Stop per il rugby aretino

Una dura sconfitta per la Union Rugby Arezzo nel quinto turno del campionato nazionale di serie C1. La squadra aretina è tornata a giocare tra le mura amiche di via dell’Acropoli contro i forti pratesi dei Cavalieri Union Rugby ma, nonostante il sostegno del pubblico, ha subito il gioco degli avversari ed è incappata in un passivo finale di 40-3. La Union Rugby Arezzo osserverà ora un turno di riposo prima di tornare in campo domenica 15 dicembre nel settimo impegno stagionale quando, ancora tra le mura amiche, sarà attesa da un nuovo scontro particolarmente impegnativo contro la forte Union Rugby Viterbo.
Union Rugby Arezzo - Serie C 2019 (17) (002)

Arezzo pronto per Viterbo

Mercoledì 22 maggio gare di ritorno in serie C per l’accesso alla B, a destra il risultato dell’andata:
Viterbese-Arezzo (0-3)
Catania-Potenza (1-1)
Catanzaro-FerAlpi Salò (0-1)
Imolese-Monza (3-1)
Pisa-Carrarese (2-2)
Sarà una bolgia, l’Enrico Rocchi di Viterbo, con i suoi 5.000 sostenitori che vorranno guidare i giallo-blù all’impresa. Alla Viterbese serve una vittoria con tre gol di scarto se vuole ribaltare l’esito del doppio confronto. La partita si gioca alle  20.30, ma ancora non è stato reso noto se sarà visibile in diretta tv, mentre su Eleven Sports è disponibile lo streaming.
Difficile azzardare un pronostico, ma stando così la situazione i favori vanno a: Pisa, Arezzo, Catania, Imolese e Catanzaro. Ma, si sa, la palla è…rotonda e tutto può succedere.

Viterbese

Stadio Rocchi – Viterbo

Le cinque squadre che passeranno avranno di fronte il prossimo turno che si giocherà  mercoledì 29 maggio e domenica 2 giugno. Da notare, inoltre, che oltre alle cinque promosse, ci saranno altre tre squadre che entreranno in scena: Piacenza, Triestina e Trapani che sono arrivate seconde nei rispettivi gironi e parteciperanno, ora, alla fase nazionale nei quarti di finale.
Questo il regolamento: accederanno al secondo turno della fase nazionale playoff Serie C le squadre che vinceranno le gare di andata e ritorno o che al termine dei 180 minuti, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, avranno conseguito una migliore differenza reti.
Non sono previsti tempi supplementari e calci di rigore e non vale la regola dei gol segnati fuori casa. Se la differenza reti è uguale passa al turno successivo la squadra testa di serie che giocheranno in casa mercoledì 22 maggio.
A parità di gol complessivi passerà il turno la squadra col miglior piazzamento ed il miglior punteggio nel proprio girone di campionato C.