Ecco i saldi, le vendite di fine stagione

I commercianti della moda in provincia di Arezzo sono in attesa del via ufficiale, sabato 4 gennaio, delle vendite di fine stagione: i saldi.
Secondo la Confcommercio le prime due giornate di shopping saranno importanti per capire come si evolverà la situazione e, soprattutto, se il Black Friday, oltre a bruciare un po’ degli acquisti di Natale, inciderà anche sulla stagione dei saldi.
Il Black Friday è una tipica tradizione americana, nata tantissimi anni fa, nel 1924, in cui i cittadini, venendo dal Thanksgiving, il giorno del ringraziamento che cade sempre il 4° giovedì di novembre in cui tutti, ma proprio tutti, i negozi sono chiusi, trovano, il venerdì successivo, offerte strepitose in ogni attività commerciale. Da quattro anni a questa parte l’usanza del Black Friday è arrivata anche in Italia.
Importante sarà per la Valtiberina, però, avere unificato, Black Friday o meno, sia in terra Toscana che in Umbria, l’inizio parallelo dei saldi, senza dare preferenze all’una o all’altra regione.
“Gli scenari che potrebbero aprirsi sono due, spiega il presidente provinciale di Federmoda Confcommercio Paolo Mantovani, ed entrambi hanno il Black Friday come variabile in provincia di Arezzo, ma anche in generale: o la gente ne ha approfittato solo per fare i regali di Natale, lasciandosi un po’ di budget per spese personali durante i saldi, oppure lo ha usato per tutto.”.
Secondo le previsioni dell’Ufficio studi di Confcommercio, potrebbero essere spesi circa 160 euro per fare acquisti in saldo.

Paolo Mantovani (002)

Paolo Mantovani

La spesa a famiglia si aggirerà intorno alle 368 euro, chiarisce Paolo Mantovani, calcolando che almeno sei famiglie su dieci approfitteranno degli sconti per fare acquisti, è prevedibile che il volume di affari complessivo attivato dai saldi nella nostra provincia sarà di almeno 32,6 milioni di euro”.
Mantovani nota una tendenza in atto dallo scorso anno per un consumo consapevole: “C’è più attenzione a temi come la sostenibilità ambientale. Le persone che entrano nei negozi tradizionali di moda leggono le etichette, si informano sulla composizione dei prodotti, si preoccupano della naturalità di colori e stoffe, per le borse e gli accessori cercano materiali riciclati, le pellicce solo ecologiche”.
I saldi proseguiranno per sessanta giorni fino a martedì 3 marzo e gli articoli più richiesti saranno probabilmente capi spalla, giubbotteria, borse e sneakers.
“Questo inverno mite, ad esempio, ha rilanciato moltissimo il classico cappotto, precisa Mantovani, che con temperature più rigide invece lasciava campo al piumino. Oggi è considerato un capo molto fashion, in linea con le nuove tendenze climatiche, poi c’è la questione del colore: dopo inverni dominati dal total black o dalle sfumature autunnali, ora si osa di più con colori brillanti, che danno più luce e allegria ad ogni look. Regalano buonumore”.
Ed ecco le principali regole che Confcommercio ricorda. In particolare, l’obbligo per gli esercenti di accettare carte di credito/debito e quello di indicare per ogni prodotto il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale. Per quanto riguarda il cambio della merce acquistata, è rimesso alla discrezionalità del negoziante, ovviamente a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, della riduzione o restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Da ricordare poi che i capi proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo, ma nulla vieta di porre in vendita anche capi non appartenenti alla stagione in corso.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...