A Città di Castello si riparte…. alla grande

Nel presentare la nuova società biancorossa, Sandra Monacelli, componente il consiglio di amministrazione del Città di Castello, ha evidenziato: “Ringraziamo la società che ci ha preceduto per averci accompagnato in questo percorso. Ringraziamo, inoltre, le istituzioni locali con le quali vogliamo aprire un dialogo positivo e costruttivo. La scelta di Paolo Cangi come presidente è stata deliberata questa mattina dal consiglio, dopo aver tenuto conto delle disponibilità di Mancini che consideriamo il Presidente del cuore. Per gli addetti ai lavori è colui che ci mette passione, rappresenta la storia, ha segnato il percorso professionale di importanti personaggi sportivi, da Conte a Sarri. La sua è una presenza qualificata e qualificante, sarà una forte spinta per la società. Cangi rappresenterà il presidente operativo, il tutto sarà portato avanti da un lavoro di squadra. Ci piace molto l’idea di far ripartire, dal calcio, un progetto sociale ed economico importante, abbiamo fuso per questo i nostri interessi e la nostra collaborazione”.

Mancini, Presidente del cuore

Presidente del cuore, Piero Mancini, che questa volta sarà nel consiglio direttivo, mentre il nuovo Presidente operativo dei biancorossi del Città di Castello Calcio, sarà Paolo Cangi.
“Non mi piace perdere, non mi piace avere squadre davanti, per questo ho scelto, per la mia ripartenza, proprio Città di Castello, ha dichiarato Mancini, una piazza importante, da dove possiamo spiccare salti significativi”.
E l’Arezzo?
“Tutti sanno quanto mi sia stato caro e quanto si è verificato, purtroppo, a spese della squadra amaranto incolpevole sotto ogni aspetto rispetto alle decisioni federali, nonostante le ingiustizie subite, ora sono a Città di Castello a dare una mano concreta e significativa a Paolo Cangi e alla dirigenza biancorossa per tentare un’impresa anche se non è mel mio stile dimenticare quanto di buono fatto”.
Vivacchiare non è un verbo nel gergo di Mancini.
“Assolutamente no, io voglio vincere e Città di Castello è la piazza per poterlo fare. Puntare prima alla serie C e poi….si vedrà”
Messo da parte Bricca come allenatore, in arrivo Alessandria, dimissionario Falcinelli nel settore giovanile, la nuova società biancorossa è pronta a partire.

Il Lama fa sul serio

Dopo l’arrivo del nuovo tecnico, Guido Vicarelli, per lui un ritorno a Lama, il ds Volpi ha assestato colpi importanti. Ultimo arrivo quello del centrocampista fuori quota classe 2004, Luca Piras dal Casa del Diavolo. In precedenza un colpo da novanta con l’arrivo di Christian Bruschi ex Sansepolcro e Tiferno, ma molti hanno già firmato a partire dal capitano Diego Volpi, a Stefano Bartolini, Gabriele Bartolucci, Federico Mambrini, Mattia Cappellacci, Simone Bernicchi ed il classe 2003 Marinelli. In ultimo accordo anche con Luca Bartoccini. Il ds Volpi è sempre all’opera per allestire un Lama che tenterà la scalata alla serie D.
nella foto a sinistra Piras, nell’altra Bruschi

Recanatese campione d’Italia in D. Terranuova approda per la prima volta alla serie D.

Il Terranuova Traiana, per la prima volta nella sua storia, è in serie D. la squadra ha pareggiato 0-0 in casa con il Colorno ed in virtù del 2-2 dell’andata, approda in serie D.  
La Recanatese dopo essersi invece aggiudicata il Campionato di serie D ed essere approdata per la seconda volta in serie C, si laurea campione d’Italia ai rigori, battendo 3-2 il Giugliano nella finale scudetto disputata allo stadio Lotti di Poggibonsi. Botta e risposta di Senigagliesi (Recanatese) e Scaringella (Giugliano)in avvio ripresa, poi sull’1-1 i supplementari e quindi i rigori.
Il Pro Livorno è invece campione d’Italia Juniores di serie D, dopo aver battuto il Bitonto per 1-0 con rete di Guerriero.

