A due mesi dal mondiale pesi Welter Spence-Garcia

Nella foto il Campione del Mondo Errol Spence Jr

Nel recente incontro per i pesi welter, che avvicina al massimo titolo, l’ex campione del mondo, Porter, ha battuto con decisione unanime 120-108 per tutti e tre i giudici, l’imbattuto tedesco Formella che ha ora un record di 22 vittorie ed uno stop, quello appunto con Porter che ha vinto 31 incontri, pareggiato 1 e persi 3.
Mentre c’è grande attesa per il titolo mondiale dei Pesi Welter tra l’attuale Campione Errol Spence Jr, imbattuto e con 26 incontri tutti vinti e lo sfidante, l’altro americano Andy Garcia con 36 vittorie e 2 sconfitte per un match tutto da vedere sabato 21 novembre. L’incontro si disputerà al Microsoft Theater di Los Angeles.



Lo sfidante Andy Garcia

Pesi Welter: sfida mondiale il 21 novembre tra Errol Spence e Danny Garcia

Per molti appassionati della nobile arte, o della boxe che dir si voglia, ci dovrebbe essere un solo campione per categoria. Questo il pensiero dell’imbattuto detentore mondiale dei pesi Welter, Ibf e Wbc, la categoria del biturgense Alessandro Riguccini, titolare del titolo Silver dei Welter.
Errol Spence jr, “The Truth”, la verità,  il prossimo 21 novembre, salirà sul ring contro Danny “Swift” Garcia (36-2, 21 KO) per difendere le sue cinture (IBF/WBC) dei pesi Welter.
Garcia vanta un curriculum di tutto rispetto,  è stato campione del mondo dei pesi super leggeri e dei pesi welter (WBA/WBC).
The Truth si presenterà davanti al suo avversario da imbattuto e altrettanto determinato salirà sul quadrato Danny Garcia, per conquistare le cinture che detiene il suo rivale. Il match andrà in onda il 21 novembre prossimo su Fox Sports PBC in pay-per-view. Attesa c’è, invece, per conoscere, a distanza di dieci mesi dalla sua vittoriosa difesa del titolo, su chi sarà il prossimo avversario di Alessandro Riguccini per il titolo Silver.

Ecco classifica dei Pesi Welter

Eccoci alla classifica dei Pesi Welter, WBC, la categoria dove è presente il biturgense Alessandro Riguccini, detentore del titolo Silver Interim. Campione del mondo dei Welter, per la WBC, è Errol Spence Jr. Questa, in ordine, la classifica degli sfidanti

BOXERNATIONALITYTITLE
1 Shawn PorterUS
2 Danny GarciaUS
3 Mikey GarciaUS
4 Keith ThurmanUS
5 Vergil Ortiz Jr.US
6 David AvanesyanRussiaEBU
7 Egidijus KavaliauskasLithuania/US
8 Josesito LopezUS
9 Amir KhanGBINTL
10 Josh KellyGB
11 Ray RobinsonUS
12 Alexis RochaUSAMERICA
13 Mikael ZewskiCanada
14 Sebastian FormellaGermany
15 Santiago DominguezMexico/USUSNBC *CBP/P
16 Jaron EnnisUS
17 Kiryl RelikhBelarussia
18 Thulani MbengeSouth Africa
19 Ahmed El MousaouiFrance
20 Chris Van HeerdenSouth Africa
21 Adrian GranadosUS
22 Alessandro RigucciniItalySILVER Interim
23 Custio ClaytonCanada
24 Mauricio PintorMexicoCONT. LATINO AMERICAN
25 Radzhab ButaevRussia
26 Giovani SantillanUS
27 Rashidi EllisUS
28 Chris JenkinsGBBBBofC/COMM
29 Daniyar YeleussinovKazakhstan
30 Riku NagahamaJapanOPBF

Davide Brito, la speranza olimpica italiana, al compleanno di Zillone.

Brito 3E’ considerato da tutti come il nuovo astro nascente della boxe italiana: definito un fenomeno. L’aretino Davide Brito, 23 anni, peso massimo, quasi due metri di altezza, presente al compleanno, l’80°, di Pietro Besi, Zillone, il campione sportivo per i biturgensi.
Con Brito, personaggio semplice, umano, ma schietto, due chiacchiere d’obbligo in vista della sua partenza con la nazionale italiana di boxe da lunedì 3 agosto.
La nazionale italiana, pesi massimi e poi le Olimpiadi?
“Piano, piano, ci dice un ragazzo che sprigiona forza e potenza, ma al tempo stesso, grande coscienza di quello che si appresta a fare. Piano perché la concorrenza c’è e il posto per le Olimpiadi va conquistato con grande intelligenza”.
Però il guantone d’oro 2019 italiano non te lo toglie nessuno.

