B1 femminile di volley, la parola a Stefania Liguori

L’analisi dell’attuale momento di Città di Castello, in B1 femminile di pallavolo, l’affidiamo al neo opposto Stefania Liguori, acquisto che si sta rivelando azzeccato.
“Inutile avere un positivo score personale quando poi la squadra non vince”.
Certa è una cosa, la 30enne giocatrice foggiana non ha avuto alcun problema di adattamento, familiarizzando fin da subito con le altre atlete e con l’ambiente.
“Se quella di Moie, in terra marchigiana, era stata, la nostra, una prestazione da dimenticare – spiega la Liguori – altrettanto non può dirsi per quanto avvenuto sabato scorso contro l’attuale capolista: siamo nettamente migliorate nell’atteggiamento come nel gioco espresso, anche perché in settimana ci eravamo allenate bene e con il giusto spirito, ossia pensando anche a divertirci nel lavorare. Spero adesso che i segnali di crescita trovino subito conferma”.
liguori stefania CdcSabato scorso avete lottato fino all’ultimo e alla fine c’è pure qualcosa su cui recriminare. “I 24 errori commessi, 17 dei quali in attacco. Alla fine, hanno pesato sul risultato e dispiace per quanto avvenuto nel secondo set: eravamo sul 18 pari, avremmo meritato di chiuderlo in nostro favore, ma un malinteso fra di noi ha regalato il punto alle avversarie. Da quel momento, ci siamo disunite e il Volleyrò ne ha subito approfittato, per quanto nessuna di noi abbia mollato. Siamo state inoltre più efficaci in difesa e sulle coperture, poiché consapevoli della forza del loro muro”.
Soddisfatta della tua prestazione?
Per principio, non sono mai soddisfatta di me stessa, perché credo che si possa e si debba fare sempre meglio. Prima di arrivare qui ho continuato ad allenarmi, pur mancandomi il ritmo partita e se ho realizzato diversi punti lo debbo anche a Giorgia Vingaretti, con una regista come lei, trovare i colpi giusti è più facile anche se sono al 70-80% della condizione”.
Domenica prossima, ultima di andata e scontro diretto a Cesena che può ancora riportare il sereno in classifica.
“Sì, è la classica situazione nella quale sbagliare diventa severamente vietato, per cui fondamentale sarà l’approccio con la partita, ovvero determinato ma senza eccessive tensioni. Dobbiamo fare la corsa sulle dirette concorrenti e il Cesena è una di queste; siamo a metà campionato e quindi ce la possiamo fare”.

San Giustino, altro colpo in B1 femminile.

Sta lavorando sodo il ds Leonardi a San Giustino, piazzando un altro gran colpo per la stagione 2019/2020, in B1 femminile di pallavolo, dopo l’ingaggio della regista Giorgia Vingaretti. Dal Volley Club Cesena arriva, infatti, l’opposto Caterina Errichiello, atleta di indubbio valore, figlia d’arte, anche se in un ruolo diverso, suo padre, è infatti l’ex centrale Giovanni Errichiello, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles del 1984. Caterina è nata il 23 marzo 1995 a Parma e arriva dopo tante esperienze, a San Giustino, per un ruolo da protagonista.
errichiello caterina

Battuta anche la squadra femminile di San Giustino in B1 di pallavolo

Dopo la squadra maschile, di scena alle 18, crolla, alle ore 21, anche la squadra femminile di San Giustino, in lotta sino all’ultimo tuffo per i play off. Ma lo stop, questa volta, poteva essere aspettato visto che di fronte c’era la neopromossa in A2, Macerata. È stato un secco, ma sofferto 0-3 per le ragazze di Gobbini che, non dimentichiamocelo, hanno disputato utto il 2019 senza il bomber, per usare un temine calcistico, Elisa Mezzasoma. Questi i parziali: 26-28;23-25;13-25.
Ecco i risultati:
San Giustino-Macerata 0-3
Cesena-Trevi 2-3
Ancona-Altino 0-3
Quarrata-Castelnuovo Rangone 0-3
Perugia-Castelfranco di Sotto 1-3
Montespertoli-Moie 0-3
Empoli-Capannori 3-2.
giordano palleggio ancona San GiuQuesto l’ultimo turno per sabato 4 maggio inizio ore 18:
Trevi-San Giustino
Capannori-Cesena
Macerata-Quarrata
Altino-Montespertoli
Castelnuovo Rangone-Perugia
Castelfranco di Sotto-Empoli
Moie-Ancona
La classifica: Macerata 70, Castelnuovo Rangone 63, Cesena 51, Altino 50, San Giustino 46, Trevi 45, Capannori 42, Castelfranco di Sotto 40, Empoli 30, Perugia 27, Quarrata 26, Montespertoli 15, Moie 13, Ancona 7.

