Moto che passione

Simpatica e allegra “rimpatriata” di tanti ex campioni delle due ruote, piloti che hanno fatto la storia del motociclismo. Su iniziativa del tifernate Fabio Meozzi, dal 1980 al 1988 uno dei più apprezzati motociclisti del Mondiale 125 (se la giocava con piloti del calibro di Cadalora, Gresini, Gianolla, Angel Nieto), si sono ritrovati in centro a Città di Castello per un aperitivo in piazza e poi un pranzo  a base di tartufi e funghi e tanti ricordi e aneddoti. Nutrito e prestigioso il gruppo di campioni delle “due ruote”, tecnici e addetti di primo piano dei paddock nei vari circuiti in tutto il mondo:
Pierpaolo Bianchi, Bruno Casanova, Marcellino Lucchi,  Mario Sakamoto,  Fabio Biliotti, Mauro Mordenti, Maurizio Musco, Claudio Mugnari, Emiliano Bellucci,  Enrico Nocetti, i “tecnici”, Franco Drudi, Raoul Baronciani, Paolo Gustinucci, Vittorio Lapi e l’ex presidente Fmi Umbria, Signorelli. E’ ormai una consuetudine apprezzata quella di ritrovarsi a Città di Castello e rinverdire i fasti di un tempo attorno ad una tavola di prelibatezze, tartufo in testa. Iniziativa “vincente” quella messa in atto dal tifernate, Fabio Meozzi, con la velocità nel sangue: ha partecipato a tre Mondiali, vinto un Trofeo Grand Prix, l’attuale Campionato italiano velocità, e raccolto un quinto e un terzo posto ai campionati europei. Poi purtroppo si è infortunato alla clavicola per cinque volte, più altri intoppi che lo hanno costretto ad abbandonare le piste ma non la passione per il motociclismo. Il sindaco di Città di castello Luca Secondi e l’assessore allo Sport, Riccardo Carletti, ed il consigliere comunale tifernate Massimo Minciotti, hanno salutato in piazza Matteotti l’allegra compagnia e augurato di trascorrere ancora a Città di Castello altri momenti di passione condivisa per lo sport e i ricordi delle tante vittorie in pista.

Tricolore per Prataiola

Terzo titolo italiano per il pilota tifernate, Andrea Prataiola: si è affermato a Bergamo nella “Superveteran 2t” di Enduro Major Eicma – Entusiasta l’assessore allo Sport, Riccardo Carletti: “Un esempio di determinazione e passione per lo sport che ci rende tutti orgogliosi.”
Nel quinto appuntamento del Campionato Italiano Enduro Major Eicma ha conquistato il titolo affermandosi nella “Superveteran 2t”: si è imposto (Beta) davanti a tutti, con Danilo Plando (KTM) al secondo posto e Luca Gandolfo (KTM) terzo.

Motoraduno a Città di Castello

Tappa a Città di Castello ieri per il 41° Motoraduno Internazionale promosso dal Moto Club Jarno Saarinen di Petrignano d’Assisi dal 12 al 15 agosto. Nel giro dell’Umbria fra i “Borghi più belli d’Italia”, circa 50 motociclisti hanno raggiunto il capoluogo tifernate, girando intorno alle mura urbiche per ammirare la città e parcheggiando a piazzale Ferri per una visita del centro storico a piedi. Ad accoglierli una rappresentanza dell’amministrazione comunale, che ha espresso ai partecipanti la soddisfazione della comunità di poter ospitare l’evento e l’auspicio che Città di Castello possa essere punto di riferimento per i motoraduni nazionali e internazionali, un importante volano per la promozione turistica del territorio. Gli organizzatori hanno ricambiato l’accoglienza con una targa ricordo e hanno espresso l’apprezzamento per l’ospitalità, nell’ambito di una organizzazione della giornata alla quale ha contribuito il tifernate Andrea Landi.