Brito

Un giorno, presto, potrò dire di essere stato accanto al Campione Olimpico

“Un riconoscimento che va ad unirsi a quello conquistato nel 2016. Ovvio che la partenza è buona, ma il posto per l’Olimpiade, dove ci sarà l’elite mondiale dilettantistica, va conquistato con grandi sacrifici”.
Il tuo attuale idolo?
“Penso ad Anthony Joshua o a Tyson Fury, ma il personaggio a cui mi ispiro è Cassius Clay, Mohamed Alì>.
Appunto a lui ti hanno paragonato gli esperti per il tuo modo di muoverti e combattere.
“Li ringrazio. E’ un onore che abbiamo fatto questo accostamento, ma diventare come lui è il mio sogno come quello di tanti altri pugili”.
La serata per Zillone ?
“Splendida, in compagnia anche della mia Scuola, quella della famiglia Nicchi. Mi avevano detto che era un personaggio amato, ma non pensavo così tanto. Ha 80 anni ma è sempre giovane dentro e di spirito. Un uomo, un pugile, da ammirare”.
In bocca al lupo Davide, l’Olimpiade ti attende !!!

 

 

Gli 80 anni di “Zillone”

01-08-20 da sinistra Besi, Brito, Nicchi Santino

Besi, Brito e Nicchi

Una serata da ricordare quella che ha visto il mitico Pietro Besi, per tutti Zillone, festeggiare i suoi 80 anni alle Piscine Pincardini. Con lui tante persone, un centinaio, i sindaci di Sansepolcro, Mauro Cornioli e di Castiglion Fiorentino, Mario Agnelli, che con l’assessore del comune biturgense Paola Vanni e la scuola pugilistica Nicchi di Arezzo, hanno salutato, tra tanti amici e aneddoti, gli 80 anni di Pietro Besi. Con lui, con Pietro, anche l’astro nascente della boxe italiana, l’aretino Davide Brito, peso massimo, vincitore del guantone d’oro 2019, che lunedì 3 agosto si unirà alla nazionale italiana di boxe per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Tanti amici, tante storie da ascoltare e raccontare, la bella Laura Perla, il preparatissimo anfitrione Claudio Roselli, sono stati la degna cornice in autentici momenti di sport e di amicizia, del compleanno di Pietro Besi, indiscusso personaggio della città di Sansepolcro, per la sua umanità e simpatia, oltre che bravura.

Zillone e i suoi 80 anni

Besi Pietro 4Venerdì 31 luglio compirà 80 anni. Pietro Besi, per tutti “Zillone”, è arrivato all’importante data e la festeggerà assieme ai tanti amici al Centro Sportivo Pincardini, alle Piscine di Sansepolcro, per intenderci.
Una cena alla quale tutti possono partecipare previa iscrizione e prenotazione allo 0575- 742897.
Assieme al mito della boxe parteciperanno Davide Brito, miglior pugile emergente d’Italia, Guanto d’oro 2019, i maestri di pugilato Aldo, Santino e Adriano Nicchi.
L’appuntamento alle 20,30 di venerdì 31 luglio, alle Piscine Pincardini, per gli 80 anni di Pietro Besi: Zillone.
Besi Pietro 3

Riguccini 26° al mondo

La World Boxing Council (WBC) ha pubblicato i ranking, le classifiche di luglio 2020.
Nella lista figurano anche 9 pugili professionisti italiani, tra cui il biturgense Alessandro Riguccini, 26° al mondo.
Eccoli divisi per ogni categoria di peso preceduti dalla posizione che occupano nella classifica Mondiale:

  • Mosca– 21° Mohammed Obbadi
  • Supergallo– 16° Luca Rigoldi
  • Superpiuma– 23° Michele Magnesi
  • Welter– 26° Alessandro Riguccini
  • Medi– 16° Matteo Signani
  • Supermedi– 30° Giovanni De Carolis
  • Mediomassimi– 33° Davide Faraci
  • Massimi leggeri– 31° Simone Federici – 32° Fabio Turchi.