Nella foto sotto, dalla pagina Fb della Recanatese, la squadra marchigiana campione d’Italia

A Porta Romana la 20^ edizione della stracittadina di Sansepolcro

PORTA ROMANA – PORTA FIORENTINA 1-1 (5-4 d.c.r.)
PORTA ROMANA: Faraglia; Piccinelli, Del Siena; Burzigotti, Bartolo, Beers; Braccini (32’ st Giovagnini), R. Brizzi (12’ pts Gennaioli), Ferri Marini, Gorini, Alagia (7’ sts Martini). A disp. Tomoli, Tosti, Bardelli, Bruni, Bartolomei, Piccini. All. Davide Mezzanotti.
PORTA FIORENTINA: Vaccarecci; Fabbri (27’ st Boncompagni), Regi; Marinelli (10’ st Ricci), Gigli (33’ pt N. Giorni e 14’ sts Socali), Lazzerini; Sanchez, Antonelli (4’ sts J. Brizzi), Essoussi, Valori, Quadroni. A disp. G. Giorni, Baldi, Venturi, Goretti. All. Paolo Valori.
Arbitro: Flavio Barbetti di Arezzo.
Assistenti: Antonio Ernano e Fabio Cerofolini di Arezzo.
Reti: 37’ pt Ferri Marini (PR), 45’ st Valori (rig. – PF).
Espulsi: 16’ st Gorini (PR) e 7’ pts Quadroni (PF), entrambi per somma di ammonizioni.

Sequenza dei calci di rigore

J. Brizzi (PF) realizzato, Giovagnini (PR) realizzato, Essoussi (PF) realizzato, Bartolo (PR) realizzato, Valori (PF) parato, Ferri Marini (PR) realizzato, Lazzerini (PF) traversa, Martini (PR) parato, Vaccarecci (PF) realizzato, Beers (PR) realizzato.

Dopo la soddisfazione per la risposta del pubblico, anche quella legata alla finalità benefica della partita: sono stati raccolti, infatti, quasi 1400 euro che verranno donati al reparto oncologico dell’Ospedale della Valtiberina di Sansepolcro per l’acquisto di un casco refrigerante.
Grazie alle reti di Ferri Marini per Porta Romana al 37’ del primo tempo e di Valori su rigore concesso al 90’ dall’arbitro Barbetti di Arezzo si chiudeva la partita nei 90’, ma anche ai supplementari, nonostante la traversa di Ferri Marini, con l’handicap dell’uomo in meno per l’espulsione di Gorini al quarto d’ora della ripresa per Porta Romana. Doppio giallo, però, anche per Quadroni nel primo tempo supplementare e le squadre erano così 10 contro 10.
Si va così ai calci di rigore, con le prime due tornate nelle quali si segna da ambo le parti; nella terza Riccardo Valori, che aveva realizzato sempre dal dischetto il pareggio nei regolamentari, si fa parare il tiro da Faraglia, mentre Ferri Marini non sbaglia. Porta Fiorentina fallisce anche il successivo rigore con Lazzerini (traversa), ma Porta Romana non chiude perchè Vaccarecci si oppone a Martini. Ultima tornata: lo stesso Vaccarecci segna per Porta Fiorentina, ma riesce solo a intercettare la botta di Beers che consegna il trionfo a Porta Romana, l’undicesimo di sempre contro i 9 di Porta Fiorentina. È stato il sindaco Fabrizio Innocenti, assieme all’organizzatore Fabio Chimenti, a consegnare a Rocco Bartolo, capitano della squadra della “lupa”, il trofeo della XX edizione e il Palio storico del 1935. Unica pecca, la mancanza di liste e relative formazioni  agli addetti della carta stampata, per il resto, dal tifo, alla cordialità, alla sportività, tutto è filato liscio.
 

Porta Romana vince in un Buitoni ricco di pubblico

Davanti ad una bella cornice di pubblico Porta Romana mantiene il Palio battendo ai calci di rigore Porta Fiorentina. Il risultato finale è stato di 5-4 per il rione Giallo rosso con la partita che ha visto il gol di Ferri Marini per Porta Romana nel primo tempo al 37’. Poi l’espulsione, forse affrettata da parte del direttore di gara nei confronti Gorini. Il pari di Porta Fiorentina arriva su calcio di rigore trasformato da Riccardo Valori all’87’. Si va ai supplementari, ma il risultato non cambia con Porta Fiorentina che deve fare a meno di Quadroni anche lui espulso. Saranno i calci di rigore a decidere il match. Porta Romana ne trasforma 4, Porta Fiorentina ne realizza tre. Finale 5-4 per Porta Romana che ora, dopo 20 partite, sale a comandare 11-9.