Incidenti, di cui uno mortale, a Pieve S.Stefano

Alle ore 12.17 durante  il Campionato Europeo di moto a Pieve Santo Stefano si è verificato un incidente. 
Il motociclista, un uomo di 36 anni residente a Rieti, ha riportato trauma cranico commotivo. Sono intervenuti Misericordia di Pieve Santo Stefano ed elisoccorso Pegaso1.  Il paziente è stato trasportato con elisoccorso all’ospedale le Scotte di Siena in codice giallo.
Altro gravissimo incidente sempre a Pieve S.Stefano. Incidente mortale alla Gara dello Spino. Durante lo svolgimento della manifestazione motociclistica ” Lo Spino”  alle 15 si è verificato un incidente che ha coinvolto un motociclista di 53 anni, di Pelago.  L’uomo ha riportato molteplici traumi e nonostante lunghe manovre di rianimazione il paziente è deceduto, nel posto medico della gara motociclistica. 
Presente ambulanza blsd della Misericordia di Pieve Santo Stefano ed elisoccorso Pegaso 1.


In sella alle due “ruote”

Un’altra manifestazione riuscita quella organizzata da Ferro-E- Motus ,una piazza piena di colori e di gente sorridente come non se ne vedeva da molto tempo ,la solidarietà ha vinto anche quest’anno per il DISTINGUISHED GENTLEMAN’S RIDE 2022 DI CITTÀ DI CASTELLO dove gli oltre 250 motociclisti che hanno gremito piazza Matteotti hanno dimostrato di essere gentiluomini anche dal punto di vista delle donazioni permettendoci di raccogliere più di 3000 euro per la ricerca sul tumore della prostata e sulla sanità mentale maschile, cifre importanti che dimostrano il virtuosismo di Città di Castello. “Tutti i componenti di Ferro-E-Motus hanno svolto un lavoro esemplare per la buona riuscita della manifestazione e della sicurezza durante il giro panoramico – si legge in una nota – che ha toccato i comuni di Citerna, Anghiari e Sansepolcro: alla partenza da Città di Castello c’era anche la gradita presenza dell’assessore, Riccardo Carletti, che ha partecipato a bordo di un sidecar. La associazione comunale di Ferro-e-Motus aspetta tutti i giovedì sera alla sede in Via della Tina 1 per proporre tante inizitive.

Il Comune di Montone aderisce al “Trofeo turistico Borghi in Moto”

Montone è pronto per la seconda edizione del “Trofeo turistico Borghi in Moto”, la manifestazione promossa dall’Associazione Borghi più Belli d’Italia e Maxi Moto Group 2.0. che si svolgerà dal 1 marzo al 31 ottobre.
L’Amministrazione comunale ha aderito all’iniziativa dedicata a tutti coloro che amano viaggiare con le due ruote, desiderano scoprire nuovi luoghi ed immergersi nella magica atmosfera dei borghi più belli di tutta la penisola.
“Con questa iniziativa – spiega l’assessore al turismo, Roberta Rosini – riparte la stagione turistica del borgo, che vedrà per tutto il 2022 un ricco calendario di eventi con nuovi progetti, proposti ufficialmente a partire dalla Pasqua. In moto nei borghi più belli d’Italia è una manifestazione che si svolge all’interno di un recinto temporale di 8 mesi e sarà una bella opportunità di promozione e crescita per il nostro territorio. Lo scopo della manifestazione è proprio quello di far conoscere ai viaggiatori luoghi, tradizioni ed eccellenze enogastronomiche, per questo abbiamo cercato di coinvolgere tutti gli operatori economici del borgo, che per l’occasione potrebbero creare menù e offerte dedicate ai concorrenti. Le strutture che aderiscono potranno giovarsi, a titolo gratuito, di una promozione a livello nazionale attraverso i più diffusi mezzi social e tramite le comunicazioni inviate ai centauri iscritti”.
Come funziona il Trofeo Mototuristico Borghi in Moto?
Si tratta di una manifestazione che lascia ai singoli motociclisti la più ampia libertà di scelta: tracciato, luogo di destinazione, giorno o giorni da dedicare al viaggio.
Il tutto si svolge con una sola indicazione relativa alla destinazione: uno dei 315 Borghi più Belli d’Italia.
Ogni motociclista visita i Borghi ed ottiene dei punteggi in base ai chilometri percorsi, le soste di carattere turistico e la frequentazione di strutture ricettive in cui saranno rilasciati attestati di accesso, sia per ristoranti che per i pernottamenti.
Sarà dunque necessario raggiungere quanti più borghi possibili e documentarne la visita per alimentare la classifica generale stilata in base alla distanza percorsa e ai luoghi visitati.
Per quanto riguarda le strutture ricettive e i ristoratori, chi è interessato ad aderire all’iniziativa con proposte ‘speciali’ per i viaggiatori in moto deve registrarsi all’indirizzo http://www.borghinmoto.com/trofeo-turistico-in-moto e versare autonomamente una quota di € 10,00 a Maxi Moto Group.
Per informazioni:
Sito internet: https://www.borghinmoto.com/trofeo-turistico-in-moto/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/borghiinmoto2021

