Angelica Bistarelli è tornata

Sulle “punte” a passo di danza inseguendo un sogno che per ora è gia realtà. Angelica Bistarelli, 19 anni, tifernate, giovane promessa della danza a livello internazionale a già in tasca il contratto con la compagnia Die Theater di Chemnitz (centro della Sassonia candidata capitale della cultura 2025), dove inizierà una nuova esperienza in Germania a partire dalla prossima settimana dopo Ferragosto. Il Theater Chemnitz è un teatro molto importante e principalmente improntato sullo stile classico e su classici rivisitati; quest’anno sono già in programma 5 premier e 5 spettacoli, oltre a produzioni di grandi coreografi, da tutto il mondo. “Spero di poter mantenere la determinatezza e disciplina necessarie a sostenere questo mio percorso, consapevole delle difficoltà e degli ostacoli che mi si presenteranno durante il cammino”, ha dichiarato Angelica Bistarelli, questa mattina in comune a Citta’ di Castello, ricevuta dal sindaco tifernate, dall’assessore alla Cultura del comune di San Giustino,  dalla Presidente del Consorzio “Castello Danza”, Maria Cristina Goracci, da Rita e Roberta Giubilei, le prime “maestre”  dello Studio Danza che l’hanno vista crescere alla sbarra e sulle punte e seguita sempre a distanza nel suo percorso professionale e dal maestro, Fabio Battistelli, amico di famiglia, scopritore di diversi talenti artistici.
Un incontro di cortesia per far sentire tutto l’affetto e la vicinanza delle due comunità locali in un momento importante della sua vita e di quella della sua famiglia prima di spiccare il volo verso un nuovo sogno di carriera. Figlia d’arte in tutti i sensi, Angelica, il nonno, Benito Bistarelli, indimenticato grande musicista e fondatore di locali da ballo che hanno fatto la storia del costume non solo locale, la mamma, Barbara Panfili ed il babbo Marco, “maestri” fra i fornelli, chef di fama internazionale, il fratello Andrea, protagonista di eventi artistico-culturali di tendenza, all’età di quattro anni ha iniziato a muovere i primi passi presso lo studio Danza Giubilei e dopo i vari stage, concorsi e audizioni a 15 anni è volata in Germania ed è entrata a far parte della prestigiosa Accademia Palucca Hochschule für Tanz di Dresda. Dopo la laurea, lo scorso anno, ha firmato il primo contratto presso il Saarländisches Staatstheater di Saarbrücken, inserendosi nel corpo di ballo di una nota compagnia locale. “Potermi esibire in un palco così importante di fronte a un pubblico attento e appassionato è stata un’emozione indescrivibile”, ha proseguito Angelica visibilmente emozionata e felice al tempo stesso. “Durante questo anno ho avuto l’opportunità di esibirmi in molte produzioni – originali e di repertorio – ricoprendo diversi ruoli, anche da solista. Ho tenuto due workshop e mi sono occupata della realizzazione di una coreografia per l’ultima produzione stagionale del teatro Alte Feuerwache, occasione di crescita personale e professionale molto rilevante per me. A Febbraio mi è stato offerto un contratto con la compagnia Die Theater di Chemnitz (candidata capitale della cultura 2025), dove inizierò la mia esperienza la settimana prossima. “È stata una decisione dura ma importante e necessaria – ha concluso Angelica – soprattutto per alimentare il mio bagaglio di esperienze, un processo fondamentale per la vita di una ballerina”. “Angelica è uno dei tanti esempi concreti di giovani che inseguono sogni a suon di sacrifici, tanto lavoro, merito e passione. Siamo orgogliosi di quello che hai fatto fino ad ora e farai in futuro aldilà dei risultati grazie alla tua splendida famiglia e alle tante persone che ti vogliono bene, forza Angelica”, hanno dichiarato sindaco e assessore alla cultura dei due comuni assieme alle rappresentanti della danza altotiberina prima di salutarla e di consegnarle una targa ricordo ed altri simboli delle eccellenze artistico-culturali dell’altotevere umbro.


