Al professor Pellico Barbagli inititolato il piazzale antistante il Palasport biturgense

Intitolazione del piazzale antistante il palasport alla memoria del professor Pellico Barbagli. E’ l’atto che ha aperto i lavori del consiglio comunale di Sansepolcro per onorare la figura di un autentico maestro dello sport, che con la sua passione e la sua competenza ha segnato un’epoca in città. La decisione, unanime, presa dalla commissione toponomastica, è stata comunicata durante l’assise consiliare, presenti in sala il figlio del professore, Enrico, e i nipoti. “Vogliamo omaggiare, così ha detto il Presidente del Consiglio Antonello Antonelli, la qualità di un autentico animatore sportivo della nostra comunità, che con entusiasmo ha portato e fatto crescere a Sansepolcro realtà agonistiche fin lì poco conosciute e praticate”.  
I consiglieri Simone Gallai e Andrea Laurenzi hanno ricordato il percorso del professore e ne hanno sottolineato le doti umane e didattiche nella sua svariate attività rivolte ai giovani. Pellico Barbagli, scomparso nel 1997, ha lasciato davvero una forte impronta nella realtà sportiva cittadina. Preparatore atletico, precursore dell’introduzione della pallacanestro delle attività scolastiche, attivo in discipline come calcio, atletica leggera, ginnastica, nuoto. Un autentico punto di riferimento per molte generazioni di ragazzi, che del resto viene oggi ricordato nella manifestazione di rilevanza nazionale a lui dedicata dalla Dukes Basket. Adesso anche un’area cittadina a lui intitolata a perenne memoria del suo meritorio lavoro, proprio di fronte ad una struttura dove è stato per anni apprezzato protagonista. “Tanti ricordi mi legano al professore, ha concluso il sindaco Fabrizio Innocenti, su tutti il caloroso incoraggiamento ricevuto quando io stesso cominciai ad impegnarmi direttamente nella pallavolo e poi nel calcio, ripetendomi sempre che lo sport è la salvezza dei giovani. Un insegnamento da tenere sempre a mente, di cui lo ringrazio”. Nella foto sotto: il professor Barbagli con la sua squadra di basket e con due carissimi amici scomparsi, Carlo Gnemmi con il numero 3 e Pietro Nucci con il numero 12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...