Intrepida pronta al via. San Giustino vittorioso in B

Lo sport è bello perché puoi dare due notizie in una. Ovvero che la squadra della ErmGroup San Giustino ha vinto il match in serie B di pallavolo maschile, odierno, ad Orte per 3-0, ma puoi dire anche che la corsa dell’Intrepida, la Cicloturistica d’epoca di Anghiari, oggi è arrivata a quasi 800 iscritti e domani, domenica 17 ottobre, oltre che essere il giorno in cui si vota in Valtiberina per il nuovo sindaco di Sansepolcro, le iscrizioni potrebbero salire all’Intrepida, essendo ancora aperte.

Intrepida al via domenica ad Anghiari

Domenica 17 ottobre il via all’Intrepida, la pedalata non agonistica su bici d’epoca con partenza liberaalla francese” da Piazza Baldaccio, dalle 7,45 alle 9,30. All’ingresso a tutti i partecipanti verrà controllato il Green Pass. Tre come sempre i percorsi previsti: corto da 42 km, lungo da 85 km e intrepido da 120 km. Tutta la Valtiberina sarà attraversata dai corridori che sfioreranno i mille partecipanti. La cicloturistica è aperta per il percorso lungo e intrepido solo ai ciclisti muniti di tessera in regola o di certificato medico per attività sportiva agonistica per ciclismo come previsto dal regolamento. Per il percorso corto da 42 km è sufficiente il certificato medico per attività sportiva non agonistica. Tutti i ciclisti dovranno presentarsi con bicicletta storica da corsa costruita prima del 1987: telaio in acciaio, leve del cambio sul tubo obliquo del telaio, pedali muniti di fermapiedi e cinghietti e passaggio dei fili dei freni esterno al manubrio, e con abbigliamento consono.

Gli eventi prima dell’Intrepida

Domenica 17 pttobre si svolgerà la nona edizione de l’Intrepida di Anghiari. Prima della competizione vera e propria ecco gli appuntamenti:

  • Venerdì 15 ottobre dalle ore 21:00 al Teatro di Anghiari, in collaborazione con Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, Comune di Anghiari e Teatro di Anghiari, il grande appuntamento “Aspettando L’Intrepida”. La serata dedicata al ciclismo vedrà la presenza di tre illustri ospiti: il Campione Olimpico e 2 volte Campione del Mondo PAOLO BETTINI (vincitore anche di 3 Coppe del Mondo, di 1 Milano-Sanremo, di 2 Giro di Lombardia e di 2 Liegi-Bastogne-Liegi), l’ex professionista aretino RINALDO NOCENTINI (maglia gialla per 8 tappe al Tour de France 2009) e l’ex ciclista FRED MORINI (oggi nello staff della Nazionale Italiana di ciclismo su strada e su pista che tante soddisfazioni ci ha regalato in questo 2021).
  • Sabato 16 ottobre per tutta la giornata nel centro storico spazio ai mercatini dedicati al ciclismo e ai mestieri di una volta, all’intrattenimento, alla musica e alle visite guidate (nel centro storico di Anghiari e al Museo della Battaglia dove sono esposte importanti opere provenienti da Le Gallerie degli Uffizi). La mattina di sabato 16 ottobre dalle 9:00 circa e fino alle 13:00 in Piazza Mameli “La Bici mi racconta”, laboratori di scrittura autobiografica per bambini promossi in collaborazione con la Libera Università dell’Autobiografia e l’Istituto Comprensivo (in caso di maltempo nella Sala Audiovisivi). A Palazzo Pretorio avranno luogo la mostra di bici d’epoca di Gabrio Spapperi e quella sui cantori del ciclismo a cura di Vittorio Landucci. Nel pomeriggio in Piazza Baldaccio una presentazione in anteprima assoluta su uno dei Campionissimi del nostro ciclismo (verso le 16:00) e nella Sala Audiovisivi adiacente a Piazza del Popolo la conferenza sulla “Bicicletta di Leonardo a cura di Gabrio Spapperi e Roberto Manescalchi (intorno alle ore 17:30). La sera non si svolgerà per motivi logistici dovuti alle restrizioni in vigore la consueta cena al Castello di Sorci, ma gli intrepidi potranno mangiare in ristoranti convenzionati.

In….arrivo l’Intrepida di Anghiari

Mancano pochi giorni a L’Intrepida 2021, cicloturistica su bici d’epoca organizzata dal Gs Fratres Dynamis Bike, in programma ad Anghiari domenica 17 ottobre. La manifestazione tornerà a svolgersi dopo l’anno di pausa dovuto all’emergenza Covid-19. Da venerdì 15 ottobre, la sera in Teatro sino alla ciclostorica vera e alla gestione dei ristori d’epoca, con tutti i criteri previsti. Attenzione massima alla disposzioni, ma senza nulla togliere alle emozioni con quota di 1000 partecipanti superata sia nel 2018 che nel 2019. Le iscrizioni sono aperte nel sito www.lintrepida.it
Conferenza stampa prevista per lunedì 11 ottobre alle 18:00 nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Pretorio mentre la pedalata non agonistica su bici d’epoca si svolgerà domenica 17 ottobre con partenza libera “alla francese” da Piazza Baldaccio, dalle 7:45 alle 9:30. Tre come sempre i percorsi previsti: corto da 42 km, lungo da 85 km e intrepido da 120 km. La cicloturistica è aperta per i percorso lungo e intrepido solo ai ciclisti muniti di tessera in regola o di certificato medico per attività sportiva agonistica per ciclismo come previsto dal regolamento, mentre per il percorso corto da 42 km è sufficiente il certificato medico per attività sportiva non agonistica. Tutti i ciclisti dovranno presentarsi con bicicletta storica da corsa costruita prima del 1987. Nella foto di Luigi Burroni un momento della passata edizione

