Armillei, nuovo tecnico del Sansepolcro, è carico

“Tengo a precisare, ci dice Antonio Armillei, nuovo tecnico del Sansepolcro, che non sono nato come qualcuno ha scritto ho detto nel 1953, ma il 23 settembre 1963. Con tutto il rispetto per i nati nel ’53, ho però dieci anni di meno. Detto questo sono veramente felice di essere arrivato a Sansepolcro. Sono carico al punto giusto per tentare la scalata a quanto la città e la società meritano”.
A quando il ritiro?
“Lunedì primo agosto a Gragnano nel comune di Sansepolcro”.
Ancora qualche giorno per definire la squadra.
“Ovvio che la rosa sia ancora da completare viste le partenze”.
Chi dovrà arrivare?
“I portieri sono in prima linea dato che Ranieri e Patata non ci sono, felice per l’arrivo di Essoussi e Locchi, ma ancora mancano, oltre i portieri, un centrale difensivo ed un centrocampista di qualità”.
La preparazione inizierà con la squadra al completo?
“Lo spero proprio, sono in contatto con i dirigenti  e vengo spesso a Sansepolcro per confrontarmi con il direttore sportivo e con la società per avere ad inizio preparazione la squadra al completo”.
Ne passerà solo una, ma il Sansepolcro ci punterà.
“Ovvio, la società e la città lo meritano anche se la battaglia sarà agguerrita e vedo Ellera, Narnese, Lama e C4 tra le nostre avversarie dirette, con un occhio di riguardo per l’Ellera che sta allestendo una signora squadra”.
Ma il Sansepolcro non si potrà accontentare del secondo posto.
“La D manca a questa città, una serie che Sansepolcro merita; noi ci proveremo, vogliamo vincere anche se sarà battaglia aperta. Vorrei dire che sarà, il prossimo, un gran campionato, di alto livello e spessore dove noi vorremo recitare la nostra parte e provare a fare un torneo importante per salire di categoria”.
Conosceva qualcuno in casa bianconera?
“Alcuni giocatori sì, a livello dirigenziale non avevo rapporti, ma ho subito visto che la società è composta da gente seria, che sa il fatto suo, persone preparate con una grande esperienza pronta all’impresa e che vuol fare un campionato di vertice”.
Bando alle parole, Sansepolcro vuole questa serie D.
“E noi, con la squadra che dovrà essere ultimata, siamo pronti a tentare l’impresa, a partire dal sottoscritto che è molto carico. Era un sogno arrivare a Sansepolcro e tentare la scalata verso la serie D, un sogno che si sta, pian piano avverando e che Armillei ed i suoi ragazzi vogliono far diventare realtà”.
Carriera di Armillei come tecnico iniziata quando?
“Ho allenato sempre a livello professionistico con Gualdo e Gubbio nei settori giovanili, poi 6 anni fa son passato a Torgiano, quindi Cannara dove ho vinto Coppa e Campionato, Foligno dove abbiamo vinto l’Eccellenza quindi la passata stagione un paio di mesi a Cannara ed ora eccomi a Sansepolcro dove sono veramente contento e spero di essere quell’allenatore che passerà alla storia bianconera per aver riportato la squadra in serie D”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...