Segnale di ripartenza dello Sport da Città di Castello

“Da Città di Castello un bellissimo segnale di ripartenza dello sport in sicurezza, a sostegno anche della ripresa dell’economia”. La soddisfazione dell’assessore allo Sport Massimo Massetti per la disputa della prova selettiva del Campionato Italiano MX Junior 2021 al crossodromo “Giuseppe Ceccarini”. Il plauso del presidente del Coni Domenico Ignozza: “Un bel messaggio di ritrovata serenità sportiva dopo la fase più acuta dell’emergenza da Covid-19, che siamo impegnati a fronteggiare insieme alla Regione sostenendo l’intrero movimento”. Brilla in gara il giovanissimo portacolori del Moto Club Baglioni Nicolò Gennaioli.
“L’organizzazione encomiabile da parte del Moto Club Baglioni ha confermato come le associazioni sportive regionali abbiano tutte le capacità per gestire il ritorno alla normalità, anche se bisogna ancora affrontare tanti problemi”, precisa il presidente del Coni che ha scelto Città di Castello e una manifestazione di alto livello nazionale per richiamare l’attenzione generale sugli sforzi che si stanno facendo in Umbria per la ripresa dello sport.
“Per venire incontro alle associazioni sportive che tanto hanno sofferto le necessarie chiusure, la Regione, sempre attenta e sensibile verso il movimento sportivo, ha messo a disposizione due milioni di euro con un bando attivo dal 12 maggio, che permetterà ai sodalizi richiedenti di fruire di un contributo minimo di 1.500 euro”, spiega Ignozza, aggiungedo che “altri due milioni di euro sono stati messi a disposizione per la riqualificazione degli impianti sportivi e un ulteriore bando di 300 mila euro verrà incontro alle particolari esigenze del mondo natatorio”. “Una ripartenza accompagnata dalla vicinanza delle istituzioni con in prima fila l’assessore regionale allo Sport Paola Agabiti, che fa ben sperare per un ritorno dell’Umbria sportiva al centro delle manifestazioni nazionali ed internazionali”, evidenzia il presidente del Coni. Nelle gare disputate al crossodromo Ceccarini si è distinto con particolare evidenza il giovane portacolori del Moto Club Baglioni Nicolò Gennaioli, che nella categoria Junior Mini Cross si è piazzato al 16esimo posto nella prima manche e al 19esimo posto nella seconda, segnalandosi tra i migliori nel lotto di 65 coetanei in gara e ricevendo le congratulazioni dell’assessore Massetti e del presidente Ignozza.

Motocross nel tempio Internazionale

Bilancio positivo per la delegazione tifernate-lacustre alla due giorni di Maggiora nello storico tempio del cross italiano alla prima edizione della “Euro vintage motocross cup”. Problemi tecnici improvvisi legati ad un guasto alla moto hanno impedito a Mauro Morvidoni  “Ramarro” del Motoclub “E.Baglioni” presente assieme ad altri tre veterani tifernati di confermare la prima ottima uscita nelle prove di Sabato. Elio Petricci si e’ piazzato al 38esimo posto, Paolo Fiorucci  12esimo in gara alla fine e’ risultato terzo di categoria: una bella gara davvero. Dino Perioli come Morvidoni ha avuto ploblemi tecnici. Ivo Lasagna pilota di castiglione del lago ha vinto nella “250” lasciando alle spalle piloti professionisti e nella seconda categoria “125”  si e’ piazzato al secondo posto. “Un sogno che si avvera essere qui in pista assieme a piloti che hanno fatto la storia di questo bellissimo sport. Aldilà dei risultati comunque positivo quello che contava era esserci e provare ancora quelle sensazioni di una volta: una esperienza bellissima nel tempio del motocross internazionale”, hanno dichiarato in coro stanchi ma soddisfatti in cinque piloti umbri. L’assessore allo sport Massimo Massetti si e’ congratulato con loro:”grazie alla vostra passione e bravura  i colori della nostra città e della regione sono stati veicolati in ambito nazionale. La tradizione del motocross tifernate ed umbro non ha smentito le aspettative. Bravi”.


