valori del ciclismo storico. La ciclostorica di Marciano della Chiana, giunta all’ottava edizione, è stata nuovamente riconosciuta tra le manifestazioni d’eccellenza consigliate dal Ciclo Club L’Eroica per vivere esperienze di qualità in termini di cultura sportiva, scoperta del territorio e aggregazione. L’appuntamento, in programma da venerdì 10 a domenica 12 giugno, potrà dunque continuare a fregiarsi del titolo di “Evento amico” de L’Eroica che, da venticinque anni, è il punto di riferimento mondiale per tutti gli appassionati di ciclismo storico.

La Chianina

La Chianina Ciclostorica apre il cammino verso l’ottava edizione. La manifestazione è in programma da venerdì 10 a domenica 12 giugno, ma la prima data segnata sul calendario è quella di mercoledì 2 marzo quando verranno aperte le iscrizioni on-line per poter partecipare ad un fine settimana che coniugherà sport, sapori, divertimento e scoperta del territorio. La comune passione per la bicicletta, infatti, diventa un’occasione di aggregazione per ciclostorici di tutta Italia che si ritroveranno a Marciano della Chiana per vivere un programma ricco di iniziative tra pedalate sulle strade più suggestive della Valdichiana, dibattiti, visite guidate, mostre e mercatini.

Pantani nel cuore

Esce lunedì 14 febbraio, giorno di San Valentino e 18° anniversario della morte di Marco Pantani, la nuova edizione di “Un Pirata in Cielo”, libro di Riccardo Clementi il cui sottotitolo è “18 volte Pantani: la sue gesta nella memoria eterna delle montagne”. Con questo originale testo edito da Urbone Publishing, casa editrice specializzata in letteratura e cultura sportiva, il giornalista e scrittore Riccardo Clementi ha voluto omaggiare la figura del Pirata a 18 anni dalla sua scomparsa.
Si tratta di un ampio aggiornamento del volume uscito nel 2018 con lo stesso titolo – mentre il precedente sottotitolo era “14 volte Pantani… dalle vette delle Alpi alle stelle del Firmamento” – che si compone di 4 capitoli aggiuntivi, una nuova “Praefatio” introduttiva e contenuti inediti per un totale di circa 50 pagine di scritto in più rispetto alla prima edizione. Anche la copertina presenta novità grafiche, perché alle montagne e al cielo stellato della prima edizione si aggiunge il mare da cui il Pirata di Cesenatico trae origine: nell’immagine stilizzata ed evocativa, realizzata dal graphic designer Stefano Tomassetti, si colgono le radici marine di Pantani che, in sella alla sua bici, sembra quasi uscire dall’acqua per prenderne la forza, la linfa e l’ispirazione, fino a mettere le ali ed arrampicarsi sulle montagne, in una sorta di scalata che si fa eterna nel Firmamento senza tempo e senza confini, il tutto a rappresentare il suo fulmineo passaggio terreno.
E se il primo volume del 2018 ruotava tutto intorno al numero 14 – perché 14 erano gli anni senza Pantani, 14 è il giorno di San Valentino in cui nel 2004 il campione di Cesenatico salutò il mondo, 14 è il numero di tappa in cui Pantani ottenne il primo successo al Giro d’Italia ’94, 14 erano i capitoli del libro proprio come le vittorie centrate tra Giro e Tour prima del drammatico 5 giugno ’99 – questa nuova edizione fa del 18 l’elemento di riflessione del testo: “il 14 febbraio è il 18° anniversario della morte di Pantani – scrive Clementi18 anni, il tempo della maturità. Anche la memoria di Marco raggiunge la maggiore età. L’epopea del Pirata è diventata grande, ha cambiato aspetto e nella memoria collettiva si è rivelata per quello che è realmente. Questa nuova edizione vuole continuare a far vivere Pantani attraverso il racconto delle sue imprese in bicicletta, opere d’arte da consegnare ai posteri. Scriveva Aristotele che ‘la memoria è lo scriba dell’anima’. Oggi, spesso, le parole sono buttate là per creare caos. Ma in verità possiamo utilizzarle per elevare mente e cuore. In qualsiasi ambito le parole fanno la differenza perché raccontano di noi, tessono relazioni, vivono di un significato che non svanisce. Come gli scatti di Pantani. Che ormai sono eterni. Perché un Pirata non muore mai. Vive”.
Ecco perché, come spiega l’autore nel libro, il numero che lo rappresenta resta il 14 – non a caso anche la sua ultima vittoria della carriera, in solitudine a Courchevel, che rappresenta allo stesso tempo il riscatto e l’addio, fu la tappa numero 14 del Tour 2000 – ma il 18 ci dice che in ogni vicenda, anche nella più dolorosa, ad un certo punto arriva una maturità in cui occorre mettere un punto. Non per dimenticare e voltare pagina senza pensare a ciò che è stato. Ma, al contrario, per trarne una memoria saggia ed una lezione preziosa.

