Catacchini e Valori ci parlano del Tiferno

Fabio Catacchini, fulcro difensivo e perno nelle azioni d’attacco del Tiferno, approfitta della nevicata odierna per fare un bel pupazzo di neve con la figlia. A lui interrompendolo però in questa sosta forzata domenicale per il Covid che ha colpito dieci giocatori del Montespaccato, che doveva essere l’avversario odierno del Tiferno di Nofri, chiediamo di fare il punto sul campionato anche alla luce del pari del Siena a San Donato.
“E’ bello trovarsi in cima, ci dice, è bello respirare una certa aria, ma il campionato è ancora lungo ed è certamente difficile dire chi ce la farà. Noi siamo in vetta, ci stiamo divertendo e vogliamo restarci”.
Che squadra è questo Tiferno?
“Un grandissimo gruppo con uno spiccato senso di appartenenza. Ci stiamo divertendo tantissimo, giovani e cosiddetti vecchi. Siamo molto uniti, in grande parte siamo ragazzi del posto che si conoscono da una vita e che hanno trovato l’ambiente giusto, il momento giusto, per essere in cima. Vogliamo costruire qualche cosa di importante, mettere mattone su mattone e vedere poi a marzo, aprile, dove siamo e cosa potrà succedere. Per ora ci divertiamo, ma vogliamo sorridere ancora.”
Foto del gol di Massai con le Badesse di Ivana Cangi.
Il Siena è uno dei grossi nomi di questo torneo.
“Il Siena è una squadra molto forte, ma ci sono altre compagini da temere,  anche se credo che il campionato lo vincerà chi avrà i nervi più saldi”.
Ovvero?
“Questi stop, causa pandemia, le domeniche senza calcio, sono sicuro che condizioneranno il cammino di tutti. Chi riuscirà a mantenere i nervi saldi, la dovuta calma e concentrazione nell’affrontare i recuperi, avrà la meglio. Il Tiferno è un gran gruppo e lo dimostrerà anche in questo”.
Proseguiamo il nostro cammino con Riccardo Valori, la punta biancorossa, per conoscere il suo parere su questo torneo.
“E’ un campionato molto equilibrato, ci dice, ancora lungo da disputare e la squadra ammazza torneo, come poteva esserci negli anni passati non la vedo. A me hanno impressionato, ad esempio Ostia e Badesse, ma non escludo certo il Siena o il Gavorrano che hanno giocatori importanti, anche se noi siamo primi meritatamente e vogliamo restare in vetta”.
Che gruppo è questo Tiferno?
“Vedi, anche se non possiamo uscire assieme per una cena, visto l’attuale momento, siamo un gruppo compatto, bello e forte. Ci conosciamo tutti, abbiamo giocato in squadre diverse ed ora ci ritroviamo, noi del posto, tutti assieme,  e, a parte Peluso e Traini, siamo tutti di qua. Ma proprio Maurizio (Peluso ndr) e Michael(Traini ndr), sono dei giocatori spettacolari, che si sono fusi con noi come se ci conoscessimo da anni per far parte di un gruppo dove si sta veramente bene. Compattezza, unione, amicizia, sono alla base di questo successo.”
E la società?
“Sembra di essere a casa. Seppur nata pochi anni fa, ha dato vita ad un gruppo fantastico”.
Recuperi che potrebbero, per concludere, condizionare la lotta?
“Giocare è sempre stato un bel vantaggio e noi abbiamo sfruttato questa opportunità e per chi si troverà a febbraio a disputare gare domenicali e infrasettimanali, sarà difficile mantenere la giusta concentrazione”.