Quattro piloti tifernati nel leggendario circuito Mottaccio del Balmone a Maggiora in Piemonte

“Veterani” del cross. Ci saranno anche quattro tifernati ed un pilota di Castiglion del Lago, domani e domenica 18 Aprile ai nastri di partenza della prima edizione “Euro vintage motocross cup”, il campionato europeo riservato alle moto d’epoca in programma nel “leggendario” circuito “Mottaccio del Balmone” a Maggiora, in provincia di Novara. La delegazione tifernate del Motoclub “E. Biaglioni”, capitanata dal pluridecorato, Mauro Morvidoni, “Ramarro”( nel 2019 Campione Regionale Umbro-Marchigiano” nella Categoria Cross “Moto d’Epoca” in sella alla sua Maico 440) con la Suzuki 400 del 1976,  Dino Perioli su Ktm 125 del ’76,  Paolo Fiorucci su Villa 360 del ’76 ed Elio Petricci su Beta 250 del ’80. Assieme a loro anche il pilota di Castiglion del Lago, Ivo Lasagna su Honda 250 del ’93.
Nello storico circuito di Maggiora che può essere definito a pieno diritto il tempio del motocross, nel corso degli anni si sono dati battaglia i più forti e vincenti piloti della storia di questo sport. La prestigiosa storia motoristica di Maggiora ha radici lontane; nella stessa area d’interesse odierna, un gruppo di appassionati ha dato vita ad uno dei primi circuiti di Motocross in Europa nel 1958. Gia’ a partire dagli anni 60’ l’impianto e’ conosciuto a livello nazionale ed internazionale, ma e’ dalla prima meta’ degli anni 70’ che si raggiunge la consacrazione a livello mondiale attraverso l’organizzazione del primo Motocross delle Nazioni (manifestazione di riferimento per questo sport) e di svariati Gran Premi. “Il motocross a Città di Castello ha una lunga e importante tradizione sportiva e la partecipazione di una nutrita e qualificata delegazione tifernate capitanata da Mauro Morvidoni, Ramarro per gli amici e per tutto l’ambiente sportivo, al prestigioso evento nel leggendario circuito di Maggiora, testimonia ancora una volta il talento e la passione che anima tutti coloro che nella nostra città praticano da decenni questa difficile e affascinante disciplina”. L’assessore allo Sport, Massimo Massetti, esprime la soddisfazione dell’amministrazione comunale per questa trasferta in terra piemontese dei piloti tifernati e rinnova le più sentite congratulazioni a tutto lo staff dirigenziale del Motoclub “E.Baglioni”.

Un primo posto per la Steels Motocross al Trofeo Umbria/Lazio/Toscana

I giovani centauri della Steels Motocross in evidenza al Trofeo Umbria/Lazio/Toscana. Il 2021 di gare è stato aperto dalla partecipazione al campionato interregionale promosso dalla Uisp che, al crossdromo di Città di Castello, ha visto i piloti del team aretino scendere in pista e ottenere bei risultati che hanno trovato il loro apice nel primo posto di Leonardo Gervasio nella categoria “2 tempi – Amatori”. Questa manifestazione ha rappresentato un buon banco di prova del lavoro svolto in allenamento negli ultimi mesi che ha permesso al tecnico Andrea Botti di seguire la crescita tecnica degli atleti della Steels Motocross e di ottimizzare le prestazioni delle moto, con i primi riscontri che sono risultati particolarmente incoraggianti.
La prestazione più rilevante porta la firma di Gervasio (nella foto sotto) del 2006 che, in attesa di misurarsi nei campionati federali della Fmi, ha chiuso al primo e al secondo posto le due manche di gara, piazzandosi così in cima alle classifiche di giornata. Nei “2 tempi – Amatori” era presente anche il suo coetaneo Kevin Botti che, nonostante la pista resa pesante dal maltempo, ha registrato un bel miglioramento dei tempi e ha chiuso il trofeo con un doppio quarto posto, al secondo gradino tra i piloti toscani. La gara ha registrato anche il debutto assoluto con i colori della Steels Motocross dell’italo-uruguaiano Cristian Jordao del 1996 nella categoria “Mx1 Esperti – Agonisti”, con il centauro che ha accusato la pesantezza del circuito bagnato e che ha chiuso al decimo posto di giornata. «La nostra priorità – commenta Andrea Botti, – era di tornare in pista a gareggiare, per testare il livello di una preparazione che è stata limitata dall’emergenza sanitaria e dalle restrizioni agli spostamenti. Il dato più positivo è rappresentato dalle generali prestazioni di Gervasio e Botti che hanno vissuto importanti miglioramenti rispetto alle scorse stagioni e che si sono dimostrati competitivi, testimoniando la bontà del percorso di crescita che stiamo portato avanti insieme ormai da molti anni».

