Portiere salvato da ex giocatore di Sansepolcro e Sangiovannese. Andrea Bricca era con lui in bianconero

La notizia è sulla bocca di tutti, e dopo i numerosi quotidiani che se ne sono occupati, ieri è stato un crescendo unico sino ad arrivare anche alla Tv di Stato. Parliamo del portiere Tiziano Galimberti, estremo difensore dell’Allumiere in prima categoria laziale che al 28° del secondo tempo di domenica 9 gennaio, sbatte violentemente il viso sulla gamba di un giocatore avversario del Cura 1980: sviene e non dà più segni di vita. David de Paolis (nella foto a destra), ex giocatore del Sansepolcro, terzino, quando in squadra c’era Andrea Bricca e giocatore poi anche della Sangiovannese, è ora il tecnico del Cura 1980, ma è stato espulso nella partita; torna dalla tribuna immediatamente in campo avendo seguito tecniche specifiche al corso allenatori Uefa B per situazioni di questo genere. Con de Paolis anche il padre che ha gestito per anni una palestra. Si precipitano verso il portiere Galiberti che aveva ingoiato la lingua e serrato la mascella. Con l’aiuto di un’altra persona, riescono nell’intento di salvarlo tirando fuori la lingua. Un gesto questo che ridà la vita al portiere Tiziano Galimberti, immediatamente ricoverato all’ospedale di Viterbo dove ha recuperato subito le condizioni migliori.
“Un ragazzo speciale de Paolis, ci dice Bricca, avevamo la stessa età quando giocavamo nel Sansepolcro. Un terzino tutto di un pezzo, ben piazzato, già allora si distingueva. Ed ora questo fantastico gesto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...