Tavernelli e Bortolussi, ex Sansepolcro, ai vertici di serie B e serie C

Due ex bianconeri del Sansepolcro, si stanno facendo onore tra i professionisti. Parliamo di Tavernelli e Bortolussi. Partiamo dal primo, Camillo Tavernelli (prima foto con la maglia del Sansepolcro) classe 1999, attaccante che ha indossato la maglia bianconera, in serie D, nella stagione 2015-2016 con 14 presenze, sotto la guida di Davide Mezzanotti. Ha segnato tre reti con il Cittadella in serie B e l’ultima, quella dell’anticipo di questa settimana contro l’Ascoli è servita alla squadra veneta per avvicinarsi alla vetta della classifica della serie B alle spalle dell’Empoli.
L’altro, Mattia Bortolussi, è di tre anni più grande di Tavernelli, classe 1996, ha giocato nel Sansepolcro come attaccante, assieme a Mortaro, disputando nella stagione di serie D 2016-2017, sotto la guida di Schenardi, 31 partite, segnando 11 reti. Poi il balzo in serie C, prima a Lucca, 10 gol, quindi Novara altri 10 gol ed ora Cesena. Qui di reti ne ha già messe a segno 11 in 19 partite e l’ultima porta un timbro importante perché ha dato il gol che ha suggellato la vittoria ai bianconeri romagnoli, al comunale di Arezzo. Cesena che occupa le zone di vertice della serie C, girone B, e che punta ad approdare, grazie ai suoi gol, al campionato cadetto della serie B.

Arezzo battuto dal Cesena

Bella prova dei bianconeri cesenati che espugnano con un perentorio 2-0 il comunale di Arezzo. In goal, ancora una volta, dopo una bella prova, Mattia Bortolussi, ex Sansepolcro nella stagione 2016, che mantiene la vetta dei capocannonieri in serie C. Per l’Arezzo l’ennesimo risultato negativo tra le mura amiche. Gli amaranto in casa non hanno ancora mai vinto.

AREZZO (4-2-3-1): Sala; Luciani, Sbraga, Cherubin, Karkalis (42′  Ventola); Altobelli (24′ Di Paolantonio), Arini; Belloni (46’ Borghini), Cutolo (82’ Cerci), Di Grazia; Perez (42′ Carletti).  
Allenatore: Andrea Camplone.
CESENA (4-3-3): Nardi; Longo, Ricci, Maddaloni, Favale; Collocolo, Petermann (72’ Ciofi), Steffè; Zecca (60’ Capellini), Bortolussi ( 89’ Borello). Russini (72’ Nanni).  
Allenatore: William Viali.
ARBITRO: Vigile di Cosenza
Marcatori: 12′ Favale, 38′ Bortolussi

AMMONITI: Sbraga, Petermann, Karkalis, Maddaloni
NOTE: Angoli 8-2 per l’Arezzo

Nei risultati degli anticipi odierni pareggia il Gubbio a Fano mentre l’Arezzo rimane sempre più solitario all’ultimo posto perché vincono Fermana e Imolese. Domani, al Curi di Perugia, bella partita tra i Grifoni e il Feralpisalò.
Gli anticipi di oggi sabato 16 gennaio 2021:
Fano-Gubbio 1-1
Arezzo-Cesena 0-2
Fermana-Legnago 2-1
Imolese-Matelica 2-0
Alle 17,30 Mantova-Triestina

Montespaccato-Tiferno rinviata

Due partite rinviate, causa Covid, in serie D, nel girone E. Si tratta di Trastevere-Foligno e Montespaccato-Tiferno
Mercoledì 20 gennaio avremo queste partite:
Cannara-Flaminia 
San Donato-Scandicci 
Sangiovannese-Siena
Queste le partite ancora da recuperare oltre quelle del 20 gennaio:
5^ Giornata: Montevarchi- San Donato
6^Giornata: Gavorrano-Montevarchi, San Donato-Trestina
7^ Giornata: Montevarchi- Scandicci, Foligno-San Donato
8^ Giornata: San Donato-Trastevere
9^ Giornata: Sinalunghese- San Donato
10^ Giornata: Badesse-Siena.
11^ Giornata : Foligno-Scandicci
12^ Giornata:        Trastevere-Foligno
Montespaccato-Tiferno

Questa l’attuale classifica dopo 11 giornate:
Tiferno 21, Siena e Cannara 17, Flaminia e Trastevere 16, Trestina,  Sangiovannese, Gavorrano, 15,  Foligno e Ostiamare 14, Montespaccato e Montevarchi 13, Badesse e Sinalunghese 11, Grassina e Pianese 10, San Donato 7, Scandicci 4.

