La cronca di Città di Castello – Livorno 2-1

AC CITTA’ DI CASTELLO: Nannelli, Mariucci (78’ Sannia), Tersini, Grassi, Gorini, Brunetti, Pupo Posada (69’ Pauselli), Massai (60’ Buono), Doratiotto (56’ Meneses), Calderini, Mosti (72’ Sylla). A disp: Aluigi, Scarpini, Pazzaglia, Mussi (allenatore: Antonio Alessandria)
LIVORNO: Fogli, Fancelli, Luci, Zanolla, Neri (84’ Vantaggiato), Belli, Russo, Rodriguez (84’ Lucarelli), Karkalis, Cretella (78’ Apolloni), Lo Faso (62’ Rossi). A disp: Bettarini, Ivani, Giampà, Bontempi, Maresca (allenatore: Lorenzo Collacchioni)
MARCATORI: 19′ Lo Faso, 76′ Meneses, 95′ Gorini
AMMONITI:  CDC: Calderini (51’), Tersini (67’), Buono (73’);Livorno: Karkalis (13’), Lo Faso (62’), Rodriguez (67’), Lucarelli (91’)
ESPULSI: CDC: Sylla (81’); L: Apolloni (87’)
ARBITRO: Stefan Arnaut (Padova); 1° assistente: Stefano Petarlin; 2° assistente: Paulo Ndoja

Nella settima giornata di campionato di serie D gir. E il Città di Castello incontra il Livorno al “Corrado Bernicchi”. Al 5’ occasione sprecata dal Livorno: su azione di contropiede Rodriguez si libera di due avversari e si trova davanti a Nannelli, l’attaccante serve al centro Lo Faso che a porta vuota sbaglia clamorosamente. Al 19’ ospiti in vantaggio: su azione di contropiede Cretella, dal limite dell’area, passa la palla in profondità per Lo Faso che questa volta, davanti a Nannelli, non sbaglia e sigla il gol dello 0 a 1. Al 33’ Calderini, al limite dell’area, triangola con Massai: sulla palla di ritorno serve Doratiotto che si trova solo davanti al portiere ospite, il numero 1 livornese anticipa l’attaccante biancorosso. Al 40’ il Città di Castello ha l’occasione giusta per raddrizzare la partita: Calderini entra in area, un difensore del Livorno lo atterra, l’arbitro non ha dubbi e decreta il calcio di rigore. Sul punto di battuta va lo stesso Calderini che spreca calciando alto. Si chiude sullo 0 a 1 il primo tempo. Nella ripresa il Città di Castello scende in campo più determinato, ma al 54’ è il Livorno a farsi vedere con Rodriguez che serve Belli per la conclusione dal limite, la palla finisce a lato del palo. Alessandria prova ad inserire forze nuove alla squadra di casa e proprio  due neo entrati, al 76’, confezionano il gol del pareggio: Sylla, dalla sinistra, si libera di due avversari e serve Meneses  che si allunga e supera il portiere livornese per l’1 a 1. All’81’ il Città di Castello rimane in dieci per l’espulsione di Sylla. Stessa sorte per il Livorno che all’87’ deve fare a meno di Apolloni per rosso diretto. A questo punto, ristabilito l’equilibrio numerico, il Città di Castello ci crede e al 95’ strappa il definitivo 2 a 1 con una conclusione di Gorini dal limite dell’area che sorprende il portiere Fogli.
La dichiarazione di mister Alessandria: “sono contento, soprattutto dell’atteggiamento che ha avuto la squadra che inizia ad avere la mia mentalità. Non si molla mai nonostante lo svantaggio iniziale e il rigore sbagliato, la squadra ha continuato a lottare, voglio che questa sia la mentalità del Città di Castello per tutta la stagione. Affrontavamo un avversario di spessore, ci tenevamo a far bene perché oggi avevamo un’opportunità, ho chiesto ai ragazzi il massimo per lasciare un segno anche a livello morale”.
La dichiarazione di Giacomo Gorini: “il mio è stato un gol molto importante che ci regala la vittoria contro una squadra blasonata. È stata una partita bella, aperta e combattuta, si sono affrontate due squadre forti. Volevamo dare un segnale positivo per primi a noi stessi e ci siamo riusciti”.
Desyree Baldacci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...