I levrieri di Francesca Zampini vincono sempre

I levrieri da “leggenda” allevati a Citta’ di Castello conquistano il mondo e scrivono una pagina indelebile della genealogia della razza a suon di risultati a dir poco straordinari. Ancora una volta gli Azawakh (levrieri detti anche “Principi del deserto”, razza rarissima), cresciuti e allevati a Cerbara a “Villa Zampini” di proprietà della tifernate, Francesca Zampini, conquistano un nuovo record difficile da battere. Multi BISG GCH “Azamour Anbar” per il terzo anno consecutivo ha ottenuto il migliore di razza alla Esposizione Canina di Westminster a New York, mostra a numero chiuso, massimo 2.500 soggetti tutti almeno campioni americani di bellezza. E’ l’evento più importante d’America e tra i tre più importanti al mondo. La campionessa allevata a Città di Castello e’ stata giudicata dal giudice messicano, Juan Miranda Suacedo e presentata dal top degli handlers americani, Christian Manelopoulos. Grandissima la soddisfazione e l’orgoglio per i proprietari Pippi e Patrick Guilfoyle e per gli allevatori Francesca Zampini e Patrizio Palliani, handler esclusivo, espertissimo collaboratore e grande amico. La campionessa Azamour Anbar, che e’ già L’Azawakh più premiato nella storia della razza in America, ora ha un nuovo record: e’ il primo soggetto di allevamento europeo ad aver vinto il Garden ( Westminster) per tre volte. Per fare un parallelo con l’ippica per esempio è come se un cavallo avesse vinto tre anni consecutivi, l’Arco di Trionfo al galoppo o l’Amerique al trotto: nemmeno Ribot e Varenne ci sono riusciti. “E’ un grande onore per la cinofilia Italiana e Europea, per il nostro allevamento e per Citta’ di Castello, la città che ci ha sempre fatto sentire affetto e vicinanza a partire dalle istituzioni”, hanno dichiarato Francesca Zampini e Patrizio Palliani, emozionati ed orgogliosi per questo ulteriore prestigioso risultato che consegna alla storia della genealogia mondiale l’allevamento Azamour, una delle eccellenze regionali e nazionali. Dopo I successi ravvicinati nel 2020 e 2021 alla Esposizione Canina di Westminster a New York, Multi BISG GCH “Azamour Anbar”, prima del tris di questa settimana, nel settembre del 2021, ha vinto il Best in show, migliore soggetto assoluto tra tutte le razze presenti, nella gara iniziale  e in quella  di chiusura dei quattro giorni di Santa Barbara ( in California da sempre evento  glamour ed estremamente elegante della  cinofilia Americana) durante i quali ha vinto anche un gruppo levrieri ed il Sighthound Spectacular, gara riservata ai soli levrieri vincitori di Best in show nell’anno in corso. Appena appresa la notizia il sindaco, Luca Secondi e l’assessore allo sport, Riccardo Carletti, nel rivolgere le più sentite congratulazioni alla titolare del prestigioso allevamento e ai diretti collaboratori hanno sottolineato la portata mondiale di questo risultato storico di assoluto rilievo internazionale che proietta l”immagine della città, dell’allevamento in particolare in ambito internazionale”. “Un risultato – hanno detto Secondi e Carletti – che evidenzia, se ce ne fosse ancora bisogno, la professionalità, dedizione e passione per gli animali e l’allevamento di qualità di Francesca Zampini e Patrizio Palliani e tutto lo staff. Un vanto per la comunità locale”.

Acli e lo sport

Lo sport sociale e aperto a tutti: nasce l’Unione Sportiva Acli di Arezzo. La costituzione ufficiale è avvenuta in occasione del primo congresso provinciale che ha trovato il proprio fulcro nell’elezione degli organigrammi dirigenziali e nella condivisione del percorso che verrà avviato nei prossimi mesi con l’obiettivo di promuovere attività motorie, ludiche e sportive. “Us Acli: associazioni in rete. Con lo sport protagonisti dei cambiamenti” è stato il titolo del congresso che ha gettato le basi per una realtà che farà affidamento come primo presidente su Diego Ferri che sarà affiancato da Nicola Madia (vicepresidente e responsabile amministrativo) e su Marta Massai (responsabile all’organizzazione e allo sviluppo associativo).

Centri sportivi estivi

Sono aperte le iscrizioni ai centri sportivi estivi Polisport per i bambini dai 6 ai 13 anni di età. Le attività in programma (nuoto, calcio, pallavolo, pallacanestro, tennis, atletica, canoa e scherma) saranno proposte con il marchio Educamp del Coni e in collaborazione con Sogepu dal 20 giugno al 12 agosto presso gli impianti della cittadella sportiva di Belvedere a Città di Castello. Fino a venerdì 17 giugno sarà possibile prenotare i posti disponibili rivolgendosi al front-office delle piscine comunali (telefono 075.8550785) dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30-12.30 e dalle 15.30 alle 19.30, e il sabato dalle 8.30 alle 12.30. Per le famiglie residenti nelle frazioni del territorio comunale è previsto uno sconto di 10 euro a settimana per ogni bambino iscritto. In collaborazione con Sogepu, Polisport consegnerà ai partecipanti ai centri sportivi estivi un kit di benvenuto composto da t-shirt, cappellino e asciugamano. Le famiglie interessate sono invitate a procedere quanto prima alle iscrizioni, soprattutto per le settimane fino al 15 luglio che hanno registrato subito numerose adesioni.