82 candeline per Silvano Ramaccioni

Attraverso il profilo Instagram ufficiale del comune, il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore allo Sport, Massimo Massetti hanno augurato buon compleanno (82) a Silvano Ramaccioni, tifernate “doc”, e grande direttore sportivo e team manager del Milan e prima al Citta di Castello e Perugia. Ecco il testo con la foto relativa ad una premiazione nell’ambito della manifestazione “Cultura in gol”, organizzata da Letizia Guerri:”

”Buon compleanno a Silvano Ramaccioni che oggi soffia sulla torta di 82 #candeline. Orgoglio tifernate dello sport, del calcio e testimonial a lungo nella prestigiosa carriera al @acmilan della nostra bellissima città. Dal biancorosso del Citta’ di Castello a quello del @acperugia_official e poi ai colori #rossoneri del Milan ha segnato in maniera indelebile la storia del calcio degli ultimi decenni. Grazie Silvano e auguri di cuore dalla tua @cittadicastello.gov.it che ti vuole bene. @acmilan @acperugia_official #ramaccionisilvano #buoncompleanno #auguri”

Tiferno da solo, ma attenzione alle inseguitrici

Dopo 11 giornate il Tiferno di Nofri rimane sempre in vetta alla classifica in un girone E di serie D che ha, però, ancora tanto da dire visti i recuperi che dovranno tenersi quanto prima. Il Tiferno avrà, a nostro parere, il vantaggio di non dover pensare ai propri recuperi, non avendone, e questo è forse il vantaggio più rilevante, mentre le altre, tante, sono tutte impegnate a riprogrammare le varie settimane.

Mercoledì 20 gennaio avremo queste partite:

Cannara-Flaminia 
San Donato-Scandicci 
Sangiovannese-Siena

Nella foto sotto di Ivana Cangi l’esultanza dopo il goal di Massai a Le Badesse (2-1 finale)

Queste le partite ancora da recuperare oltre quelle del 20 gennaio:
5^ Giornata: Montevarchi- San Donato
6^Giornata: Gavorrano-Montevarchi, San Donato-Trestina
7^ Giornata: Montevarchi- Scandicci, Foligno-San Donato
8^ Giornata: San Donato-Trastevere
9^ Giornata: Sinalunghese- San Donato
10^ Giornata: Badesse-Siena.
11^ Giornata : Foligno-Scandicci

Questa l’attuale classifica dopo 11 giornate:
Tiferno 21, Siena e Cannara 17, Flaminia e Trastevere 16, Trestina,  Sangiovannese, Gavorrano, 15,  Foligno e Ostiamare 14, Montespaccato e Montevarchi 13, Badesse e Sinalunghese 11, Grassina e Pianese 10, San Donato 7, Scandicci 4.
Queste le squadre che ancora devono giocare: 6 gare in meno San Donato, 3 in meno Montevarchi e Scandicci, 2 in meno Foligno e Siena, 1 in meno Badesse, Cannara, Flaminia, Gavorrano, Sangiovannese, Sinalunghese, Trastevere, Trestina

Trestina sette punti in tre gare

Il Trestina di Marco Bonura con le due vittorie con Montevarchi e Foligno e l’importante pareggio al Franchi di Siena, per 2-2, si insedia nelle zone alte della classifica. Le due reti di Essoussi (nella foto), realizzate in terra toscana, sono costate la resa di Alberto Gilardino, il campione del mondo che era riuscito a far rinascere la passione in terra senese. Ma tornando al Trestina c’è da dire che la squadra comincia ad avere maggiore confidenza con il Campionato.
Ha giocato dieci partite e deve recuperare  la 6^ giornata a San Donato.
Ha ottenuto  4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, in totale 15 punti, 12 reti segnate e 12 quelle subite.
Ha vinto con Montespaccato, Scandicci, Montevarchi e Foligno in casa, pareggiato tra le mura amiche del Casini con il Gavorrano, e fuori con le  Badesse e Siena. Ha perso a Cannara, Trastevere e Pian Castagnaio.
Marcatori: 5 reti: Essoussi, 3 reti: Khribech, 1 rete Benedetti, Bicchiarelli, Gori e Gramacci.
Ed ora la prossima sfida con attesa per il derby tosco umbro, al Casini di Trestina, domenica prossima, contro la Sinalunghese.

