La serie A3 di San Giustino vista da Bartolini

Con sei vittorie e otto sconfitte (due delle quali al tie-break), per un totale di 20 punti, San Giustino occupa  l’ottavo posto nel girone Bianco di Serie A3 maschile; questo il bilancio della ErmGroup a metà del cammino, anche se la prima di ritorno è già andata in scena ed ha visto la sconfitta di Macerata. Con il tecnico Marco Bartolini facciamo allora il punto della situazione.
Tutto in linea con gli obiettivi prefissati?
“Dico intanto che sono contento del comportamento finora tenuto dalla squadra: 20 punti sono un bottino che, se ripetuto, ci porterà ai play-off, anche se al momento non mi sto fissando su questo traguardo. È vero, la posizione attuale ci consente di disputarli, ma per raggiungere la qualificazione dobbiamo ripeterci e non sarà facile, perché il campionato è difficile e anche chi occupa le posizioni più delicate non ci sta ad arrendersi”.
Più volte lo abbiamo evidenziato: questo girone della A3 si sta rivelando strano e imprevedibile.



“Ogni partita è diversa, per cui puoi vincere e perdere contro chiunque. L’importante, alla fine, è riuscire a salvarsi”.
L’arrivo di Paolo Ingrosso e il ritorno di Rinaldo Conti sono le operazioni che daranno il giusto assetto all’organico?
“Premetto che dobbiamo imparare a soffrire ancora di più in allenamento e che quindi, anche per questo motivo, servono atleti in grado di alzare il livello. Purtroppo, per diverse settimane abbiamo dovuto fare i conti con problemi legati a infortuni e malanni vari del periodo; di conseguenza, ci è stato impossibile mettere in piedi il classico “6+6”. Sembra che ora, per fortuna, tutto sia già alle spalle, da lunedì 2 gennaio sotto di nuovo perché il campionato ricomincia. Paolo Ingrosso è un giocatore di esperienza, a Macerata è entrato e ha fatto bene. Per ciò che riguarda Rino Conti, gli diamo il bentornato: dovrà essere un aiuto importante e si metterà al servizio della squadra. Per il momento, ho intenzione di provarlo nel ruolo di opposto”.
Il 2023 comincia con due impegni casalinghi, Monselice prima e Fano poi.
“Contro i veneti dobbiamo puntare al massimo obiettivo per aggiungere altri punti che ci avvicinino alla quota salvezza. Vogliamo riscattarci contro Fano, perché in casa sua ci ha fatto male, sportivamente parlando. In fondo, lo abbiamo dimostrato contro Pineto, possiamo giocarcela ad armi pari contro qualsiasi avversaria. Nel frattempo, colgo l’occasione per augurare a tutti un buon 2023”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...