Canoa Club di Città di Castello pronta ai 50 anni

Più forti del Covid e del momento difficile. Nonostante la pandemia il Canoa Club Città di Castello non perde lo spirito natalizio e la speranza in un domani migliore.
Nell’anno in cui si festeggia il mezzo secolo di vita del sodalizio, guidato da Sandro Paoloni, il 25 dicembre verrà celebrato in modo un po’ diverso.
Suggestive le luci sistemate nel Ponte del Tevere, con alcuni lampioni adornati di led blu.
Un presepe tutto nuovo, allestito in mezzo al fiume: uno dei simboli di questa festa immancabile nel tempo, che continua a fare bella figura di se.
Come da mesi a questa parte, invece, sono stati sospese le manifestazioni: per cui la consueta discesa di Babbo Natale quest’anno non ci sarà.
«Nell’anno del nostro cinquantesimo compleanno, non potremmo fare la nostra classica manifestazione – ha detto il presidente Sandro Paoloni – ma abbiamo voluto comunque far vedere che ci siamo e crediamo in un futuro migliore. Il Canoa Club con queste nuovi luci e una location davvero originale vuol fare gli auguri a tutti i tifernati, sperando che anche nei prossimi anni si possa continuare a allestire e rendre più bello e natalizio il ponte sul Tevere, uno dei simboli della città».
«Il Covid, le giuste ed inevitabili restrizioni previste per contenere il diffondersi della pandemia hanno di fatto cancellato eventi, manifestazioni, tradizioni ovunque in ogni parte del Paese. Così e’ stato purtroppo anche per la discesa di Babbo Natale in canoa, un evento unico in Italia, che ormai si ripete da 40 anni e richiama proprio il giorno di Natale tante famiglie per la gioia soprattutto dei bambini. Non sarà possibile come comunicato dai responsabili del Canoa Club, presidente Sandro Paoloni in testa, che ringraziamo per aver deciso di istallare le luminarie sul ponte del Tevere tanto caro ai tifernati e sul tetto della sede sociale. Unico anche il presepe pensile che si può ammirare da ogni angolo del ponte. Questi segnali importanti renderanno il Natale comunque bello e faranno sentire tutta la comunità tifernate orgogliosa delle proprie tradizioni. Grazie». E’ quanto dichiarato dal sindaco Luciano Bacchetta e dagli assessori Secondi, Massetti e Carletti a nome della giunta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...