Esonerato Gilardino a Siena. Si recuperano tre gare in serie D

Saranno tre i recuperi da disputare mercoledì 20 gennaio alle 14,30, salvo, come sempre, intoppi dovuti al Covid. Queste le tre gare:
Cannara-Flaminia 
San Donato-Scandicci 
Sangiovannese-Siena

Nel Siena esonerato il tecnico Gilardino dopo il pari interno di domenica al Franchi con il Trestina.

Queste le partite ancora da recuperare:
5^ Giornata: Montevarchi- San Donato
6^Giornata: Gavorrano-Montevarchi, San Donato-Trestina
7^ Giornata: Montevarchi- Scandicci, Foligno-San Donato
8^ Giornata: San Donato-Trastevere
9^ Giornata: Sinalunghese- San Donato
10^ Giornata: Badesse-Siena.
11^ Giornata : Foligno-Scandicci

Dubbi ancora sul Campionato di Eccellenza Umbra

E’ stato confermato alla guida del Comitato Regionale Umbro della Federazione Calcio, Luigi Repace che rimarrà in carica sino al 2024. Mentre non trapela nulla sulla ripresa del Campionato di Eccellenza Umbra e sulla partenza di tutti gli altri tornei. Il Comitato è in attesa di conoscere il prossimo Dpcm del 15 gennaio, poi prenderà la decisione sul da farsi. Tra le ipotesi eventuali, per l’Eccellenza Umbra, la disputata del solo girone di andata a partire da febbraio, ma anche la ventilata ipotesi di rivedere il gioco del calcio in Umbria il prossimo settembre, lascando quindi un anno tutto da dimenticare. Ma, lo ribadiamo, sarà il Dpcm di venerdì 15 gennaio a decidere il tutto. Presenti all’Assemblea di Perugia le società e per il Sansepolcro c’era il Presidente Giorgio Lacrimini.

Tiferno sempre solo in vetta

Il Tiferno mantiene la vetta della classifica nel girone E della serie D, portando a 4 i punti di vantaggio sulle inseguitrici Siena e Cannara, ottenendo nelle 11 partite giocate sino ad oggi, 6 vittorie, 3 pareggi e due sconfitte, in totale 21 punti.
Ha fatto meglio fuori che in casa.
Al Bernicchi ha infatti vinto due volte con l’Ostiamare e domenica scorsa con le Badesse ha pareggiato tre volte con Foligno, Sinalunghese e Cannara, mentre ha perso contro la Sangiovannese. Sono 8 i gol fatti e 6 quelli subiti.
Fuori ha vinto per ben 4 volte, a Siena, Civita Castellana a Scandicci e contro il Grassina, perdendo all’esordio con la Pianese. In tutto 11 reti fatte e 7 subite. In totale 19 quelle segnate e 13 quelle incassate.  

Sotto nella foto Cangi il gol di Massai per il 2-1 su Le Badesse 
Il tecnico Federico Nofri ha potuto usufruire, nelle undici gare giocate, di questa rosa. Sono 23 quelli impiegati considerando anche chi è entrato solo per pochi minuti :
11 volte: Catacchini, Mariucci, Gorini, Briganti, Peluso.
10 volte: Di Cato
9 volte: Traini, Bartoccini, Valori, Alagia
7 volte: Dominici, Bruschi, Massai, Orlandi, Aluigi
6 volte: Mercuri,     
4 volte: Vaccarecci, Tersini
3 volte: Belloni, Berettoni, Lavano,
1 volta: Sensi, Mancini

Marcatori: 10 Peluso, 3 Di Cato, 1 Briganti, Traini, Valori, Orlandi, Mariucci e Massai.

La squadra è ora capolista in attesa dei recuperi che attendono le altre compagini.