Autismo e nuoto

Nessuna barriera, né fisica, né sociale, né geografica, alla piscina comunale di Città di Castello, dove da lunedì 3 ottobre 15 bambini e ragazzi con autismo della provincia di Arezzo potranno andare a lezione di nuoto insieme a tutti i coetanei. Il disturbo di cui soffrono non sarà quindi più un ostacolo per i protagonisti del progetto, che potranno fare sport e socializzare con gli altri utenti, senza essere isolati o separati in spazi riservati. Lungo le corsie della vasca principale dell’impianto prenderà così avvio un inedito percorso di integrazione sociale, che il Comune, per iniziativa del sindaco e degli assessorati allo Sport e alle Politiche Sociali, attuerà con Polisport e con l’Asd TMA Toscana di Arezzo, che ha trovato a Città di Castello le risposte agli obiettivi di sviluppo delle attività riabilitative in acqua che altrove non erano possibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...