Armillei nuovo allenatore del Sansepolcro

Non sarà Valeriano Recchi, come sembrava sino a qualche giorno fa, ma Antonio Armillei, il nuovo tecnico del Sansepolcro. Dopo l’arrivo del ds Monni e della famiglia Bianchi, sino a pochi mesi fa in forza al Tiferno Lerchi, padre Roberto e figlio Michele nel sodalizio, il nuovo allenatore che prenderà il posto di Davide Mezzanotti, è il tecnico folignate che  ha sottoscritto l’accordo con la società bianconera, assieme alla quale inizierà a pianificare la stagione sportiva 2022/23.
Classe 1953, Armillei è reduce dall’esperienza in Serie D sulla panchina del Cannara, retrocesso in Eccellenza Umbra e dove era subentrato nello scorso febbraio al posto di Ezio Brevi. Con il Cannara, cinque anni prima, aveva centrato una storica doppietta in Promozione, con la vittoria del campionato e della coppa di categoria. Dal 2018 al 2021 la produttiva esperienza a Foligno, dove ha centrato la vittoria del campionato di Promozione, un’altra doppietta campionato-coppa, stavolta in Eccellenza Umbra, e due stagioni in Serie D intervallate dall’emergenza pandemia e dalla vendita della società.
“Siamo felici di accogliere a Sansepolcro un allenatore esperto e vincente, dichiara il presidente Bianconero Giorgio Lacrimini, in questi anni di militanza nei campionati umbri. Armillei ha mostrato una mentalità e un approccio tecnico che hanno convinto la nostra società a puntare su di lui per la stagione 2022-2023. Al mister va quindi il nostro benvenuto e i migliori auguri di buon lavoro” .
La società si è riunita in questi giorni per pianificare le attività in vista della prossima stagione, con i rappresentanti della scuola calcio, del settore giovanile e della prima squadra che hanno illustrato le varie progettualità in cantiere.

Porta Romana-Porta Fiorentina ore 21. Stadio Buitoni sabato 18 giugno

Alle 21 di questa sera la 20^ edizione della stracittadina di calcio tra Porta Romana e Porta Fiorentina. Partiamo con i convocati dalla squadra detentrice del Trofeo:

Porta Romana :
Portieri: Faraglia Marco, Tomoli Francesco.
Difensori:
Bardelli Matteo, Bartolomei Andrea, Beers Yuri, Bruni Stefano, Burzigotti Lorenzo, Del Siena Marco, Martini Daniele, Piccinelli Marco, Tosti Giacomo.
Centrocampisti: Bartolo Rocco, Braccini Simone, Brizzi Riccardo, Gennaioli Alessandro, Giovagnini Alberto, Gorini Giacomo.
Attaccanti: Alagia Mattia, Ferri Marini Daniele, Piccini Gian Marco.
All. Davide Mezzanotti.
Porta Fiorentina:
Portieri:  Giorni Giacomo, Vaccarecci Matteo
Difensori: Baldi Giacomo, Gigli David, Giorni Nicolò, Fabbri Mattia, Regi Alex.
Centrocampisti: Antonelli Roberto, Brizzi Jacopo, Lazzerini Luca, Marinelli Luca,  Ricci Tommaso, Sanchez Kevin, Socali Stefano, Venturi Nicolò.
Attaccanti: Boncompagni Andrea, Essoussi Adnane, Goretti Mattia, Quadroni Michael, Valori Riccardo.
All. Paolo Valori
La partita è stata calendarizzata per il terzo sabato del mese di giugno, riavremo Porta Romana-Porta Fiorentina, la stracittadina di calcio nata nel 1935. Era stata riproposta il 22 giugno 2019 dopo un vuoto di 31 anni e c’è voluto il Covid per fermarne la continuità. L’appuntamento è per le ore 21 di sabato 18 giugno allo stadio Buitoni, per aggiudicarsi lo storico Palio che a fine gara verrà consegnato alla squadra vincitrice, grazie a Fabio Chimenti, alla Amministrazione Comunale che sono gli organizzatori della partita. L’edizione di quest’anno è la numero 20, con Porta Romana in vantaggio nel bilancio totale per 10 a 9, grazie alla vittoria per 3-2 dopo i supplementari nella sfida di tre anni fa. Ci si avvicina alla sfida, che rispetta le direttive del regolamento originale con le dovute deroghe, dettate dalla logica dei tempi attuali. Rimangono valide le tre principali condizioni: essere nati a Sansepolcro, abitarvi da almeno sei mesi e avere sposato una donna biturgense, poi le mutate situazioni rispetto al 1935 impongono variazioni approvate di anno in anno. Non cambia invece l’articolo 15, in base al quale i sostenitori della squadra vincitrice in carica hanno diritto di sedere in tribuna e quelli avversari in gradinata. I  balestrieri di Sansepolcro riserveranno particolari coreografie. Ingresso gratuito, ma al pubblico sarà chiesta un’offerta il cui ricavato andrà al reparto oncologico dell’Ospedale di Sansepolcro.
LA STORIA:
1935 Porta Romana – Porta Fiorentina 1-0. Marcatore: Canosci
1936 Porta Fiorentina – Porta Romana 3-2. Marcatori: Chimenti (Pr) 2, Gravisi (Pf), Del Teglia (Pf) 2.
1946 Porta Romana – Porta Fiorentina 1-0. Marcatore: Piccini.
1947 Porta Romana – Porta Fiorentina 1-0. Marcatore: Piccini.
1975 Porta Fiorentina – Porta Romana 5-2. Dopo i calci di rigore. La gara era terminata 1-1 con gol di Barboni Renato (Pr) e Gianni Allegrini (Pf). Dopo i 90’ regolamentari il risultato era fermo sull’1-1. Passati anche i 30’ supplementari ed altri 32’ per un totale di 152’, il risultato non cambiava: venivano battuti i calci di rigore, Porta Fiorentina ne realizzava 4: Allegrini, Falasconi, Tricca e Zampieri. Porta Romana ne realizzava 1: Nocentini.  Arbitro Giunti di Arezzo.
1976 Porta Fiorentina – Porta Romana 2-0.   Marcatore: Falasconi 2.                                                      Arbitro: Ciacci di Firenze.
1977 Porta Fiorentina – Porta Romana 1-0.    Marcatore: Zampieri.                                                        Arbitro Giunti di Arezzo.
1978 Porta Fiorentina – Porta Romana 1-0.  Marcatore Emanuelli (dts).                                                Arbitro Cerofolini di Arezzo.
1979 Porta Romana – Porta Fiorentina 1-0.   Marcatore: Barculli.                                                            Arbitro Serboli di Arezzo.
1980 Porta Fiorentina – Porta Romana 5-3.  Marcatori: Barculli (Pr) 3; Giovagnini (Pf) 2, Facchin, Chiasserini, Falasconi (Pf).       Arbitro: Cerofolini di Arezzo
1981 Porta Romana – Porta Fiorentina 2-1.   Marcatori: (dts) Facchin (Pf), Barculli e Gennaioli (Pr).       Arbitro: Alberti di Arezzo.
1982 Porta Romana – Porta Fiorentina 4-1.    Marcatori: Gennaioli (Pr) 3, Nocentini (Pr), Bruschi (Pf).    Arbitro Michelotti di Parma.
1983 Porta Fiorentina – Porta Romana 1-0.  Marcatore Giovagnini.                                                        Arbitro Scevola di Milano.
1984 Porta Fiorentina – Porta Romana 8-7 dopo i calci di rigore (la gara era terminata 3-3).                 Marcatori: Dini, Gennaioli, Barboni Renato (Pr); Facchin 2 e Giovagnini (Pf). Rigori trasformati: Porta Fiorentina: Testerini, Facchin, Giovagnini, Bruschi, Emanuelli. Porta Romana: Piccinelli, Gennaioli, Donato, Barboni Renato.   Arbitro Luci di Firenze.
1985 Porta Romana – Porta Fiorentina 2-1.   Marcatori: Barculli e Bruni (Pr); Bruschi (Pf).                      Arbitro Patrussi di Ravenna.
1986 Porta Romana – Porta Fiorentina 4-2.  Marcatori: Barculli (Pr) 3, Tellini (Pr), Testerini (Pf), Autorete di Barboni Renato (Pf).                                                                                                                 Arbitro Bianciardi di Siena.
1987 Porta Fiorentina – Porta Romana 7-6 dopo i calci di rigore (la gara era terminata 1-1).                 Marcatori: Dini (Pr), Bassani (Pf).  Rigori trasformati: Porta Fiorentina: Giusti, Goretti, Facchin, Bruschi, Antonelli, Bassani.      Porta Romana: Lacrimini, Berghi, Barculli, Donato, Bruni.                                       Arbitro Vitali di Bologna.
1988 Porta Romana – Porta Fiorentina 3-0.  Marcatori: Rossi M. Autorete di Moretti, Lacrimini.             Arbitro Landi di Firenze.
2019 Porta Romana-Porta Fiorentina 3-2 dopo i t.s. Marcatorii: Ferri Marini (Pr) Marinelli (Pf), Martini (Pr), Zoi (Pf), Luca Giovagnini (Pr). Arbitro: Barbetti di Arezzo.