 

 

 

Volley, Perugia festeggia la serie A, San Giustino sempre in lotta

Con i festeggiamenti per la Bartoccini Perugia promossa in serie A femminile, proseguono i campionati di volley delle umbre.
Certo è veramente incredibile come una città di 150 mila abitanti, possa ora avere due squadre in serie A: quella maschile con gli attuali campioni d’Italia della Sir Safety, ed ora anche una squadra femminile nella massima serie del volley.

San Giu-Fano 25-03

San Giustino

In B maschile giornata di riposo per San Giustino che si vede superato in classifica da Bari con i ragazzi di Sideri che sono ora terzi a due giornate dal termine.
Questi i risultati della terzultima giornata:
Lucera- Conad Assisi/Perugia 2-3
Foligno-Ancona 3-2
Monteluce Perugia-Pineto 0-3
Andria-Fano 3-1
Osimo-Cerignola 0-3
Loreto-Bari 1-3
Questa la classifica: Fano 55, Bari 46, San Giustino 44, Pineto 42, Loreto 41, Foligno 37, Osimo 31, Perugia/Assisi 29, Andria 28, Ancona 25, Lucera 22, Cerignola 21, Monteluce Perugia 11.
Nonostante la terza sconfitta consecutiva, Fano è matematicamente nei play off promozione per l’A2. Attualmente retrocessa in serie C Monteluce Perugia.
Prossime sfide decisive per i play off:
Sabato 27 aprile, ore 18:
San Giustino-Foligno
Bari-Lucera
Assisi/Perugia- Pineto
Ancona-Loreto
Sabato 4 maggio: ore 18 :
Loreto-San Giustino
Pineto – Bari

San Giustino femminile 09-10

San Giustino

San Giustino, in B1 femminile, è quinta in classifica, a quattro lunghezze da Cesena per la zona play off. La matematica ancora non si è espressa, ma il cammino delle ragazze di Gobbini è certo difficile:
Sabato 27 aprile, ore 21 : San Giustino- Macerata
Sabato 4 maggio, ore 18 : trevi – San Giustino.
Questi i risultati e la classifica alla terzultima giornata:
Montespertoli – San Giustino 0-3
Macerata – Cesena 3-0
Trevi – Empoli 3-1
Capannori – Perugia 1-3
Castelnuovo Rangone – Ancona 3-0
Moie – Castelfranco di Sotto 3-1
Altino-Quarrata 3-0
Classifica:Macerata 67, Castelnuovo Rangone 60, Cesena 50, Altino 47, San Giustino 46, Trevi 43, Capannori 4, Castelfranco di Sotto 37, Empoli 28, Perugia 27, Quarrata 26, Montespertoli 15, Moie 10, Ancona 7.
Promossa in A2 Macerata, retrocesse in B2 Montespertoli, Moie e Ancona.
Play off Promozione, attualmente, Montale Rangone e Cesena.
In C femminile, Chiusi conquista le semifinali e affronterà Città di Castello, l’altra sfida tra Foligno e Todi.

 

B1 femminile di pallavolo, San Giustino continua a credere nei play off

Vince 3-0 San Giustino, in B1 femminile, in casa della retrocessa Montespertoli e,  dopo tre sconfitte consecutive, seppur due ai tie break ed una secca contro la vice capolista Castelnuovo Rangone, le ragazze di Gobbini, trovano il riscatto e conquistano tre punti importanti per la classifica. Soffre nel primo set, la squadra tiberina, ma poi riesce a far sua la partita. Questi, infatti, i parziali: 29-31; 17-25;17-25. Sono tre punti d’oro per San Giustino che continua a credere nel raggiungimento dei play off anche se la situazione non è certo delle migliori.

borelli San GiustinoComunque, la terzultima giornata, in attesa della gara di domani tra Altino e Quarrata ha dato questi responsi:
Montespertoli – San Giustino 0-3
Macerata – Cesena 3-0
Trevi – Empoli 3-1
Capannori – Perugia 1-3
Castelnuovo Rangone – Ancona 3-0
Moie – Castelfranco di Sotto 3-1
Domenica 14 aprile si giocherà Altino-Quarrata.

MONTESPERTOLI: Pistolesi 17, Bellini 1, Checchi 6, Mazzini 8, Terlizzi, Pierattini 1, Antonini 1, Anichini (L1)  Bernini, Para 2, Vitrò (L2), Collini 3, Mezzedimi 8.
All. Pietro Giacomo Buoncristiani.
SAN GIUSTINO: Betti 1, Borelli 4, Galetti (L), Mearini 11, Silotto 8, Tosti 16, Romani 12, Giordano 2.
All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.
Arbitri: Gabriele Pulcini di Pisa e Dalila Viterbo di Livorno.