Scuola di Ciclismo a Sansepolcro

Nasce a Sansepolcro una scuola di ciclismo. L’iniziativa è del Veloclub e va a colmare un vuoto: si tratta infatti della prima scuola di ciclismo in Valtiberina ad essere legata alla Federazione Ciclistica Italiana.
Questa nuova opportunità, dedicata ai bambini tra i 6 e i 14 anni, prenderà il via a gennaio, come ha spiegato Enzo Boriosi, presidente del Veloclub, nella conferenza stampa di questa mattina insieme al sindaco Fabrizio Innocenti, che ha la delega allo Sport.
“Con il nuovo anno partiranno i corsi, che si terranno allo Stadio Tevere, con lezioni sia teoriche che pratiche – ha detto Boriosi – Ci saranno delle prove gratuite per mostrare alle famiglie cosa intendiamo fare e quale è il programma delle lezioni. Sono previsti tre istruttori federali, cioè Alessandro Chimenti, Roberto Bellucci e il sottoscritto. L’idea è nata alcuni anni fa e alla fine abbiamo deciso di metterla in pratica. E’ un’opportunità sportiva ed educativa che si aggiunge a quelle già presenti nel nostro territorio”.
Oltre a insegnare ai più piccoli tutto ciò che è legato al corretto modo di pedalare, alla postura, alla valutazione degli ostacoli ecc, ci saranno degli incontri informativi su temi più generali ma importanti come l’educazione stradale e l’alimentazione.
“Siamo felici che a Sansepolcro parta un’attività di questo tipo e ringraziamo il Veloclub per l’iniziativa – ha commentato il sindaco Innocenti – Tutto ciò che aiuta e sostiene nella crescita i nostri bambini è patrimonio della comunità e deve essere valorizzato. Lo sport è salute ed è bene che i più piccoli capiscano da subito la sua importanza”.
Per informazioni sui corsi, è possibile contattare uno dei seguenti numeri: tel 392 5759150, tel 342 8797197, tel 333 3198287.

la Chianina

La Chianina Ciclostorica ufficializza le date dell’ottava edizione. La manifestazione, organizzata dall’associazione La Chianina Asd di Marciano della Chiana, si terrà da venerdì 10 a domenica 12 giugno 2022 e si svilupperà attraverso tre giornate ricche di iniziative dedicate al ciclismo storico. Anno dopo anno, l’evento rappresenta un’occasione per permettere a ciclisti dalla penisola e dall’estero di condividere la comune passione per le due ruote e, allo stesso tempo, per accompagnare alla scoperta delle bellezze paesaggistiche, architettoniche, culturali e gastronomiche della Valdichiana.

Nazionale di ciclismo a Daniele Bennati

Dalla pagina Facebook del Sindaco di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli:”Un figlio della nostra terra che non si è mai fermato neanche quando è sceso dalla bicicletta dopo una brillante carriera da professionista. Diciotto intensi anni tra i professionisti, con un grande bagaglio di vittorie, di sacrificio e di conquiste ora saranno a disposizione della Nazionale Italiana di Ciclismo da oggi affidata al Castiglionese Daniele Bennati, a coronamento di una carriera che avremmo voluto festeggiare come si conviene nella nostra città con tanti personaggi del ciclismo se non ci fosse stata la pandemia.
Caro Daniele in qualche modo ci rifaremo, intanto tu pensa all’Italia della bicicletta!”

Foto dal profilo Facebook del sindaco di Castiglion Fiorentino.