    Riguccini 21-09-19 bis

    Riguccini

 

7 ko per il pugile Vianello

Il “Gladiatore”, Guido Vianello, il peso massimo italiano, 108 chili, ha demolito in appena 2 minuti del primo round Don Haynesworth, il pugile romano, a Las Vegas, ha colpito il rivale con un perfetto diretto destro al volto preceduto da un bel jab; lo statunitense è crollato al tappeto e così Vianello ha conquistato la settima vittoria da professionista in altrettanti incontri disputati. Ed ora si stanno preparando, sperando anche in una chance americana, i pugili toscani, il fiorentino Turchi, l’aretino campano Fiordiglio e il biturgense Riguccini pronti a battersi e a tornare sul ring.
 

100 sportivi: il più ricco e il più…povero

Chi sono gli sportivi che guadagno di più? Presto detto. La rivista americana Forbes ha pubblicato l’elenco in una classifica che va da maggio 2019 alla fine di maggio 2020.
undefined

Ovvio che ha inciso il coronavirus, anche in questo caso perché, ad esempio, atleti del Baseball, uno dei principali sports in America, si sono dovuti fermare prima a causa della pandemia.
Il primo della lista è il tennista Roger Federer con 106,3 milioni di dollari (100 dalla pubblicità, 6,3 di montepremi).
2) Cristiano Ronaldo (calcio) con 105 (45 più 60).
3) Lionel Messi (calcio) con 104 (32 più 72).
4) Neymar (calcio) 95,5
5) LeBron James (basket) 88,2;
6) Curry (basket)74,2
7) Durand  (basket)63,9;
8) Woods (golf) 62,3;
9) Cousins (football americano) 60,5
10)Wentz (football americano) 59,1
undefinedCampioni di automobilismo sono un po’ indietro: Hamilton è 13° con 54 milioni, Vettel è 32° con 36,3 milioni.
Nel pugilato: il britannico Tyson Fury è undicesimo con 57 milioni di dollari, l’altro campione del mondo dei massimi, sempre britannico, Anthony Joshua è diciannovesimo con 47 milioni. Il terzo peso massimo, ex leader mondiale, l’americano Deontay Wilder è ventesimo con 45,5 milioni, mentre il campione dei medi, Saul Canelo Alvarez è trentesimo con 37. La prima donna in classifica è la tennista Naomi Osaka. Altri tennisti, tipo Djokovic e Nadal, sono al 22° e al 27° posto.
undefinedIl più….povero tra i primi cento al mondo? Il calciatore spagnolo Sergio Ramos che da maggio 2019 a maggio 2020 a guadagnato, secondo Forbes, 21,8 milioni di dollari.

il pugile Vianello a Las Vegas il 9 giugno

.

Pronto !!!

L’organizzatore pugilistico, Bob Arum, ha reso noti i principali incontri delle sei riunioni, cinque  a Las Vegas ed una in uno studio televisivo messicano che riapriranno il pugilato negli Stati Uniti. Ci sarà anche l’italiano Guido Vianello, il “Gladiatore”, un peso massimo in ascesa, che se la vedrà contro Don Haynesworth. Vianello (6-0, 6 ko) il 9 giugno sarà a Las Vegas, nella prima riunione dopo l’inizio della pandemia. Haynesworth è un americano dello Stato di New York, ha 37 anni, vive a Greensboro ed è pugile professionista dal 2014. Queste le date dei prossimi incontri organizzati da Bob Arum:
9 giugno: Shakur Stevenson – Felix Caraballo. Con Mikaela Mayer – Helen Joseph nel sottoclou, oltre a Vianello – Haynesworth.
11 giugno: Jessie Magdaleno – Yenifel Vicente. Con Adam Lopez – Luis Coria nel sottoclou.
16 giugno: Joshua Greer Jr – Mike Plania. Con Giovanni Santillan – Antonio DeMarco nel sottoclou.
18 giugno: Jose Pedraza – Mikkel LesPierre. Con Gabe Flores Jr – Josec Ruiz nel sottoclou.
20 giugno: Emanuel Navarette vs. Uriel Lopez (da Città del Messico).
23 giugno: Andrew Moloney vs. Joshua Franco. Con Christopher Diaz vs. Jason Sanchez nel sottoclou.
Ovvio che anche gli altri italiani, in questo caso i toscani, che sono in lizza per tornare sul ring, dal fiorentino Turchi, all’aretino-campano Fiordiglio, e al pugile di Sansepolcro, Alessandro Riguccini, c’è ora la speranza di combattere nuovamente dopo un lungo periodo di astinenza.