La classifica, ad oggi, è la seguente:Macerata 67, Castelnuovo Rangone 60, Cesena 50, San Giustino 46, Altino 44 (una gara in meno), Trevi 43, Capannori 4, Castelfranco di Sotto 37, Empoli 28, Perugia 27, Quarrata 26 (una gara in meno), Montespertoli 15, Moie 10, Ancona 7.

Laila Leonardi:” La matematica ci dà ancora speranza per i play off”.

A poche giornate dal termine del campionato di B1 femminile di palla volo, la parola a Laila Leonardi con diversi gettoni di presenza messi insieme anche quest’anno; 19 anni compiuti lo scorso 4 aprile, schierata da coach Marco Gobbini anche nel corso della partita contro Montale Rangone per dare respiro in regia a Benedetta Giordano.
“Se andiamo a vedere in ultimo, il punto lasciato in casa contro Moie e anche la sconfitta interna contro Quarrata stanno rivestendo il loro peso, ma direi che ancora non sia arrivato il momento dei rimpianti, sottolinea Leonardi, perché la matematica lascia aperto uno spiraglio (siamo a -7 da Cesena a tre giornate dalla fine, anche se in mezzo c’è Altino) e quindi la speranza è l’ultima a morire, per cui dobbiamo darci sotto fino alla fine”.
Contro Montale Rangone c’era poco da fare?
San Giustino femminile Laila Leonardi“E’ indubbiamente una squadra forte e organizzata: avremmo magari dovuto sbagliare qualcosina in meno, ma sinceramente c’è poco da recriminare”.
È praticamente per te la quarta stagione in B1. Di tutte le squadre che San Giustino ha avuto e nelle quali hai militato, questa ha dimostrato di avere quel qualcosa in più?
“Sì, sul piano caratteriale è senza dubbio la migliore. E la spiegazione è semplice: siamo un gran gruppo, che anche in partita si esprime a livello di squadra e questo va a tutto beneficio del gioco”.
Per te personalmente, che stagione è stata?
“Mi ritengo abbastanza soddisfatta. Ho avuto i miei spazi e nelle circostanze in cui sono stata chiamata penso di aver sempre dato il mio contributo”.
Sabato prossimo, trasferta a Montespertoli contro un’avversaria già retrocessa, ma questo non significa che sarà una passeggiata.
“Assolutamente! Anzi, le squadre che non hanno più nulla da perdere possono diventare molto insidiose e una cosa è certa: non regalano nulla”.

 

In arrivo per San Giustino, B1 femminile, la seconda forza del Campionato

tosti battura quarrata (002)Lo stop contro Altino, 2-3, la lotta per i play off, l’inseguimento a Cesena, proseguono ancora e, nonostante Altino abbia scavalcato le ragazze di Gobbini, le speranze continuano. Lo confermano le parole del capitano Silvia Tosti, in vista del match contro Montale Rangone, seconda forza del girone C di Serie B1.
Ma analizziamo, in primis, il match contro Altino per scoprire le cause della sconfitta.
La verità, sottolinea Tosti, è che nonostante il vantaggio di 12-10 nel tie break, avevamo speso molte energie e quindi abbiamo ceduto sul piano sia fisico che psicologico”.
E dire che i due set vinti sono stati dominati.
“ Il problema è che nei due set persi, prima del tie-break, abbiamo commesso 12-13 errori in entrambe le circostanze, sbagliando anche diverse battute, per cui diciamo che in larga misura ci siamo fatte male da noi, se avessimo ridotto gli errori, saremmo tornate a casa con il risultato in tasca”.
San Giustino femminile Silvia TostiSabato prossimo, match di cartello contro quel Montale Rangone che all’andata si impose nettamente per 3-0. “Dovremo dare il sangue – come si suol dire – e tirar fuori tutte le energie che abbiamo dentro, perché c’è ancora qualche remota speranza di agguantare la terza posizione, ma sarà l’ultimo appello utile”.
Mancano quattro giornate alla conclusione del campionato: che voto dai alla squadra?
“Un bel dieci: carattere, coesione e determinazione non ci mancano. Siamo un gruppo molto unito”.

 

Sconfitta di San Giustino contro Altino

Se la squadra maschile di San Giustino riesce nell’impresa di vincere 3-0 ad Andria, in terra pugliese, il team sangiustinese femminile, non riesce, nonostante giochi un gran bel match, di vincere a Francavilla al Mare contro le abruzzesi di Altino, strappando, comunque, un punto dopo aver perso 3-2 con questi parziali: 27-25; 19-25; 25-20;18-25;15-12.
Questi gli altri risultati:
Moie-Trevi 1-3
Capannori-Castelfranco di Sotto 2-3
Macerata-Empoli 3-0
Altino-San Giustino 3-2
Castelnuovo Rangone-Cesena 3-0
Quarrata-Ancona 3-0
Montespertoli-Perugia 2-3
San Giu esultanzaClassifica: Macerata 61, Castelnuovo Rangone 54, Cesena 47, Altino 44, San Giustino 43, Trevi 40, Capannori 38, Castelfranco di Sotto 34, Empoli 25, Perugia 24, Quarrata 23, Montespertoli 15, Moie e Ancona 7.
Per San Giustino, da qui alla fine, ancora 4 gare di cui: 6 aprile in casa con la seconda forza, Castelnuovo Rangone, il 13 aprile a Montespertoli, 27 aprile in casa con la capolista Macerata, quindi chiusura, della regular season, a Trevi il 4 maggio.