Gran successo per la Marzocchina

Una partecipazione sopra le righe, con numerosi appassionati di sport, cicloturismo e di ciclismo vintage, per la nona edizione de “La Marzocchina”, la ciclostorica del Valdarno superiore che si è svolta ieri (domenica 12 settembre)
Due i tracciati su cui i “ciclostorici” hanno pedalato: il “corto” da 21 chilometri e il “classico” da 55 chilometri, punto di forza i 38 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno dell’area mineraria Enel di Santa Barbara, nei comuni di Cavriglia e Figline Incisa Valdarno, recuperata grazie all’importante lavoro svolto dai tecnici Enel, che ha permesso di realizzare un percorso sicuro immerso nel verde di un angolo di Toscana più unico che raro, nell’ambito del più ampio progetto di riqualificazione che prevede la valorizzazione dell’area dal punto di vista turistico, sportivo e naturalistico. Dal Valdarno aretino, così, è stato  possibile sconfinare anche nell’area metropolitana fiorentina nel territorio comunale di Figline e Incisa Valdarno in un tour di rara bellezza tra meraviglie paesaggistiche e sentieri inediti. Un risultato possibile grazie alla collaborazione con Enel che per il settimo anno consecutivo ha confermato la partnership in qualità di main sponsor con la regia della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, della Confcommercio della provincia di Arezzo, il patrocinio di Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, i comuni di San Giovanni Valdarno, Cavriglia e Figline Incisa Valdarno e il contributo di Enel, Moretti srl, Savini e altri sponsor privati.

Intrepida il 17 ottobre

Dopo la Marzocchina di San Giovanni Valdarno, giunta alla 9^ edizione e che si svolgerà domenica 12 settembre, anche l’Intrepida di Anghiari si ripresenta dopo la pausa covid del 2020. La corsa vintage si svolgerà ad Anghiari domenica 17 ottobre e sarà, salvo sorprese del 3 ottobre con la sfida a tre per la fascia di sindaco tra Bianchi, Checcaglini e Polcri il giorno del ballottaggio.

In arrivo la Marzocchina. Domani 12 settembre l’atteso percorso

Fervono i preparativi per la nona edizione de La Marzocchina, la ciclostorica a partecipazione gratuita che oggi e domenica 12 settembre 2021 porterà centinaia di appassionati a percorrere le campagne del Valdarno Superiore, con la regia della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, della Confcommercio della provincia di Arezzo, il patrocinio di Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, i comuni di San Giovanni Valdarno, Cavriglia e Figline Incisa Valdarno e il contributo di Enel, Moretti srl, Savini e altri sponsor privati.
Quest’anno oltre all’attesa gara ciclistica dal consueto fascino vintage della scampagnata tra amici con vecchie bici d’epoca, sono state previste una serie di iniziative per coinvolgere l’intera comunità e attrarre curiosi e appassionati. La partenza de La Marzocchina, domenica 12 settembre alle 9 da Corso Italia a San Giovanni Valdarno. In questa edizione saranno due i tracciati: il  “corto” da 21 chilometri e il “classico” da 55 chilometri. Tra i punti di forza della Marzocchina, i 38 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno dell’area mineraria di Santa Barbara, nei comuni di Cavriglia e Figline Incisa Valdarno, recuperata grazie all’importante lavoro svolto da Enel, che ha permesso di realizzare un percorso sicuro immerso nel verde di un angolo inedito di Toscana, nell’ambito del più ampio progetto di riqualificazione che prevede la valorizzazione dell’area dal punto di vista turistico, sportivo e naturalistico.

La Marzocchina al via.

Tante le iniziative legate all’edizione 2021 de La Marzocchina fra cui la prima edizione de La Marzocchina dei piccoli, visite guidate alla città, lo “stufato party”, mostre, proiezioni, contest fotografici e l’inaugurazione della pista ciclabile di via Genova.
Fervono i preparativi per la nona edizione de La Marzocchina, la ciclostorica a partecipazione gratuita che sabato 11 e domenica 12 settembre 2021 porterà centinaia di appassionati a percorrere le campagne del Valdarno Superiore, con la regia della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, della Confcommercio della provincia di Arezzo, il patrocinio di Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, i comuni di San Giovanni Valdarno, Cavriglia e Figline Incisa Valdarno e il contributo di Enel, Moretti srl, Savini e altri sponsor privati.
Quest’anno oltre all’attesa gara ciclistica dal consueto fascino vintage della scampagnata tra amici con vecchie bici d’epoca, sono state previste una serie di iniziative per coinvolgere l’intera comunità e attrarre curiosi e appassionati. La partenza de La Marzocchina, domenica 12 settembre alle 9 da Corso Italia a San Giovanni Valdarno. In questa edizione saranno due i tracciati: il  “corto” da 21 chilometri e il “classico” da 55 chilometri. Tra i punti di forza della Marzocchina, i 38 chilometri di strade bianche chiuse al traffico all’interno dell’area mineraria di Santa Barbara, nei comuni di Cavriglia e Figline Incisa Valdarno, recuperata grazie all’importante lavoro svolto da Enel, che ha permesso di realizzare un percorso sicuro immerso nel verde di un angolo inedito di Toscana, nell’ambito del più ampio progetto di riqualificazione che prevede la valorizzazione dell’area dal punto di vista turistico, sportivo e naturalistico.