Grazie dal sindaco di San Giustino e dell’Assessore alle Politiche Scolastiche

Fratini“Con la sospensione delle attività didattiche legata al particolare momento storico che stiamo vivendo, le Scuole del Territorio, fin dai primi giorni, si sono attivate con piattaforme telematiche o altre strumentazioni informatiche avviando la Didattica a Distanza, garantendo così la continuità educativo-didattica agli alunni che frequentano i nostri Istituti”, queste le parole del Sindaco di San Giustino, Paolo Fratini, e dell’Assessore alle Politiche Scolastiche, Milena Crispoltoni che proseguono affermando che “ grande è stata la disponibilità e collaborazione delle famiglie nell’accogliere questa nuova modalità di insegnamento a distanza che permette agli educatori e ai docenti di continuare a seguire i nostri bambini e ragazzi, cosicché la Scuola, Comunità educante per eccellenza, svolge in questo particolare frangente  anche un importante ruolo di supporto umano nel collaborare a gestire le emozioni dei più giovani e nel non far perdere loro il senso della quotidianità.
Un plauso grande, quindi, e il ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale al mondo della scuola che, in modalità diverse, ma sempre efficienti ed efficaci, rimane un presidio culturale, e non solo, a sostegno degli studenti.
Comunichiamo, inoltre, che i servizi comunali, Doposcuola “Gimogiù” e Conl@boro, proseguono anch’essi le loro attività a distanza”.

 

Da San Giustino

Dal comune di San Giustino. “Ci siamo messi da subito al lavoro per gestire al meglio e per poter dare quanto prima risposte concrete ai cittadini, in relazione alle risorse straordinarie stanziate dal Governo per gli aiuti alimentari alle famiglie in difficoltà.
Sono stati destinati, con il provvedimento adottato dal Governo nazionale, nella serata di ieri, 29 marzo 2020 e dal capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, € 66.397,62 al nostro Comune per i buoni spesa, utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità.

Simone-Selvaggi-San Giustino

Simone Selvaggi

Un provvedimento, che indipendentemente dalle polemiche di alcuni sindaci, che hanno risposto ad ordini di scuderia, per la nostra comunità sono risorse importanti, che aggiunte alle nostre ci permettono di continuare ad assicurare la spesa alimentare alle famiglie di San Giustino che versano in difficoltà per oltre 6 mesi.
Per questo ringraziamo la Protezione Civile e la Croce Bianca per il loro grande impegno, che ci consente di assistere al meglio queste famiglie.
Ringraziamo anche gli uffici comunali, che nonostante la carenza ormai cronica di personale, anche in questa occasione stanno rispondendo con grande senso di responsabilità e professionalità.
Stiamo inoltre valutando delle misure straordinarie per fronteggiare i riflessi che questa pandemia potrebbe comportare nel tessuto socio-economico del nostro Comune, misure che non si traducano solo in meri slittamenti a calendario delle scadenze tributarie”.
L’Assessore al Bilancio
Simone Selvaggi
Il Sindaco
Paolo Fratini

 

Da San Giustino

FratiniIl sindaco di San Giustino, Paolo Fratini:” Fino al 3 aprile, in via precauzionale è fatto obbligo di utilizzo, all’interno di tutti gli esercizi commerciali del Comune, di guanti monouso e mascherine.
In caso di indisponibilità, è fatto comunque obbligo di coprirsi naso e bocca.
Gli  obblighi incombono sia sugli esercenti che sui clienti
Gli esercenti  sono tenuti, dove possibile, a rendere disponibili tali dispositivi all’ingresso dei punti vendita e vigilare sulla corretta applicazione di quanto previsto nell’ordinanza.
Le prescrizioni, si applicano fino al 03 aprile 2020 e comunque fatte salve ulteriori e nuove disposizioni.
Il provvedimento è già in vigore

Il sindaco di San Giustino non ci sta

Illustrissimi, Amministratore Delegato di Poste Italiane, Presidente della Regione Umbria e Prefetto di Perugia, buongiorno,

Fratinicon la presente vi comunico tutto il mio personale disappunto, relativamente alla chiusura di alcuni uffici Postali nel Comune di San Giustino (PG). Ho appreso solo ieri che di tre uffici postali presenti nel territorio comunale ne rimarrà aperto solo uno, quello del capoluogo, mentre rimarranno chiusi quelli di Lama e di Selci. Questa decisione presa in totale autonomia da parte delle Poste Italiane è del tutto non condivisibile e arriverei a dire irresponsabile in questo momento di emergenza. Ciò significa concorrere a creare situazioni di assembramento, soprattutto delle persone più anziane nel momento del ritiro delle pensioni. Persone che hanno necessità di recarsi allo sportello, perché sprovviste di conto corrente od di altre modalità di accredito della pensione.  Siamo una comunità composta da circa 12.000 abitanti e questa decisione esporrà i nostri cittadini, soprattutto quelli più vulnerabili, ad un maggiore rischio contagio.

Confidando in un Vostro ravvedimento, colgo l’occasione per inviare distinti saluti:
Il Sindaco di San Giustino
Paolo Fratini

 

Da San Giustino, il sindaco Fratini

“Dobbiamo rimanere uniti, ora più che mai. Le ulteriori restrizioni, inserite nel decreto governativo di ieri, ci danno la cifra della gravità del momento che stiamo attraversando. Il covid 19 è un virus aggressivo, insidioso, che si trasmette facilmente.
Torno a chiedervi senso di responsabilità, vi state comportando con enorme senso civico, vi ringrazio.
FratiniQuesto è davvero l’unico modo per contenere la pandemia, solo restando nelle proprie abitazioni, si è sicuri di non contrarre il coronavirus.
Facciamolo per i nostri genitori, per i nonni, solo loro i più esposti, quelli che rischiano di più, ma non solo i soli. Perché il coronavirus può contagiare chiunque, anche persone più giovani. E’ fondamentale attenersi, scrupolosamente, ai protocolli igienici diramati dal ministero della sanità, soprattutto quando si esce per fare la spesa, lavarsi spesso le mani, usare guanti mono uso e mascherina, in questo caso nessuna precauzione può apparire banale. Infine rivolgo un pensiero al comparto economico, da domani molti dei nostri imprenditori, dovranno rimanere chiusi. A loro va il mio pensiero e la vicinanza dei  membri della Giunta, dell’amministrazione tutta.  Sono convinto che ne usciremo, tutti insieme, più forti e consapevoli di prima”.