Lo Spino, la corsa, anzi le corse, si avvicinano

I tempi di “astinenza” fra un evento motoristico e l’altro come accade da un paio d’anni a questa parte, a Pieve Santo Stefano si accorciano sempre più. Con la cronoscalata automobilistica “Lo Spino”, fissata per il 9 e 10 aprile prossimi e la salita moto in calendario per il 28 e 29 maggio, fra una stagione motoristica e quella successiva passano solo pochi mesi, invece che un anno. Nell’ultimo week-end di maggio tornerà quindi il rombo delle moto per i tornanti dello Spino, un rombo, un suono, che del resto accompagna la bella stagione pievana ogni fine settimana. Ed è per questo che proseguono in maniera importante gli investimenti della Provincia di Arezzo per rendere la provinciale 208 più sicura anche per il turismo su due ruote. I frutti dell’azione congiunta di Comune di Pieve, Pro-Spino Team e Provincia di Arezzo sono ben visibili da alcune settimane sul tracciato dello Spino. La Federazione Motociclistica Italiana riconferma alla salita moto di Pieve Santo Stefano la titolazione di Campionato Italiano Velocità Salita, e anche FIM Europe assegna allo Spino per il terzo anno consecutivo la validità per il titolo europeo.

Vespa e Arezzo

Babbo Natale arriva in sella ad una Vespa. Domenica 19 dicembre è in programma il tradizionale appuntamento natalizio del Vespa Club Arezzo che, dopo la sospensione dello scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria, tornerà a proporre un colorato raduno dedicato a questo iconico mezzo di trasporto abbinato ad una simpatica iniziativa rivolta ai più piccoli. L’evento, dal titolo “Babbo Natale in Vespa”, è inserito tra le iniziative di “Arezzo – Città del Natale” e troverà il proprio cuore in un percorso a tappe nelle piazze della città dove saranno distribuite le caramelle ai bambini presenti.

De Nardo e il titolo italiano

La vittoria di un titolo italiano arricchisce la stagione del Motoclub Castiglion Fiorentino “Fabrizio Meoni”. Questo sodalizio è sceso in pista nella Coppa Italia Junior Velocità e ha registrato un autentico dominio nella categoria “GP2 – 190 Expert” dove ha conquistato tre dei primi quattro posti: il primo posto con Andrea De Nardo(nella foto), il secondo posto con Lorenzo Morri e il quarto posto con Alessandro Berardi. La manifestazione nazionale si è sviluppata tra cinque prove in tutta la penisola che hanno trovato il loro epilogo nella finale sul circuito ferrarese di Pomposa e che hanno visto emergere il talento e il carattere dei centauri del motoclub castiglionese.