Il Buitoni, uno stadio con un grande fascino.

Tornano tutti i campionati ed anche quello di Eccellenza Umbra, l’ultimo a partire in Italia, comincerà domani alle 15 allo Stadio Buitoni. Impianto sportivo biturgense legato però oltre che al Covid anche a quanto la Commissione per il pubblico spettacolo deciderà in proposito. Le norme, tante ultimamente, sono cambiate e per il glorioso impianto, nato nel 1933, che ha ospitato bellissime partite, c’è un continuo…abbellimento e restyling. E pensare che è stato lo Stadio per antonomasia per le sue caratteristiche, per la vicinanza del pubblico al terreno di gioco per il calore che solo il “Buitoni” poteva infondere. Era il 12° ed il Sansepolcro partiva subito con il piede giusto. Epiche alcune partite, non ci scordiamo la Torpedo Mosca, la Nazionale Militare, ma ci ricordiamo quando arrivò al Buitoni la Pistoiese del compianto Serafino: tutta la gradinata era arancione, i colori della Pistoiese, mentre la tribuna era completamente bianco-nera, giornalisti da mezza Toscana. Un impianto per un match di serie D che vide la vittoria del Sansepolcro per 1-0, rete di Filippi. Uno stadio che esplose di gioia. Se non andiamo errati c’erano più di 3.000 persone. Ci ricordiamo le fantastiche sfide con i rossoblù di Montevarchi quando il Bar Appennino di una volta era il prologo a questi incontri.
C’era anche, quando arrivavano i supporters dal Valdarno,  una tribuna supplementare che veniva posizionata dove attualmente  c’è il bar dello stadio. Tante persone, e tutto è sempre andato nel migliore dei modi. Poi tanti accorgimenti, la messa a punto anche sotto l’aspetto antisismico, il rifacimento degli spogliatoi, della sede e, tutto a norma -sicurezza- ed invece di aumentare la capienza, questa diminuiva. Ora sono 1.300 quelli che possono assistere, in condizioni normali, non durante il Covid alle partite del Sansepolcro. Prima non c’erano le emittenti private nazionali, non c’erano soprattutto rischi, ma pian piano il numero, seppur con tanti accorgimenti in più è andato calando. Ed ora c’è grande attesa su quanto la Commissione andrà a decidere. Adesso, per fortuna, si torna allo stadio, a quel Buitoni che ha pur sempre il suo fascino, ma con il Gualdo Casacastalda, domenica 18 ottobre, per l’Eccellenza Umbra, saranno solo in 200, il 15% della capienza totale, ad assistere alla partita.  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...