San Giustino contro Altino si gioca i play off.

A Francavilla, in terra d’Abruzzo, San Giustino si gioca, contro Altino, le residue speranze di accesso ai play off di B1 femminile, alle 18 di domenica 31 marzo.
Al momento, infatti, Altino e San Giustino sono appaiate in quarta posizione a quota 42 e a -5 da Cesena (San Giustino ha però una vittoria in meno) e giungono alla sfida con stati d’animo diversi. Se infatti le teatine sono reduci dal gran colpo (3-1) messo a segno proprio a Cesena, le nerofucsia debbono ancora smaltire il 2-3 interno per opera di Quarrata.
romani attacco altino San Giu FAll’andata, nel pieno della condizione fisico-mentale del gruppo, Tosti e compagne riuscirono a battere le abruzzesi con un bel 3-1, ma stavolta la musica sarà diversa.
Di certo, a coach Simone Di Rocco le pedine non mancano: Jessica Panucci è in assoluto una fra le migliori attaccanti alla banda (23 punti a Cesena), ma ci sono anche Ylenia Vanni al centro, l’altra laterale Chiara Spagnoli e la palleggiatrice Irene Ricci fra le atlete di livello superiore alla media, che oltretutto si presenteranno caricate a dovere, se non altro per riscattare il ko dello scorso 8 dicembre al PalaVolley.
La società umbra vuole però i play-off, i tecnici e le giocatrici pure, la parola d’ordine, quindi è pertanto una: vittoria.
Confermato il 6+1 di partenza: Benedetta Giordano in diagonale con Giorgia Silotto, Valentina Mearini e Francesca Borelli al centro, Silvia Tosti e Carlotta Romani a lato e Nayma Galetti libero. A disposizione vi sono Stefania Betti, Laila Leonardi ed Elisa Mezzasoma. Per la direzione del match è stata designata una coppia formata da: primo arbitro Giorgia Adamo di Roma e secondo Christian Battisti di Latina, ai quali è legato un precedente positivo ovvero il derby contro Trevi vinto per 3-0 da San Giustino.
Classifica a 5 giornate dal termine: Macerata 58, Castelnuovo Rangone 51, Cesena 47, Altino e San Giustino 42, Capannori e Trevi 37, Castelfranco di Sotto 32, Empoli 25, Perugia 22, Quarrata 20, Montespertoli 14, Moie e Ancona 7.

 

 

 

Crollo di San Giustino in casa con Quarrata

Quello che non deve succedere e che sembra impossibile possa accadere, invece avviene e San Giustino, il team femminile, in lotta per la B1, verso i play off, deve, forse, dare addio alle residue speranze di giocarsi tutto, a distanza, contro Cesena, perdendo incredibilmente, in casa, contro Quarrata, squadra all’andata, in terra toscana battuta 3-0, ma che al palavolley umbro riesce in quella che è un’autentica impresa, riuscita a poche squadre, quella di vincere 3-2 con questi parziali: 28-26: 24-26; 25-12; 24-26; 12-15.
San Giustino femminile PalalvoloNella stessa giornata perde anche la capolista Macerata 2-3 a Castelfranco di Sotto, ma cade, improvvisamente, anche Trevi, 0-3 tra le mura amiche contro Capannori. Nelle altre due gare Perugia batte Moie 3-0 e Montespertoli vince 3-1 ad Ancona. Oggi il big match Cesena-Altino ed Empoli-Castelnuovo Rangone. A cinque giornate dal termine le posizioni sia in vetta che in coda sembrano ormai decise.

SAN GIUSTINO: Tosti 21, Silotto 21, Romani 20, Borelli 15, Mearini 7, Giordano 2, Galetti (L), Betti. N.E. – Mezzasoma, Leonardi. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.
QUARRATA: Poggi 25, Cheli 17, Degli Innocenti 14, Zingoni 11, Bianciardi 7, Rosso 6, Chiti (L), Donnini 1, Nesi, Baldi, Gradi. N.E. – Gai, Di Gregorio. All. Davide Torrachi e Gastone Bettarini.
Arbitri: Valeria Montauti ed Emanuele Renzi.
PICCINI (b.s. 7, v. 6, muri 7, errori 17).
BLU VOLLEY (b.s. 6, v. 4, muri 21, errori 21).