Le bocce a Città di Castello

Giocatori di bocce sotto i riflettori segnano la ripresa dell’attività sportiva. Tante presenze, partecipazione e successo di pubblico per la gara regionale a coppie Cat. A, B, C manifestazione organizzata presso gli impianti di Via Aldo Bologni dalla Società Asd Bocciofila Città di Castello con in testa il suo Presidente Paolo Bettacchioli ed il qualificato staff di dirigenti e appassionati di questo sport che vanta importanti tradizioni. Erano iscritte 170 coppie, le eliminatorie si sono svolte nel territorio provinciale e le finali al bocciodromo di Città di Castello. Sul podio, al primo posto la coppia, D.Pieggi e M.Torrini, Aper Pg: al secondo posto A.Landi e R.Rossi della bocciofila di Città di Castello. Alle premiazioni oltre ai vertici Regionali della Fib e dei dirigenti tifernati ha partecipato l’assessorato allo Sport che ha sottolineato la perfetta organizzazione, il notevole livello tecnico degli atleti e i risultati raggiunti dalle società tifernati.

La nuova palestra Collodi a Sansepolcro

Inaugurata questa mattina la palestra della scuola Collodi a Sansepolcro. Al taglio del nastro hanno presenziato alcune classi con gli insegnanti, il sindaco Fabrizio Innocenti, l’assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Marzi e il consigliere delegato allo sport nell’amministrazione Cornioli, Lorenzo Moretti. L’intervento è stato infatti realizzato a cavallo tra le due amministrazioni.
Dopo l’inaugurazione è seguita la consegna simbolica delle chiavi ad Alessandro Celli, presidente della “New Volley Borgo Sansepolcro”. La società si occuperà infatti della gestione della struttura.
I lavori hanno previsto un investimento di 400 mila euro: la palestra è stata messa in sicurezza dal punto di vista sismico, con profili di acciaio su tutta la struttura portante e il rifacimento totale di infissi, impianti, parquet e servizi. Inoltre è stato creato il blocco spogliatoi con accesso anche dall’esterno,in modo da rendere fruibile la palestra anche alle associazioni sportive.
“E’ con estrema soddisfazione che siamo arrivati alla conclusione di questo intervento – spiega l’assessore Marzi – Si inserisce nel complesso dei lavori che hanno riguardato anche l’auditorium e il camminamento lungo le mura. A breve è prevista anche questa inaugurazione”.

I premi Panathlon vedono protagonista Sansepolcro

E’ il Città di Castello Basket  il vincitore della XXI edizione del premio ‘Fernando Rosi –Una vita per lo sport’ assegnato dal Panathlon Valtiberina: un riconoscimento particolarmente significativo poiché sottolinea il traguardo del mezzo secolo della società oggi guidata dal Presidente Sandro Renghi.
Una targa d’onore ‘Panathlon Valtiberina’ è stata conferita  al Comune di Sansepolcro quale ”Comune Europeo dello Sport 2021”. A ritirare  il premio lo stesso sindaco  del capoluogo della Valtiberina Toscana Fabrizio Innocenti.
Rimanendo nell’ambito della pallacanestro una targa d’onore ‘Panathlon Valtiberina’ è stata conferita alla società biturgense “Dukes Basket” sede e organizzatrice del Campionato Europeo di Basket Unificato, posticipato al prossimo ottobre per i ben noti problemi pandemici che vedrà la partecipazione di 24 squadre in rappresentanza di 15 Paesi.
Come di consueto poi il club  ha assegnato i premi ‘Panathlon Valtiberina’(riferiti ai risultati conseguiti nel 2021) ad atleti vincitori di  competizioni nazionali. Presenti l’assessore allo sport tifernate Riccardo Carletti e il Presidente del Panathlon Clitunno Claudio Menichelli,  il Presidente Giovanni Tasegian e il Vice Governatore  dell’Area 10 del Club Marcello Carattoli (che ha avuto parole di elogio per le iniziative del club altotiberino ) hanno conferito il riconoscimento agli atleti  campioni e di podio a livello nazionale.
Tra essi Andrea Uccellini di Sansepolcro, promessa dal motociclismo, Campione mondiale a squadre Junior,Campione Europeo Sud Est 65 cc. ,Campione italiano cadetti 65 cc.
Enrico Rossi, di Badia Tedalda, Campione Italiano allievi 110 hs.
Di particolare significato l’affermazione della squadra della ‘Clinique’ distintasi anche  in un recente talent televisivo.
Di livello assoluto poi la vittoria dei Campioni del Mondo Wdc di ballo di coppia per la categoria “Over 30 danze standard” Matteo Bologni e Daniela Chiasserini.
Al termine della cerimonia il saluto del CONI è stato portato dal referente di zona per l’AltoTevere Simone Santi.