La Steels Motocross scalda i motori per la stagione 2021

La Steels Motocross scalda i motori per la nuova stagione. Il team motociclistico aretino ha ufficializzato i piloti che scenderanno in pista nei campionati regionali di motocross al via dalla prossima primavera, con una squadra composta prevalentemente da giovani di cui verrà seguita la crescita attraverso una costante assistenza tecnica e meccanica. L’anno di gare vedrà la Steels raddoppiare i propri sforzi e impegnarsi sul doppio fronte delle manifestazioni organizzate dalla federazione e dalla Uisp, permettendo così ai propri centauri di salire in moto con continuità dopo i lunghi stop del 2020 e di vivere più occasioni di confronto con coetanei di tutta la regione.
La novità è rappresentata dall’innesto dell’italo-uruguaiano Cristian Jordao del 1996 che, forte di un palmares con la vittoria di alcuni titoli regionali “debuttanti e junior”, ha scelto la Steels per ricercare un rilancio nei campionati toscani. Questo pilota correrà nella categoria Mx125 dove saranno presenti anche Kevin Botti del 2006 e Leonardo Gervasio classe 2004 che si misureranno pure nelle prove del campionato italiano, mentre a completare il team saranno Davide Marcucci del 2007 che gareggerà nella Mx85 e Davide Rossi del 1992 che affiancherà le acrobazie del motocross freestyle al tradizionale motocross nella Mx1.
In vista dell’avvio della stagione, inoltre, la Steels sta definendo gli accordi con partner di livello nazionale che ne hanno sposato l’impegno nella promozione del motocross a livello giovanile e, tra questi, la più recente novità è rappresentata dall’avvio della collaborazione con l’azienda Lattine Personalizzate di Davide Finamore con sede nella milanese Rho. «In questo periodo di difficoltà e di incertezze – commenta Andrea Botti, presidente della Steels, – il primo ringraziamento va a tutte le realtà che hanno creduto in noi, affiancheranno la nostra attività e sosteranno la crescita dei nostri ragazzi. L’auspicio per il 2021 sarà, innanzitutto, di poter gareggiare con continuità, con l’obiettivo di mantenere il nome della Steels in cima alle diverse classifiche».

Il 16 e 17 gennaio a Città di Castello Crossodromo “Ceccarini” il Raduno Collegiale di Enduro FMI riservato alle donne

L’attività didattica 2021 della Federazione Motociclistica Italiana prenderà il via sabato 16 e domenica 17 gennaio con un Raduno Collegiale di Enduro riservato alle donne. Appuntamento al crossodromo di Città di Castello dove sono attese Licenziate di ogni livello.
A dirigere il raduno in Umbria saranno Raffaele Prisco (Coordinatore della Direzione Tecnica FMI) e Cristian Rossi (Direttore Tecnico FMI Enduro), affiancati da Tecnici FMI. Il programma prevede sezioni teoriche alternate alla pratica sul campo; le partecipanti saranno raggruppate per livelli di abilità e avranno la possibilità di migliorare sia la propria tecnica di guida che l’approccio alle competizioni. Non mancheranno momenti di incontro con atlete ed ex atlete di livello internazionale con le quali le ragazze potranno confrontarsi ottenendo informazioni e ascoltando aneddoti.
Un evento davvero unico, con una formula atipica. Non sarà infatti un collegiale a numero chiuso anzi, vi potranno prendere parte tutte le atlete appassionate di fuoristrada. L’incontro dimostra l’attenzione della FMI verso il mondo femminile: l’intento è quello di far crescere il livello delle ragazze sia in campo nazionale che internazionale! “ E’ il nuovo corso della brillante presidenza Giovanni Copioni appena rieletto per il secondo mandato. Una scelta che ha reso orgoglioso tutto lo staff del motoclub E.Baglioni”, commentano i dirigenti del sodalizio che gestiscono da anni con grande professionalità il prestigioso circuito.  Il 16 e 17 gennaio a Città di Castello Crossodromo “Ceccarini” il Raduno Collegiale di Enduro FMI riservato alle donne.
Arriveranno già da venerdì cinquanta delle migliori atlete italiane che si alleneranno seguite da tecnici FMI con l’obiettivo di accompagnare gli atleti più promettenti agli onori mondiali”.
“Un ulteriore attestato  e riconoscimento per il Motoclub Baglioni e per i tanti appassionati di questo sport”, precisa l’assessore tifernate Massimo Massetti nel ricordare il ricco palmares di eventi di carattere nazionale ed internazionale che si svolgono da tempo nell’impianto di Cittò di Castello.

