Eccellenza?? Che si fa?

Tempi lunghi per far ripartire o meno il Campionato dell’Eccellenza calcistica sia toscana che umbra. Il 5 febbraio, infatti, la Lega comunicava: “Dopo un ampio e approfondito confronto  il Direttivo si è pronunciato in modo unanime per favorire la ripresa, ma ha ravvisato tutte le difficoltà legate alla stessa, dando delega al presidente Sibilia e ai consiglieri federali Lnd di sottoporre all’esame della Figc le condizioni per consentire la predisposizione di un protocollo sanitario ad hoc per tale tipo di attività, la richiesta di un contributo straordinario da parte della Figc per garantire l’effettuazione dei tamponi e la sanificazione degli ambienti con esonero, o comunque, con forte riduzione delle spese a carico delle società, nonché di richiedere al Consiglio federale Figc la deroga sui format in ambito regionale, cioè di non dar luogo a retrocessioni, e di consentire il mantenimento della categoria per le società che dovessero rinunciare alla prosecuzione dell’attività per difficoltà economiche.” Adesso è arrivato il parere da parte del Coni che ha riconosciuto l’Eccellenza come di “preminente interesse nazionale” ed eccoci all’ultima notizia.
A seguito alle numerose richieste pervenute alla Lega Nazionale Dilettanti circa l’avvio dell’iter per il riconoscimento della qualifica di attività di “preminente interesse nazionale” per il Campionato di Eccellenza, la Lega Nazionale Dilettanti intende precisare che ogni determinazione sulle modalità della eventuale ripresa del predetto Campionato, ivi compresa la definizione del protocollo applicabile, è rimessa al prossimo Consiglio Federale. Fino a tale momento, pertanto, la disciplina degli allenamenti delle squadre interessate rimane quella fissata dal vigente DPCM per le competizioni diverse da quelle riconosciute di “preminente interesse nazionale”.
Tale decisione sarà presa il 5 marzo, a distanza di un mese dal primo parere, ma è probabile che non finisca tutto li, nonostante anche l’accorato appello dei giocatori di Eccellenza, inviato a suo tempo al Ministro dello Sport e per conoscenza in Lega, con il desiderio e la voglia di riprendere a giocare dopo un’astinenza di mesi e mesi (da 5 a 6 a seconda della Regione).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...