Bocce – Oltre 180 formazioni hanno partecipato alla prima edizione del Trofeo “Città di Castello”

Grande partecipazione e successo di pubblico per la prima edizione del “Trofeo Citta’ di Castello” manifestazione sportiva di livello nazionale organizzata presso gli impianti di Via Aldo Bologni dalla Società Asd Bocciofila Città di Castello con in testa il suo Presidente Paolo Bettacchioli ed il qualificato staff di dirigenti e appassionati di questo sport che vanta importanti tradizioni. Oltre 180 le formazioni iscritte alle gare, provenienti da tutto il centro-italia, si sono confrontate nelle categorie, A/ B /C e a coppie. Prima dell’inizio delle gare, proprio sotto la bandiera della pace è stato osservato un minuto di silenzio, un ulteriore e significativo gesto del mondo dello sport locale per manifestare vicinanza e solidarietà alle popolazioni ucraine e dire no alla guerra. Alla manifestazione ha partecipato l’assessore allo Sport, Riccardo Carletti, che, in sede di premiazioni dei bocciofili che si sono classificati ai primi posti ha sottolineato “la straordinaria e qualificata partecipazione delle squadre ad un Trofeo organizzato in maniera impeccabile dai dirigenti della società tifernate guidata con grande passione e competenza dal presidente Paolo Bettacchioli sportivo a 360 gradi da sempre protagonista nel settore delle bocce e dalla Federazione”. Queste le classifiche finali:

1* cl. Riccardo Lilli  e Francesco Barbi (Intrepida)
2* cl. Paolo Bevignani  e Gianfranco Caldari (Cerbara)
3* cl.  Alberto Strona e Giampiero Baldarelli (Cartiere Milani Fabriano)
4* cl. Fabio Marcucci e Francesco Giulietti (Gialletti).
Direttore di gara, Enzo Cesarini

Canoa Club Oriago vince a Città di Castello

Grande festa per la 52^ edizione della corsa in canoa a Città di Castello. Una festa doveva essere e una festa è stata. Dirigenti, atleti e curiosi hanno colorato le rive del Tevere: giovani e giovanissimi entusiasti ma allo stesso tempo concentrati, per tagliare per primi il traguardo e vincere gli ambiti trofei per la cinquantaduesima edizione della gara nazionale di Canoa e Kayak sprint e classica, che si è tenuta a Città di Castello. 
La società «Canoa Club Oriago» ha vinto il trentesimo «Trofeo Maurizio Bianconi» con la tanto attesa canoa in palio: il premio è riservato alla società con maggior numero di atleti classificati, solo nella gara di discesa in linea, nelle categorie Allievi, Cadetti e Ragazzi sia maschile che femminile.
Alla «Canoa Club Pescantina» è andata la ventunesima edizione della Coppa Italia, i cui atleti sono riusciti ad accumulare il punteggio conseguito nelle due discipline (discesa in linea e sprint) nelle categorie  Allievi, Cadetti e Ragazzi, sia maschile che femminile, nelle gare della due giorni 
Infine il «Trofeo Master» è stato appannaggio di «Lni sezione di Milano».  
E’ stata una edizione memorabile, con oltre 250 atleti iscritti in rappresentanza di 30 società provenienti da tutta Italia: la  manifestazione, infatti, è diventata la selezione per uno dei raduni federali, che si terrà a Bassano del Grappa a giugno. Tutto questo nei giorni che hanno preceduto la giornata mondiale dell’acqua che ogni anno si celebra il 22 marzo. 

Canoa al via

Sabato 19 marzo, alle ore 11 presso la sede del Canoa Club Città di Castello cerimonia ufficiale di apertura della due giorni nazionale di gare sul fiume Tevere che dopo due anni segna di fatto la ripresa agonistica dell’attività a livello nazionale. Saranno presenti oltre al presidente del Canoa Club Città di Castello, Nicola Landi, il presidente nazionale della Federcanoa, Luciano Buonfiglio, il Presidente regionale del CONI, Domenico Ignozza, il sindaco di Città di Castello, Luca Secondi e assessore allo Sport, Riccardo Carletti e i vertici regionali della canoa. Gli oltre 200 canoisti provenienti da tutta Italia verranno accolti in maniera particolare con una iniziativa spontanea messa in atto oggi dai soci e neo consiglieri del Canoa Club: una bandiera della pace appesa ai due lati del fiume in alto a voler testimoniare la vicinanza dello sport alle popolazioni Ucraine e ai valori di fratellanza e solidarietà fra le nazioni. “Un piccolo gesto concreto – ha detto il presidente del Canoa Club Città di Castello, Nicola Landi – per manifestare la solidarietà degli sportivi e di tutto il panorama della canoa alle popolazioni dell’Ucraina e ribadire ancora una volta come lo sport rappresenti un veicolo di fratellanza, amicizia e rispetto della dignità umana. Un messaggio di pace che tutti insieme domani e domenica condivideremo nella convinzione e speranza che la guerra finisca prima possibile”.