Mancini torna in ballo

Da Mirco Amadori a Piero Mancini. Il Città di Castello cambia proprietà. Questo il comunicato societario, per realtà abbastanza scarno.

La società AC Città di Castello comunica che, in data odierna, la società Il Melograno srl ha acquisito ufficialmente le quote societarie di maggioranza.
È indetta per lunedì mattina, 20 giugno, l’assemblea dei soci per la nomina del nuovo organigramma; seguirà, alle ore 12 presso il ristorante “Il Boschetto” conferenza stampa di presentazione del nuovo Cda. Le redazioni e i giornalisti sono invitati a partecipare.

Porta Romana-Porta Fiorentina si avvicina la data del 18 giugno. Ecco i convocati

Ecco le liste di Porta Romana e Porta Fiorentina alla vigilia del match di sabato 18 aprile. La stracittadina calcistica avrà quindi una data ufficiale: il terzo sabato del mese di giugno.Tanti giocatori che abbiamo già visto nei vari campionati e che vedremo nell’autentica sfida arrivata alla sua 20^ edizione nonostante sia nata, ufficialmente, nel 1935. Sono dieci le vittorie di Porta Romana e nove quelle di Porta Fiorentina. Il tutto è stato presentato nella conferenza stampa odierna, alla quale ha presenziato anche il sindaco Fabrizio Innocenti; ecco però quanto i due allenatori, Davide Mezzanotti per Porta Romana e Paolo Valori per Porta Fiorentina, hanno ufficializzato con 20 giocatori per parte.
Partiamo con Porta Romana detentrice del trofeo:
Portieri: Faraglia Marco, Tomoli Francesco.
Difensori:
Bardelli Matteo, Bartolomei Andrea, Beers Yuri, Bruni Stefano, Burzigotti Lorenzo, Del Siena Marco, Martini Daniele, Piccinelli Marco, Tosti Giacomo.
Centrocampisti: Bartolo Rocco, Braccini Simone, Brizzi Riccardo, Gennaioli Alessandro, Giovagnini Alberto, Gorini Giacomo.
Attaccanti: Alagia Mattia, Ferri Marini Daniele, Piccini Gian Marco.
All. Davide Mezzanotti.
Porta Fiorentina:
Portieri:  Giorni Giacomo, Vaccarecci Matteo
Difensori: Baldi Giacomo, Gigli David, Giorni Nicolò, Fabbri Mattia, Regi Alex.
Centrocampisti: Antonelli Roberto, Brizzi Jacopo, Lazzerini Luca, Marinelli Luca,  Ricci Tommaso, Sanchez Kevin, Socali Stefano, Venturi Nicolò.
Attaccanti: Boncompagni Andrea, Essoussi Adnane, Goretti Mattia, Quadroni Michael, Valori Riccardo.
All. Paolo Valori