Bellanti si aggiudica il Memorial Procelli

Il Trofeo dedicato alla memoria di Bista Procelli, l’indimenticato armaiolo costruttore di balestre, che ha visto la partecipazione dei balestrieri biturgensi, oltre a quelli di Gubbio, San Marino e per la prima volta di Norcia, tutti possessori delle balestre del compianto armaiolo biturgense, è andato a Marco Bellanti di Sansepolcro, al secondo posto Federico Romolini sempre di Sansepolcro, mentre al terzo posto, Alessandro Mancini di Bubbio. Alla gara si erano iscritti 55 balestrieri che si sono sfidati, nella 22^ edizione del Memorial, in una gara ad eliminazione.

Porta Romana vince

Porta Romana si aggiudica il Palio Rionale della balestra a Sansepolcro battendo i rivali di sempre di Porta Fiorentina. Il punteggio è stato secco, 6-1 con il rione giallo rosso che torna a quel successo che mancava dal 2019. Porta Fiorentina è sempre in vantaggio nella classifica generale 32-14. Questi i balestrieri di Porta Romana che hanno vinto nella sfida di Piazza Torre di Berta per l’anno 2022: Enzo Cestelli, Lorenzo Dell’Omarino, Francesco Scappini, Marco Bellanti, Giacomo Meo, Andrea Cestelli. Il punto per Fiorentina porta la firma di Marco Guerrini Guadagni. Fatto oltremodo curioso è stato che Porta Romana si è aggiudicata tutte le tornate in cui tirava, il proprio campione, per secondo, oltre a vincere le altre sfide. Porta Romana ha vinto 14 volte (1977,1979,1981,1982,1984,1987,1990,1996,2006, 2010,2013,2014,2019,2022) le altre volte, 32, sono andate ad appannaggio di Porta Fiorentina. Il Palio rionale non si è disputato solo nel 1991.
Ed ora il secolare Palio della balestra con i rivali di sempre di Gubbio per domenica 11 settembre alle ore 16 in Piazza Torre di Berta. Nella stessa Piazza, sabato 10 settembre, alle 21, i Giochi di Bandiera.

Romolini per Sansepolcro trionfa al Palio della Balestra

Federico Romolini trionfa per Sansepolcro al Palio della Balestra contro la città di Gubbio. Il Palio dipinto dall’artista biturgense, Mario Dolfi, è stato combattuto come sempre ed è rimasto in terra Toscana. Cestelli si presentava sul banco di tiro come vincitore della scorsa edizione dopo la “sfida” interna con Gianni Bergamaschi e il suo tiro faceva ben sperare, poi tutti gli altri tra cui appunto Romolini che trionfava. Palio della Balestra che ha visto 94 tiratori, 52 balestrieri per la Città di Sansepolcro e 42 per quella di Gubbio.

Traffico variato a Sansepolcro

In vista di questo fine settimana, quando si terranno i Giochi di Bandiera, oggi, e il Palio della Balestra (domenica 12 settembre) oltre alle altre manifestazioni correlate che si svolgono nel centro storico di Sansepolcro, sono previsti provvedimenti e modifiche al traffico affinchè sia garantito lo svolgimento degli eventi in sicurezza e nel rispetto dei protocolli anti Covid.
Nel giorno del Palio della Balestra, quindi domenica a partire dalle 11, saranno chiuse al traffico Piazza Torre di Berta e alcune traverse, mentre altre strade rimarranno aperte solo per il transito dei residenti.
Al termine del Paliointorno alle 19, si terrà la tradizionale sfilata quindi in via XX Settembre, via Aggiunti e le relative traverse, a partire dalle 11 del mattino di domenica 12 settembre sarà previsto il divieto di sosta con rimozione, esteso a tutti (residenti, autorizzati, portatori di handicap). Si ricorda che durante la sfilata, i presenti dovranno indossare la mascherina e mantenere il distanziamento.
Il pubblico che sarà in piazza per il Palio, potrà accedere solo se in possesso di Green Pass, mascherina e biglietto nominativo (sono previsti circa la metà dei posti).

Porta Fiorentina vince ancora

I balestrieri di Porta Fiorentina trionfano nel Palio dei Rioni contro i Balestrieri di Porta Romana vincendo 6-2 la sfida in Piazza Torre di Berta, aggiudicandosi il drappo dipinto da Donatella Zanchi. Il rione viola conduce adesso con 31 vittorie contro le 13 dei giallo rossi. Settimana, questa, dedicata alle rievocazioni storiche: sabato 11 settembre i Giochi di Bandiera e domenica 12 settembre il secolare Palio della Balestra tra Sansepolcro e Gubbio.

Traffico a Sansepolcro: le modifiche per il fine settimana.

In vista del prossimo fine settimana, quando si terranno il Palio della Balestra (domenica 12 settembre) e le altre manifestazioni correlate che si svolgono nel centro storico di Sansepolcro, sono previsti provvedimenti e modifiche al traffico affinchè sia garantito lo svolgimento degli eventi in sicurezza e nel rispetto dei protocolli anti Covid.
Nel giorno del Palio della Balestra, quindi domenica a partire dalle 11, saranno chiuse al traffico Piazza Torre di Berta e alcune traverse, mentre altre strade rimarranno aperte solo per il transito dei residenti.
Al termine del Palio, intorno alle 19, si terrà la tradizionale sfilata quindi in via XX Settembre, via Aggiunti e le relative traverse, a partire dalle 11 del mattino di domenica 12 settembre sarà previsto il divieto di sosta con rimozione, esteso a tutti (residenti, autorizzati, portatori di handicap). Si ricorda che durante la sfilata, i presenti dovranno indossare la mascherina e mantenere il distanziamento.
Il pubblico che sarà in piazza per il Palio, potrà accedere solo se in possesso di Green Pass, mascherina e biglietto nominativo (sono previsti circa la metà dei posti).

Ridolfi vince il Palio delle Balestre Grandi a San Marino, precedendo Sergio Valentini

La grande Festa nella Repubblica di San Marino per i festeggiamenti della più antica Repubblica al mondo, 1721 anni dalla data di fondazione, ha visto tra i protagonisti il Torneo delle Balestre grandi che è andato, davanti agli Eccellentissimi Capitani Reggenti, a Roberto Ridolfi primo tiratore nella Cava dei Balestrieri e vincitore di tante sfide, che ha preceduto un altro esperto campione, Sergio Valentini già vincitore del Palio del 3 settembre. Questa la classifica finale:


3 settembre – Festa della Fondazione della “Serenissima Repubblica di San Marino”

Giornata di festa nazionale in cui si commemora il Santo Patrono, non solo con le funzioni religiose. Per l’occasione, San Marino si anima con il palio delle balestre e i giochi di bandiera, il concerto della banda militare, la tradizionale tombola e il gran finale pirotecnico. AUGURI !!!!
La tradizione fa risalire la sua fondazione al 3 settembre 301 d.C., quando San Marino, un tagliapietre dalmata dell’isola di Arbe fuggito dalle persecuzioni contro i cristiani dell’imperatore romano Diocleziano, stabilì una piccola comunità cristiana sul monte Titano, La proprietaria della zona, era una ricca donna di Rimini: Donna Felicissima, che donò il territorio del monte Titano alla piccola comunità che lo chiamò, a memoria del fondatore, “Terra di San Marino”. (Wikipedia).