Bene la Steels

La Steels Motocross vince il Challenge Enduro Husqvarna con il suo pilota Gherardo Baldini. La manifestazione era inserita all’interno del Campionato Italiano Enduro e ha visto sfidarsi centauri da tutta la penisola in sella a moto Husqvarna, con l’aretino che è stato protagonista di tre gare ai vertici delle classifiche che sono valse il successo finale. Il team Steels Motocross, nel frattempo, è sceso in pista anche nella pisana Ponte a Ego per una nuova prova del Trofeo Toscana Uisp di motocross dove ha ottenuto un primo posto con David Rossi e due terzi posti con Kevin Botti e Leonardo Gervasio.

Botti vince

I giovani centauri della Steels Motocross in evidenza nella prima prova del Trofeo Toscana Uisp di minicross. Con un primo e un secondo posto, la scuderia aretina è stata protagonista nel campionato regionale che, per le categorie giovanili, ha preso il via dal crossdromo senese di Chiusdino con una gara che ha configurato un’occasione di confronto per decine di piloti. Il miglior risultato porta la firma di Kevin Botti classe 2006 che ha trovato il primo successo della sua carriera sportiva: con attenzione e carattere, il pilota della Steels è sceso in pista nella Mx85 Promo ed ha condotto una gara impeccabile che è terminata con la soddisfazione di tagliare il traguardo in prima posizione. 

Motocross, enduro e freestyle nel 2020 della Steels

Motocross, enduro e freestyle: il 2020 vedrà la Steels impegnata in tre diverse discipline motociclistiche. Il team di Castiglion Fiorentino scalda i motori e presenta una stagione che si prospetta particolarmente ricca di impegni, sviluppandosi attraverso un intenso calendario dove le gare dei campionati regionali e nazionali si alterneranno ad iniziative sociali legate soprattutto alla mototerapia.

Steels - James Trincucci 2020 (1) (002)

James Trincucci

Il campionato toscano di motocross vedrà alla partenza Kevin Botti classe 2006 nella categoria Mx85 Senior e Leonardo Gervasio del 2004 nella Mx125 Junior, due giovani centauri che saranno impegnati anche nelle varie prove del campionato italiano. A completare il team sarà Davide Marroni del 1995 che scenderà in pista nella Mx2. Forti ambizioni sono riposte sull’enduro dove la Steels schiererà una squadra particolarmente competitiva con Samuele Pecorari del 2006 nella categoria Mini-Enduro (già campione toscano nel 2018 e campione umbro-laziale nel 2019) e con il neo-innesto di Gherardo Baldini del 1997 che andrà a gareggiare nell’importante categoria Élite anche del campionato italiano. La stagione di Pecorari e Baldini, tra l’altro, è iniziata nel migliore dei modi: entrambi i piloti hanno centrato la vittoria nella prima prova del campionato regionale umbro-laziale Fmi a Magione e si sono così assestati in vetta alle rispettive classifiche.

Steels - Kevin Botti 2020 (1) (002)

Kevin Botti

Il team, infine, ha consolidato il proprio impegno nello spettacolare motocross freestyle dove continuerà a fornire supporto tecnico a tre piloti della scuderia Daboot che saranno impegnati nelle principali manifestazioni internazionali della disciplina: Leonardo Fini che ha recentemente trovato notorietà per il quinto posto agli X-Games in Colorado (la più importante manifestazione mondiale di snowbike), Davide Rossi e James Trincucci. In questa disciplina, la Steels sta proseguendo il lavoro con l’atleta paralimpico bolognese Luca Guerzoni che nel 2015 ha perso il braccio destro a causa di un incidente stradale, con l’ambizione di portare a saltare in rampa il primo pilota al mondo con questa disabilità fisica. Una particolare attenzione sarà inoltre orientata all’organizzazione in piazza a Castiglion Fiorentino della seconda edizione della mototerapia ideata da Vanni Oddera, con un progetto rivolto a ragazzi con disabilità fisiche o intellettive per permettere loro di vivere le emozioni del freestyle, di ammirare le esibizioni dei suoi campioni e di provare la gioia di salire su una moto.