Ecco il rally

A seguito della “consacrazione” della seconda edizione del 2022, la gara di Valtiberina Motorsport sarà di nuovo la prima su terra della stagione, ma soprattutto è stata confermata al rango “tricolore” per le vetture storiche, avrà di nuovo la validità “internazionale” conferita dal TER-Tour European Rally Series, oltre che secondo atto per la sempre frizzante serie Raceday, della quale ha sposato in pieno la filosofia.
L’evento ripropone di nuovo sotto la lente d’ingrandimento, ad ampio respiro, il territorio aretino ed i suoi percorsi “mondiali”, con la novità che allarga il proprio raggio dalla Valtiberina ad Arezzo, che ospiterà la partenza.
Giovedì 12 gennaio il via alle iscrizioni.
Tre, da sempre, è il numero perfetto. E tre saranno quest’anno le edizioni del Rally Terra Valle del Tevere, in programma per l’11 e 12 febbraio, una gara che già dalla prima edizione entrò nel cuore del rallismo italiano, nella mente di chi corre, degli appassionati e degli addetti ai lavori. Dopo solo una stagione, quella del 2021, lo scorso anno ebbe validità tricolori ed internazionali e per la terza edizione, l’organizzatore Valtiberina Motorsport ha in serbo un’edizione “da tre”, per il numero perfetto, aggiungendo alcune novità al proprio format.
Sarà infatti la seconda gara di rally in Italia, la prima su fondo sterrato ed avrà confermate le validità del 2021, a testimonianza del grande lavoro svolto: l’evento sarà il primo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico, poi ci sarà di nuovo il “tocco internazionale” in quanto è prevista la validità quale prima prova del Tour European Rally Series (TER), sempre primo impegno stagionale, andando ad aggiungersi alla certezza conferita dal Challenge Raceday Rally Terra, di cui sarà il secondo atto della stagione 2022-23.
Il primo e vincolante momento della manifestazione sarà, giovedì 12 gennaio, giorno di apertura iscrizioni. La seconda edizione della gara, lo scorso anno, vide il successo del giovane veneto di Vicenza Alberto Battistolli, in coppia con Simone Scattolin (nella foto di Riccardo Stecca), con a disposizione una Skoda Fabia R5. La gara delle auto storiche fu invece appannaggio dei reggiani Tonelli-Debbi, su una Ford Escort RS.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...